Cos’è la Kinesiologia e a cosa serve

Sempre più persone, negli ultimi tempi, si stanno interessando allo studio della Kinesiologia. Di cosa si parla esattamente? Di seguito, tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

Che cos’è la Kinesiologia applicata?

Lo studio della Kinesiologia applicata viene utilizzato per diagnosticare dei malesseri fisici attraverso un esame approfondito della forza e del tono muscolare di una persona.

L’esame viene condotto attraverso un test specifico (noto sotto il nome di test kinesiologico) oggetto grazie a un test muscolare che coinvolge anche la reattività del sistema nervoso e lo stato degli organi interni.

Per imparare le diverse materie di studio che compongono la Kinesiologia occorre prendere parte ad un corso specializzato e mettersi alla ricerca di una buona scuola.

Kinesiologia corsi 

Il corso kinesiologia offre l’opportunità di acquisire le conoscenze necessarie a divenire un esperto di questa particolare disciplina. Una buona scuola di kinesiologia applicata è la Simo a Milano, un istituto in grado di fornire una formazione completa e di alto livello.

Chiunque voglia approfondire lo studio della kinesiologia potrà trovare, appena terminato il proprio percorso di istruzione, diversi sbocchi occupazionali.

Gli esperti di questa disciplina, infatti, possono trovare impiego in centri benessere, istituti di apprendimento olistico o centri di yoga e pilates.

Ricordiamo che il kinesiologo s’interessa unicamente della funzione neuromuscolare e degli effetti che questa ha sul corpo e sulla mente. Il riequilibrio di ciascuna di queste funzioni viene effettuata attraverso una tecnica di massaggio particolare, mentre per le valutazioni viene effettuato un test muscolare specifico.

Test Kinesiologia applicata

Il test di kinesiologia applicata risiede nel monitoraggio della reazione ad uno stimolo pressorio eseguito presso i muscoli interessati. Attraverso questo controllo è stato possibile osservare un diverso ruolo del tono muscolare, che diventa secondo questa disciplina un importante campanello d’allarme quando l’individuo che si sottopone all’esame nasconde un particolare malessere o uno squilibrio da poter correggere.

A cosa serve la kinesiologia

Sono tanti i fattori su cui un test di kinesiologia può operare. La kinesiologia infatti vede nel riequilibrio del tono muscolare la possibilità di migliorare le condizioni fisiche e psicologiche di una persona. I miglioramenti più incisivi sono stati registrati ad esempio sulla circolazione sanguigna, su quella di linfa e liquido cefalorachidiano.

Ciò che meglio è possibile combattere con questo metodo, però, sono le intolleranze alimentari e tutto quel che riguarda l’apparato digestivo (dai problemi intestinali alle irregolarità metaboliche). Anche la sfera psichica, come sottolineato, può trarre vantaggio dalla kinesiologia: parte dell’approccio kinesiologico vede infatti l’organizzazione di un programma benessere in grado di ridurre stress e ansia.

Quali sono i vantaggi della kinesiologia

I vantaggi riscontrati dalle persone che hanno scelto di sottoporsi ad un programma di kinesiologia sono tanti e notevoli. C’è chi è riuscito ad avere un netto miglioramento della propria condizione relativa ad accumulo di tensione e stress, e chi invece ha avuto successo nella regolarizzazione delle funzioni metaboliche.

Gli obiettivi di questa tipologia d’approccio è quindi in generale il riequilibrio dell’area cognitiva, quello della sfera emotiva e della sfera fisico-motoria.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.