Come viaggiare in bici leggeri con il bikepacking

Il Bikepacking nasce negli Stati Uniti e negli ultimi anni si è molto diffuso anche in Europa. La caratteristica principale del bikepacking è quella di viaggiare leggeri e con pochi bagagli, quindi con il minimo indispensabile e senza portapacchi.

Tutto questo è possibile perché le borse da bikepacking sono studiate per essere agganciate direttamente al corpo della bicicletta, permettendo di viaggiare più leggeri e anche di poter scegliere qualsiasi tipo di bicicletta dato che non c’è il vincolo del portapacchi.

Tra i brand che hanno dedicato una linea specifica a questo tipo di borse c’è Ortlieb bikepacking, una garanzia per gli appassionati di cicloturismo!

Il successo del bikepacking in Italia

Spostarsi sulle due ruote diventa sempre di più la modalità di viaggio preferita dagli italiani.

Il cicloturismo guadagna appassionati e diventa sempre più un fenomeno importante e rilevante a livello turistico.

Il Covid non ha scoraggiato il cicloturismo, anzi, in molti si sono avvicinati alle due ruote proprio durante questi mesi un po’ complicati, ma viaggiare in bicicletta comporta il muoversi con borse laterali pesanti che rallentano il viaggio. Nel caso del cicloturismo, tutto questo è compensato da percorsi spesso serviti da strutture che permettono la sosta come agriturismi, alberghi, camping, ecc.

La passione per la bici ha portato alla ricerca di modi di spostarsi diversi, anche più avventurosi. Chi vuole muoversi in condizioni più difficili e lontano dagli itinerari deve poter contare sull’agilità e sulla velocità di movimento e un sistema come quello del portapacchi laterale non è il massimo. Nasce così il Bikepacking, un modo più agile di muoversi in bicicletta per chi è pronto a rinunciare alle comodità e dedicarsi all’avventura!

Borse da Bikepacking

Abbiamo detto che la caratteristica principale del bikepacking è la possibilità di viaggiare con pochi bagagli distribuiti sul corpo della bicicletta.

Le borse da bikepacking sono principalmente 3: borsa da manubrio, da sotto sella e da telaio.

Quando si scelgono delle borse da bikepacking il primo passo da fare è capire cosa volete portare con voi e valutare la dimensione delle borse di conseguenza.

Una borsa da bikepacking sottosella possono avere una capienza che va dagli 8 ai 20 litri. Per scegliere la dimensione considerate quanti giorni volete passare fuori e anche la stagione; in estate potete puntare su una borsa piccola ma in inverno meglio scegliere borse più grandi.

La borsa da manubrio viene in genere destinata all’attrezzatura per il pernottamento, quindi dovrà contenere eventualmente sacco a pelo, tenda e materassino. La scelta di questa borsa deve basarsi sulla forma e dimensione del manubrio che si ha sulla bicicletta.

Le borse da telaio sono suddivise in 2 categorie, quelle che occupano solo la parte superiore del triangolo del telaio oppure le “full frame” che prendono tutto il telaio della bicicletta.

Conclusioni

Il bikepacking è adatto a tutti gli appassionati di bicicletta e ad ogni tipologia di bici, quindi è un’ottima soluzione se volete passare delle vacanze un po’ più avventurose o semplicemente godervi itinerari inediti senza preoccuparvi del pernottamento. In famiglia, in compagnia o in solitaria, il bikepacking è la soluzione per concedersi una vera pausa dal caos urbano.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.