Come richiedere il bonus Sicurezza 2022

Se stai valutando l’installazione di un nuovo antifurto appartamento per migliorare la tua sicurezza ci sono buone notizie per le tue tasche. Il Bonus Sicurezza è stato infatti rinnovato anche per il 2022. È il momento giusto per migliorare la propria sicurezza domestica, questo è assodato, vediamo quindi come richiedere il bonus Sicurezza 2022, a chi spetta e quali spese rientrano nell’incentivo.

Che cos’è il bonus Sicurezza 2022

Partiamo con il definire che cos’è il bonus Sicurezza 2022. Si tratta di un incentivo fiscale che rende più conveniente sostituire il proprio antifurto casa o installarne uno per la prima volta. 

Il bonus sicurezza permette di ottenere una detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute per l’installazione di soluzioni di antifurto e videosorveglianza per uso domestico.

Rientra nei bonus fiscali per le ristrutturazioni edilizie quindi, anche per chi si trova a ristrutturare casa, è il momento migliore per installare un antifurto come valore aggiunto e poter così beneficiare del bonus.

Cosa rientra nel Bonus sicurezza 2022?

Prima di capire come richiedere il bonus Sicurezza 2022, è lecito domandarsi quali sono esattamente le spese legate alla sicurezza domestica incluse dall’incentivo fiscale. 

Nel bonus rientrano le spese di acquisto, sostituzione, progettazione, installazione di impianti allarme fino ad un importo massimo di 96mila euro di spesa. Non rientrano nel bonus invece i contratti con le aziende di Vigilanza Privata. 

In particolare è possibile richiedere il bonus sicurezza per questi casi specifici:

  • Impianti di videosorveglianza;
  • impianti di allarme; 
  • telecamere o fotocamere;
  • vetri antisfondamento e inferriate;
  • porte blindate;
  • tapparelle motorizzate e meccaniche;
  • casseforti a muro;
  • catenacci, serrature, lucchetti e spioncini;
  • cancelli, cancellate, recinzioni e protezioni murarie.

Chi può usufruire del bonus sicurezza?

Possono usufruire del Bonus sicurezza 2022 i contribuenti privati (che siano residenti o meno in Italia) ed i contribuenti titolari di impresa con Partita IVA che possiedono l’immobile oggetto dell’agevolazione.

In particolare hanno diritto al bonus:

  • i proprietari di immobili;
  • i nudi proprietari di immobili;
  • gli affittuari, gli usufruttuari o i comodatari (o comunque i titolari del diritto di godimento dell’immbile);
  • i soci di cooperative;
  • gli imprenditori individuali per immobili che non rientrano tra i beni strumentali o merce;
  • le società semplici in nome collettivo, in accomandita semplice e le imprese familiari.

Come richiedere il bonus Sicurezza 2022?

Per richiedere il rimborso è necessario che l’impianto sia stato installato dopo il 1° gennaio 2018 e che i pagamenti siano avvenuti o avvengano tramite bonifico. Attenzione a quest’ultimo perché deve essere un “bonifico parlante”; significa che dovrà riportare obbligatoriamente i seguenti dati:

  1. una causale di lavori edilizi;
  2. il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  3. il codice fiscale (o partita IVA) del beneficiario del pagamento.

Veniamo alla domanda per ottenere il bonus. Qui c’è una sorpresa, perché per richiedere il bonus Sicurezza 2022 non bisogna presentare alcuna domanda. 

È infatti possibile ottenere l’agevolazione tramite dichiarazione dei redditi. È necessario dichiarare la detrazione nel 730 nella Sezione III A: “Spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per misure antisismiche e bonus verde”.

Andranno indicati i dati di pagamento e l’importo speso l’anno precedente. È necessario inoltre indicare i dati catastali identificativi dell’immobile in cui sono stati realizzati i lavori e allegare la documentazione.  

Come sempre in questi casi, bisognerà conservare tutti i documenti relativi ai lavori, da poter rispolverare in caso di controlli dell’agenzia delle Entrate.

Le migliori soluzioni di sicurezza per la casa

Vediamo cosa offre il mercato oggi in termini di sicurezza domestica. In particolare, il campo dei sistemi di antifurto ha visto un grande sviluppo tecnologico negli ultimi anni e sono disponibili soluzioni avanzate di facile installazione e poco ingombro, ideali per proteggere una realtà domestica come quella dell’appartamento. 

Verisure – multinazionale di allarmi per case e attività commerciali collegati a Centrale Operativa di Istituto di Vigilanza Privata Verisure Italy – è leader di settore in Europa e Italia. Propone allarmi wireless e sistemi di videosorveglianza perfetti per le esigenze di chi passa molto tempo fuori casa o vuole semplicemente sentirsi più al sicuro. 

I sistemi Verisure sono facili da installare perché non necessitano di opere murarie per nascondere i cavi. L’antifurto è composto da diversi dispositivi con funzioni specifiche, i principali sono: i sensori perimetrali, i sensori per porte finestre, il fumogeno ZeroVision, le Chiavi Magnetiche intelligenti con Lettore Chiavi, il Pannello di Controllo “parla-ascolta” e le telecamere di sicurezza.

I diversi dispositivi garantiscono la modularità della soluzione di allarme, che può adattarsi alle esigenze specifiche di ogni casa e inquilino. L’App antifurto permette di controllare sempre tutto da remoto: ricevere notifiche di scatto di allarme, inserire o disinserire l’antifurto, visionare le immagini e registrazioni delle fotocamere e videocamere di sicurezza. Inoltre, ad ogni cliente Verisure garantisce assistenza costante e interventi di manutenzione gratuiti a vita. 

L’allarme Verisure è un allarme monitorato da Centrale Operativa H24 che garantisce intervento immediato e Alta Sicurezza a 360° in ogni caso di pericolo: furto, rapina, emergenza medica, incendio, aggressione, truffe (come ad esempio finti tecnici del gas che suonano alla porta). 

La Centrale Operativa risponde entro 60” ad ogni scatto di allarme o invio di segnale SOS (sono molti i pulsanti SOS inclusi nel sistema), filtra i falsi allarmi e interviene nel modo più adatto in caso di pericolo confermato. Allerta le Forze dell’Ordine o l’Ambulanza, invia Guardie Giurate sul posto e attiva il fumogeno ZeroVision se si tratta di furto.

Sul sito verisure.it è possibile calcolare un preventivo gratuito. E, a proposito di detrazioni, per l’antifurto Versione è possibile detrarre la spesa iniziale dell’impianto, scegliendo l’opzione Bonifico Parlante per le ristrutturazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.