Come pulire il gres porcellanato

Il gres porcellanato è uno dei materiali più utilizzati per il rivestimento di pavimenti per interni ed esterni. Negli ultimi anni ha riscosso molto successo soprattutto per tutti coloro che hanno deciso di ristrutturare casa in una chiave più moderna, sostituendo materiali come il parquet e la pietra. La versatilità del gres porcellanato è dovuta alle tecnologie moderne digitali che permettono di conferire a questo materiale qualsiasi tipo di texture, dall’effetto legno a quello marmo.

In commercio si possono trovare molti modelli differenti di gres porcellanato sia per arredare l’interno di casa e sia per il rivestimento esterno di terrazze e balconi. Inoltre, il gres porcellanato è molto facile da posare oltre che da pulire, anche se per quest’ultimo è opportuno approfondire il discorso in quanto la tecnica e i prodotti per la pulizia del gres si differiscono in base al suo modello.

La pulizia del gres non è da intendere solo per il quotidiano, ma è importante che vi sia un accurato lavaggio anche successivamente alla posa delle piastrelle in gres porcellanato.

Gres porcellanato lucido e gres ruvido

Esistono due grandi tipologie differenti di gres, quello naturale che presenta una superficie ruvida e una seconda tipologia più liscia e lucida.

Vediamo più nello specifico come trattare e aver cura della bellezza del gres porcellanato e far si che duri più a lungo.

Gres porcellanato ruvido: come pulirlo?

Il gres porcellanato opaco e ruvido presenta una superficie irregolare, porosa ma nonostante ciò le macchie di sporco non vengono assorbite, se non ad un livello molto basso.

L’unico difetto del gres porcellanato ruvido è quello di trattenere la polvere all’interno delle irregolarità presenti sulla superficie. Ma basterà passare quotidianamente oppure a giorni alterni un panno asciutto per catturare la polvere e basterà una volta a settimana passare lo straccio bagnato con un detergente per pavimenti non aggressivo.

Nonostante sia un materiale molto resistente detergenti con un livello di agenti chimici all’interno possono danneggiare a lungo andare la bellezza naturale del gres. Questa tipologia ruvida ed opaca è fra le più semplici da pulire, in quanto in superficie non presenta nessun tipo di trattamento che tende ad andar via con il tempo, l’unica accortezza è sempre quella di usare movimenti e prodotti delicati e soprattutto non passare uno straccio troppo bagnato, ma strizzarlo bene prima di passarlo sul pavimento per lavarlo.

Gres porcellanato lucido e la sua pulizia

Anche il pavimento in gres porcellanato lucido, come per quello ruvido ma per qualsiasi pavimento, necessita prima del lavaggio di una passata con un panno asciutto per togliere polvere e altri residui di sporco che darebbero fastidio allo straccio bagnato. Nonché, i residui di sporco come piccole pietroline, sabbia per i gatti o qualsisia altro residuo che si può accumulare durante la giornata sui pavimenti di casa, sono dannosi per i pavimenti durante la fase di lavaggio perché potrebbero graffiarlo e rovinarlo.

Perciò per la pulizia del gres lucido passare prima l’aspirapolvere oppure se non c’è molto sporco e per la pulizia quotidiana, passare un panno asciutto in microfibra, che risulta particolarmente delicato ed efficace.

Passando alla pulizia vera e propria del gres lucido, sarà sufficienti un secchio di acqua tiepida e qualche goccia di detergente delicato per pavimenti lucidi, ma che non sia cera pura o a base oleosa, perché creerebbe in superficie, anche in seguito all’asciugatura, una patina scivolosa molto pericolosa. Per evitare inoltre che si creino macchie di umidità e fastidiosi aloni, un detergente che evapora facilmente e senza bisogno di risciacquo è ciò che serve.

Questa era la manutenzione ordinaria e quotidiana del pavimento in gres porcellanato lucido, ma se con il tempo il pavimento si presenta scolorito, opaco e con qualche macchia visibile in controluce è opportuno effettuare una pulizia straordinaria del pavimento e soprattutto riparatoria.

Trattandosi di un materiale delicato e rivestito da uno smalto lucido è sconsigliato l’utilizzo di rulli abrasivi, che rovinerebbero solo la superficie, creando dei piccoli solchi, rendendolo poroso e perfetto per raccogliere la polvere. È consigliato invece passare uno straccio bagnato e imbevuto in un secchio pieno d’acqua e qualche goccia di ammoniaca o di un prodotto liquido che la contiene al so interno. L’ammoniaca ha un effetto sgrassante perciò elimina senza problemi macchie di sporco o aloni di umidità. Subito dopo lo straccio bagnato è consigliato asciugare il tutto con un panno in microfibra.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.