Come fare un piano di investimento per il trading online

Qualunque aspirante investitore dovrebbe dotarsi di un piano di trading: essere preparati è di fondamentale importanza non solo per i trader più esperti, ma anche per coloro che si stanno avvicinando per la prima volta a questo mondo. Il supporto offerto da un piano si articola in molteplici fattori: esso, per esempio, aiuta a individuare in modo consapevole gli obiettivi da raggiungere, ma permette anche di usufruire di statistiche utili per la propria attività o di organizzare la propria ricerca.

A che cosa serve un piano di trading

Se ci si sta domandando come fare trading, quindi, non si può fare a meno di studiare e di redigere un piano ad hoc. Esso permette di capire quale direzione prendere in base alle tendenze di mercato, ma è indispensabile anche ai fini di una corretta gestione delle emozioni nel caso – certo non improbabile – in cui si dovesse andare incontro a delle perdite. Dopo una o più operazioni che sono andate male, è più facile riprendersi grazie a un piano di trading. Tutti i trader sono a rischio nel momento in cui effettuano un investimento, a prescindere dal loro livello di esperienza: e il mercato non è pronto a perdonare chi non dispone di un piano.

Come utilizzare un piano di investimento

Un piano di investimento dettagliato si può rivelare un appiglio di fondamentale importanza in tutte le circostanze in cui si concretizzano delle variazioni sui mercati molto repentine. Grazie ad esso si ha la possibilità di continuare a perseguire i propri obiettivi, ma soprattutto si può fare a meno di decisioni prese con troppa fretta, che magari potrebbero essere causa di problemi in un momento successivo. A condizione che un piano sia stato definito in modo oculato, esso permette di investire in maniera obiettiva, aiuta a partecipare senza farsi condizionare dalle emozioni e soprattutto garantisce una maggiore autostima.

Buoni motivi per stilare un piano di trading

Nel momento in cui si avvia la costruzione di un edificio, il primo passo da compiere consiste nella definizione di un progetto: di certo il calcestruzzo e i mattoni non vengono acquistati prima che le fondazioni siano state definite o prima che si sia calcolato il budget che sarà necessario investire. Ebbene, lo stesso discorso con le debite proporzioni può essere traslato al settore finanziario. Ecco spiegato il motivo per il quale essere già in possesso di una certa esperienza sui mercati non è di per sé una buona ragione per decidere di investire alla cieca. Che si opti per il trading di contratti per derivati o che si punti sul forex, per beneficiare di una crescita di successo non si può prescindere dalla definizione di una struttura ben precisa, come se si dovesse gestire un’azienda.

Come si definisce un piano di trading

A mano a mano che ci si approccia alla stesura del piano di trading, sono numerosi gli interrogativi che ci si deve porre per giungere a una definizione corretta. È necessario capire, prima di tutto, quanto tempo potrà essere destinato al trading, ma occorre anche riflettere sulle reali motivazioni che hanno portato a decidere di effettuare questo tipo di investimento. A questo punto si deve meditare sul tipo di approccio che si ha intenzione di assumere rispetto al rischio, senza sottovalutare il livello di esperienza e di competenza di partenza.

Attenersi al piano è fondamentale: ecco perché

Gli obiettivi che possono essere conseguiti con l’aiuto di un piano di trading sono molteplici, ma per definirlo con cura è necessario tenersi aggiornati in modo costante sulle ultime notizie relative al settore finanziario. Nel proprio piano occorre tenere traccia di tutte le operazioni, in modo da registrare ogni apertura e ogni chiusura. È consigliabile perseguire degli obiettivi di redditività non impossibile ma abbastanza realistici. Partendo dal presupposto che conviene rivolgersi ai broker italiani migliori, il piano serve anche a definire la dimensione delle posizioni a seconda del budget di cui si può disporre. Gli esperti di questo ambiente fanno riferimento a un vero e proprio diario di trading: in effetti uno strumento di questo tipo può essere utile anche per monitorare il livello di accuratezza delle previsioni.

La gestione delle emozioni

Quando si fa trading, e più in generale quando si investe, non bisogna mai consentire alle proprie emozioni e ai propri sentimenti di prendere il sopravvento, perché il rischio che si corre è quello di offuscare la propria razionalità e di conseguenza la propria capacità di giudizio. È come se ci si trovasse a gestire un’azienda, insomma.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.