Come scrivere una lettera di disdetta

Per scrivere una lettera di disdetta bisogna seguire una serie di accorgimenti: per esempio, è importante verificare entro quanto tempo può essere inviato il documento, inserire i dati necessari e impostare il tutto in maniera corretta.

Nelle prossime righe ti spiegheremo come si elabora una lettera di disdetta, per annullare un contratto – come quelli di assicurazione, di luce e gas, di telefonia, e chi più ne ha più ne metta. Naturalmente, prima, è indispensabile controllare che sia prevista questa possibilità, e quindi leggere con attenzione le condizioni del contratto.

Il servizio di DisdetteOnline.it

Se proprio non vuoi scrivere da solo la tua lettera di disdetta, ti segnaliamo un sito utilissimo: disdetteonline.it, che mette a disposizione lettere di disdetta già precompilate e pronte per essere spedite. Questi documenti sono concepiti per oltre 420 aziende, in modo da venire incontro a tutte le esigenze.

Lettere di disdetta da mandare alle compagnie che forniscono acqua ed energia, internet, prodotti assicurativi, servizi bancari; lettere per l’editoria, per gli abbonamenti alle palestre, per piattaforme in rete e così via. Hai la facoltà di adoperare queste lettere senza registrazione, e di trovare il format che ti serve tramite una rapida ricerca sul portale.

I dati da riportare nella lettera di disdetta

In generale, è sempre opportuno individuare un fac-simile su internet per non commettere errori e non perdere tempo con particolari superflui. È fondamentale che le lettere di disdetta siano concise ed esaustive.

Per quanto riguarda i dati da evidenziare nella lettera, sono basilari tanto i tuoi quanto quelli della controparte: la società con cui si è stilato il contratto al quale si vuole rinunciare. Per amor di completezza, ti consigliamo di allegare la fotocopia della tua carta di identità e del tuo codice fiscale. Se sei un libero professionista, non tralasciare gli estremi della partita IVA.

Una lettera di questo tipo include anche una causale, che va sottolineata nell’oggetto. Poche, semplici parole, ad esempio “disdetta del contratto n° […]”. Il numero del contratto va riportato con la massima esattezza, perché le informazioni sbagliate potrebbero essere una scusante o un “appiglio” per non concedere la rescissione.

È importante che nella lettera ci sia la richiesta esplicita di disdetta, ben specificata. Non dimenticare la data, il luogo e la tua firma alla fine.

È necessario spiegare il motivo della disdetta?

Questa è una domanda molto frequente: è obbligatorio che nella lettera di disdetta ci sia la ragione della stessa?

Di solito non bisogna per forza spiegare il perché della rinuncia. Stando alle norme generiche, è sufficiente dichiarare di voler disdire un accordo e aggiungere tutti i dati elencati sopra.

Una situazione a parte, tuttavia, è il cosiddetto recesso per giusta causa. In tal caso dovrai indicare le tue motivazioni. Queste potranno tornare utili in futuro, se nascerà una controversia.

Qualche altro suggerimento per scrivere una lettera di disdetta

Prima di scrivere una lettera di disdetta, è essenziale dedicare del tempo alla lettura e all’analisi del contratto. Infatti il documento precisa le modalità della disdetta, il termine ultimo per inviare la lettera, nonché il recapito a cui mandarla.

Una raccomandazione: ci sono dei contratti che non comunicano all’utente questi elementi in maniera chiara. In simili circostanze, è ancora più opportuno usare mezzi che conservino la prova della richiesta.

Ricorda, poi, di controllare l’indirizzo al quale va spedita la lettera di disdetta. A volte quello della sede operativa è diverso da quello stabilito per le disdette. Se utilizzi un indirizzo non valido, nemmeno la tua lettera sarà valida!

Disdetta entro 14 giorni e disdetta dopo 14 giorni

In base alla legge, nella lettera di disdetta di un abbonamento va evidenziato anche questo dettaglio: se, cioè, si rinuncia prima di 14 giorni da quando è stato sottoscritto il contratto, o dopo 14 giorni.

Nel primo caso si parla di diritto di ripensamento, nel secondo di disdetta immediata. Comunque anche la disdetta immediata è anticipata rispetto a quella naturale, per cui bisogna aspettare la scadenza del contratto.

Come si invia una lettera di disdetta

Per l’invio della lettera, le soluzioni migliori sono la PEC e la raccomandata A/R con ricevuta di ritorno. Alcune aziende chiedono un fax: ad ogni modo, anche in quest’ultima situazione, ti suggeriamo di mandare una raccomandata per precauzione.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.