Come fare i capelli mossi

I capelli mossi rappresentano un vero e proprio desiderio di moltissime persone, soprattutto di quelle che hanno i capelli lisci. In effetti, ottenere quelle caratteristiche ondulazioni dei capelli non è assolutamente semplice, e passa attraverso una serie di metodi che non soltanto portano i propri capelli ad essere mossi, ma permettono anche che il capello mantenga una buona qualità e resistenza ad agenti esterni. Per questo motivo, sono diversi i metodi che possono essere presi in considerazione per ottenere i capelli mossi, e, allo stesso tempo, guadagnare molti punti dal punto di vista estetico, sfoggiando un taglio di capelli certamente importante e degno di considerazione. Ecco come fare i capelli mossi attraverso una serie di tecniche che possono essere utilizzate e di cui ci si può servire anche e soprattutto all’interno della propria casa.

Come fare i capelli mossi con il phon

Il primo metodo maggiormente utilizzato, nonché uno dei più semplici di cui servirsi per capire come fare i capelli mossi è quello che porta all’utilizzo del phon, normalmente utilizzato per funzioni di asciugatura ma che, in questo caso, se utilizzato in modo particolare, può portare a ottenere i capelli mossi che tanto si desiderano. Tramite il phon, in effetti, si può creare un effetto mosso molto naturale, scegliendo la spazzola giusta che servirà ad arrotolare le ciocche che poi verranno asciugate dal phon.

Alcuni consigli che vengono spesso dettati da parrucchieri e addetti ai lavori portano a servirsi di un preciso diametro di asciugatura e di ciocche arrotolate intorno a una spazzola: generalmente, se il diametro e stretto porterà alla nascita di onde piccole e, allo stesso tempo, definite, mentre un diametro più largo porterà naturalmente a creare un movimento più ampio e radioso. Per questo motivo, per creare i capelli mossi semplicemente servendosi di phon e spazzola abbasserà a rotolare i capelli con un movimento dall’alto al basso, procedendo ciocca per ciocca e garantendo un’ottima asciugatura ai propri capelli che, al termine dell’attività, potranno essere fissati con un becco d’oca, per poi scioglierli dopo qualche ora.

Come fare i capelli mossi con la piastra

Un altro metodo per capire come fare i capelli mossi è quello che porta a servirsi della piastra, che tantissime persone utilizzano per creare capelli quanto più lisci possibili. In realtà, grazie alla specifica tecnologia delle piastre, queste stesse possono creare anche ottimi effetti di ondulazione nei capelli, purché ci riserva della piastra nel modo corretto. Un fattore fondamentale da tenere in considerazione quando si utilizza la piastra per lisciare i capelli o come in questo caso per ottenere delle onde morbide e sinuose, è quella di utilizzare una lozione termo-protettrice così da non danneggiarli e far si che i capelli crescano in modo sano e prosperoso.

Per fare ciò, bisognerà lavorare ciocca per ciocca, avvolgendola nella piastra e tenendo inclinata la stessa, in modo da girare la sciocca e procedere fino alle punte. In questo modo, si può creare uno specifico effetto di ondulazione, guardando al tipo di ciocca che si vuole ottenere in modo ondulato. Ad esempio, se si vogliono ottenere dei capelli mossi con onde piatte, ci si potrà servire del cosiddetto effetto Flat Waves, la piega a onde che caratterizza un metodo piuttosto semplice e veloce per ottenere i capelli mossi. In alternativa, si può creare anche una particolare forma ad esse in modo da procedere, con la piastra, in modo verticale.

Ottenere i capelli mossi con le trecce

Un altro metodo piuttosto tradizionale è utilizzato per ottenere i capelli mossi senza servirsi di phon, piastre o altri strumenti simili è quello che porta a realizzare delle trecce, in modo da ottenere i capelli mossi; se la treccia viene realizzata quando i capelli sono ancora umidi, successivamente sarà più semplice ottenere il caratteristico effetto di ondulazione nel proprio cuoio capelluto. 

Il segreto è mantenere i capelli quanto più raccolti possibile, possibilmente per una notte intera. Una volta sciolte le trecce il giorno seguente, passerà lavorare le ciocche con le mani, in modo da ottenere il caratteristico volume sperato. Nella maggior parte dei casi, ciò porterà a creare un caratteristico effetto di ondulazione particolarmente gradito e pregevole dal punto di vista estetico.

Come fare i capelli mossi con il metodo del calzino

Un ultimo metodo che può essere considerato per capire come fare i capelli mossi è il cosiddetto metodo del calzino, che potrebbe apparire come particolare alla lettura ma che, in realtà, risulta essere molto semplice e significativo per ottenere i propri capelli ondulati.

Per realizzare questo stesso metodo, in effetti, bisognerà servirsi di un calzino, a cui sarà tagliato alle estremità in modo da ottenere due aperture. Realizzando una coda molto alta, che permetterà di ottenere uno chignon ampio e alto al centro, i capelli andranno semplicemente inseriti all’interno del calzino e arrotolati, se ancora umidi, e lasciati tali tutta la notte, in modo da ottenere i capelli mossi desiderati. Si tratta di un metodo molto semplice da realizzare se non ci si vuole servire di strumenti come piastre e phon, o di lozioni come oli e tanto altro.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.