Come si verifica la copertura della fibra ottica

La fibra ottica: caratteristiche principali

Sempre più spesso, si sente parlare di fibra ottica e di rete internet super veloce senza capire realmente di cosa si stia parlando.

La fibra ottica è una tecnologia molto utilizzata in diversi settori industriali e, negli ultimi anni, anche nelle telecomunicazioni. Si tratta di un sottilissimo cavo in fibra di vetro o in polimeri caratterizzato da due strati concentrici, uno puro e trasparente, l’altro opaco e riflettente.

Nonostante l’esiguo spessore (inferiore ai 130 micron), questi due strati vengono realizzati con indici di rifrazione differenti per poter permettere il passaggio di impulsi luminosi con determinate caratteristiche.

Tra le più importanti, vi sono sicuramente la scarsa dispersione e l’elevata velocità di propagazione, che permettono un’altrettanta elevata velocità di trasmissione dati.

La fibra ottica per le telecomunicazioni, in realtà, non è costituita da un solo cavo, ma da una serie di cavi tenuti insieme da una guaina in gomma, fondamentale per proteggere questa delicata tecnologia da contaminazioni, corrosione ed urti esterni.

La copertura della fibra ottica in Italia

Le elevate capacità di trasmissione dei dati e le velocità di connessione, hanno reso la fibra ottica una delle tecnologie più richieste, soprattutto da quanti lavorano regolarmente in rete e con flussi molto elevati di dati, sia in entrata che in uscita.

Per questo motivo i differenti operatori telefonici si sono preoccupati di installare la fibra ottica per offrire questo servizio ai propri clienti.

Tuttavia, a causa di una serie di problemi tecnici, economici e burocratici, la copertura della fibra ottica ancora non è completa su tutto il territorio italiano. Per questo motivo, prima di richiedere un abbonamento ad un determinato gestore telefonico, è fondamentale assicurarsi che la propria area di residenza o di lavoro sia coperta da questo moderno servizio.

Controllare la copertura della fibra ottica per la propria zona di residenza o di lavoro non è affatto complicato, visto che ogni gestore telefonico che offre la connessione in fibra ha, sul proprio sito internet, una pagina dedicata alla fibra e alla verifica della copertura.

Per effettuare il controllo non è necessario scaricare né installare programmi sul proprio computer, né attendere interminabili ore al telefono per cercare di parlare con un operatore.

Basta selezionare la propria città nel menu a tendina o scrivere il nome della zona di residenza nello specifico campo (a seconda degli operatori) per avere la conferma della copertura della fibra ottica.

Copertura e tariffe

Solitamente, dopo aver controllato la copertura della fibra ottica per la propria zona di residenza, si sceglie tra le tariffe offerte dalla compagnia telefonica selezionata.

Anche in questo caso, tuttavia, è bene informarsi con attenzione sulla possibilità di attivare tutte le promozioni. La connessione in fibra ottica, infatti, può essere di due tipi differenti, ossia FTTS o FTTH.

La prima si appoggia, nella parte finale della tratta di percorrenza, ai classici doppini telefonici in rame, risultando quindi più lenta rispetto alla FTTH che, invece, offre la connessione in fibra fino all’utenza finale.

Questa differenza potrebbe non assicurare alcuni servizi a seconda che la connessione sia dell’uno o dell’altro tipo.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.