Come scegliere i giochi di carte per le feste natalizie

Il Natale è l’occasione perfetta per riunirsi con amici e parenti e mettersi a giocare con le carte tra risate e puro divertimento. Ci sono dei giochi, più di altri, preferiti nelle famiglie italiane, proprio perché le regole e le modalità di gioco suscitano maggiore curiosità e un più sano divertimento. Vediamo quindi insieme alcuni dei più bei giochi di carte da ripetere a casa durante le feste Natalizie.

Il Mercante in fiera

Non si chiama davvero Natale se non si porta in tavola il Mercante in Fiera. Gioco nato intorno al 1500 a Venezia, a mo’ di lotteria, per giocare al Mercante in Fiera devi procurarti delle carte apposite. Si tratta di un set composto da due mazzi di quaranta carte ciascuno, identiche tra loro ma con il dorso diverso. Ogni carta ha un personaggio, un animale, un oggetto, con tanto di numero e nome (ad esempio 1. Il beduino, 10. La giraffa, etc.). Si può giocare in tanti, e un componente deve appunto fare il Mercante, vendere cioè le carte di un mazzo agli altri giocatori e poi istituire dei premi. È abilità del mazziere cercare di vendere le carte al prezzo più alto così da creare premi ancora più corposi.

Il Sette e mezzo

Considerato un po’ il gioco di Natale orientato all’ azzardo, il Sette e Mezzo è il gioco preferito dai napoletani. Il nome prende appunto spunto dal fatto che i giocatori devono cercare di avvicinarsi quanto più possibile al punteggio massimo, ovvero 7 e mezzo, cercando ovviamente di non sballare. In molte famiglie, per rendere il gioco ancor più particolare, si tende a scommettere sulla propria vittoria o sulla propria sconfitta. Per coloro che vogliono coinvolgere anche i bambini senza sfociare realmente nell’azzardo, è possibile sostituire i soldi con delle fiches simboliche, con la frutta secca o con piccoli oggetti premio che possano essere “collezionati” dai vincitori.

Per giocare a Sette e Mezzo si impiegano ovviamente tutte e quaranta le carte napoletane: in alternativa si possono anche usare quelle tipiche regionali, sebbene alcune non siano proprio simili al mazzo succitato.

Tressette

Rimaniamo in tema carte napoletane per ricordare un altro gioco che si può fare in compagnia, anche se prevede, contrariamente agli altri appena visti, un numero massimo di quattro giocatori. Si gioca a coppie di due, e ogni giocatore riceve dieci carte dal mazzo di carte (sempre napoletane). Le regole sono molto semplici da seguire: il primo giocatore scarta una carta decidendo il seme, e gli altri quattro devono rispondere con una carta dello stesso seme (se non l’hanno si può scartare una carta dal seme diverso). La vittoria per ogni singola mano va al giocatore che ha scartato la carta più alta del seme. Ovviamente si totalizzano punti in coppia, e come funziona per la Briscola, l’obiettivo del gioco è prendere quante più carte possibili ricavando così il punteggio più alto.

Burraco

Spostiamoci ora su un gioco che si effettua con le carte francesi. Si tratta del burraco, che si gioca con entrambe i mazzi inclusi i jolly. In alternativa, se nessuno accetta di giocare con te, puoi anche giocare a burraco su burraconline.com. Le regole sono semplici, ma vanno imparate bene per riuscire nell’intento del gioco. C’è un mazziere che distribuisce ad ogni giocata undici carte. La restante parte delle carte si mette al centro per la pesca. I giocatori pescheranno uno per volta e scatteranno quella che non serve aggiungendo al mazzo “monte scarti”.

Questi sono solo alcuni dei giochi che puoi proporre ad amici e parenti a Natale. E ricorda, che al di là di tutto, è importante partecipare: competere e vincere sono due verbi da tenere lontani quando si gioca, soprattutto a Natale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.