Alla ricerca della felicità tra alimentazione e salute mentale

Una delle maggiori ambizioni dell’uomo è il raggiungimento della felicità. Da sempre gli uomini s’interrogano su quale sia il metodo migliore e più rapido per ottenerla, ricorrendo spesso a qualsiasi espediente possibile, benché definire concretamente cosa sia la felicità è alquanto complicato.

Secondo alcuni studi scientifici, essa infatti può dipendere da vari fattori soggettivi, come l’appagamento nei rapporti interpersonali, la gratificazione a livello professionale o la cospicua disponibilità di denaro.

In realtà, la felicità non è altro che il risultato di più scelte di vita consapevoli che spesso erroneamente collimano con l’idea di un vasto possedere, ma che nel concreto coincidono con la rivalutazione di ciò che già fa parte di noi e della nostra quotidianità. Questo suggerisce una visuale della propria vita focalizzata sul famoso “bicchiere mezzo pieno”, al contrario di quello “mezzo vuoto”.

Ovviamente, ciò può essere d’aiuto allo sviluppo di una positività interiore, ma non basta.

Il primo obiettivo da imporsi nel viaggio verso la felicità è pertanto quello di trovare un metodo per raggiungere il benessere psico-fisico. La locuzione latina “mens sana in corpore sano” era in grado di anticipare ciò che oggi riconosciamo come un vero e proprio inno al benessere, sostenuto dalle ultime ricerche eseguite nell’ambito delle neuroscienze.

Agire sul proprio corpo oltre che sulla mente, e rafforzare il piano emotivo, sono infatti le basi indispensabili per arrivare a vivere meglio il quotidiano e sentirsi più felici. Le colonne portanti di questo processo, che possiamo definire “di rinascita”, sono dunque due: la forma fisica e il benessere psicologico.

Vediamo insieme come raggiungere la felicità partendo proprio da questi due aspetti.

Mantenere una buona forma psico-fisica con l’alimentazione giusta

Per costruire la felicità è necessario lavorare con costanza sulla propria salute fisica. Come già noto, per mantenere un corpo sano e vitale, bisogna dedicargli la giusta attenzione garantendo all’organismo i corretti nutrienti, il giusto apporto di alimenti e un regolare esercizio fisico.

Spesso accomuniamo un boccone di torta al cioccolato alla pura estasi, e non è un’associazione del tutto sbagliata, in quanto i dolci sono in grado di stimolare il rilascio di dopamina e quindi agiscono sui meccanismi del piacere del corpo umano. Si tratta, però, di una felicità breve, anche se intensa.

Per fare in modo che il nostro cervello garantisca una condizione favorevole ma costante al buon umore, esistono varie diete a cui fare affidamento elaborate dai professionisti della nutrizione. Nello specifico, gli studi dei nutrizionisti si sono concentrati su 4 diete che aiutano a mantenere il benessere psicofisico del corpo grazie alla corretta combinazione dei nutrienti a nostra disposizione.

La carenza di alcuni elementi indispensabili, infatti, può influire negativamente sia sul corpo che sulla mente.

Ad esempio, gli alimenti ricchi di Omega 3 aiutano a contrastare ansia e depressione, mentre alcune vitamine come la B6 e la D, presenti nella carne, nel latte e nelle verdure verdi, sono essenziali per l’umore. In aggiunta, le proteine nobili di origine animale possono ridurre la reattività nervosa e, se consumate a cena, favorire il sonno. Quest’ultimo è uno strumento estremamente importante per garantire il benessere psico-fisico.

Una dieta ricca ed equilibrata, dunque, è un passo importante compiuto verso il raggiungimento della felicità.

Esercizio fisico come terapia per il miglioramento dell’umore

Un’altra risposta agli interrogativi su come fare a raggiungere la felicità viene fornita dal regolare esercizio fisico. Praticare sport o svolgere un’attività fisica con regolarità, infatti, non è importante solo per bruciare kilocalorie e sviluppare una muscolatura ben definita.

Secondo un recente studio, un minimo di 180 minuti a settimana di attività fisica può aiutare a prevenire la depressione o ridurne i sintomi. Questo processo è possibile grazie al miglioramento delle funzioni cardiovascolari associato all’esercizio fisico e alla conseguente produzione di adrenalina, serotonina e dopamina, gli ormoni che hanno un ruolo fondamentale nel raggiungimento della felicità.

Inoltre, lo sport, sin dall’antichità, è considerato un elemento di unione, un’ottima occasione per instaurare nuove amicizie con cui alleggerire il peso della quotidianità.

Felicità e salute mentale, l’aiuto offerto dalla psicologia

L’insoddisfazione professionale, i problemi che possono sorgere in una coppia e il reiterarsi di situazioni stressanti in casa o in ufficio sono solo alcune delle cause che possono fare uno sgambetto alla nostra felicità.

La salute mentale è strettamente collegata alle abitudini quotidiane e al modo di reagire ai problemi. A supporto di chi non sa come gestire le difficoltà, vedendo sfumare giorno dopo giorno un sogno di felicità a cui si era aggrappato, interviene la psicologia.

Fortunatamente sono sempre di più le persone che hanno iniziato ad affidarsi maggiormente agli psicologi. La situazione complessa in cui ci ha costretto la pandemia, infatti, pare sia riuscita a convincere anche gli ultimi scettici sulla validità della terapia mirata.

È possibile capire se si ha bisogno o meno di uno psicologo semplicemente ponendosi alcune domande. Se ci si sente infelici o insoddisfatti e ci si rende conto di non conoscere la soluzione per stare meglio, è già un sintomo di disagio interiore di cui è bene parlare con uno specialista che possa aiutare a ritrovare il sorriso. 

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.