Come orientare l’antenna TV

Orientare l’antenna TV è un’attività che è possibile svolgere anche da soli, a patto che l’antenna stessa si trovi in una zona facilmente accessibile. Se invece è posizionata sul tetto in una zona cui si giunge solo camminando sulla copertura è consigliabile contattare un antennista. In rete è possibile trovare informazioni precise su tutti gli antennisti disponibili nelle diverse zone d’Italia, oltre che la pratica guida di antennista.it per l’orientamento dell’antenna TV.

L’orientamento dell’antenna


L’antenna televisiva consente di ricevere le onde inviate da appositi ripetitori, posizionati in differenti zone sul territorio. Spesso i ripetitori sono posizionati in zone sopraelevate, come ad esempio colline o dossi: in questo modo le informazioni trasmesse possono raggiungere un più ampio numero di utenti. Per sapere dove sono posizionati i ripetitori più vicini al luogo in cui si vive non serve armarsi di binocolo e controllare i dintorni: in rete sono infatti disponibili tutte le informazioni necessarie, è sufficiente infatti fare una semplice ricerca tramite il motore più utilizzato.

Attraverso l’utilizzo delle coordinate geografiche è possibile capire dove si trovano i ripetitori rispetto alla nostra abitazione, cosa che consente di orientare l’antenna televisiva. Giunti in prossimità dell’antenna possiamo utilizzare una bussola, che consentirà di capire dove si trova il nord e tutti gli altri punti cardinali; sapremo così da che parte si trovano i ripetitori più vicini. Anche per la bussola possiamo utilizzare internet, in rete si trovano infatti applicazioni per lo smartphone che consentono di avere a disposizione questo semplice accessorio.

Sintonizzare il TV


Dopo aver orientato correttamente l’antenna è possibile sintonizzare correttamente i canali televisivi sul televisore. È importante notare che un leggero scarto, rispetto all’orientamento corretto, è sempre possibile. Il modo migliore per orientare l’antenna e sintonizzare il televisore consiste nel lavorare in due, in concerto. Una persona si posiziona vicino all’antenna e una sintonizza il televisore; grazie all’utilizzo degli smartphone questa operazione diviene un vero e proprio gioco da ragazzi. Ricordiamo ancora che nel caso in cui l’antenna sia posizionata in un luogo difficile da raggiungere o pericoloso è consigliabile contattare un antennista. Questo professionista infatti ha tutte le competenze e i dispositivi di sicurezza necessari a raggiungere qualsiasi antenna, anche quelle posizionate sulla sommità di alti palazzi.

Il nuovo digitale terrestre


Per evitare equivoci è importante ricordare che nei prossimi mesi nel nostro Paese cambierà lo standard di invio delle informazioni per quanto riguarda il digitale terrestre. Tale cambiamento è già avvenuto in alcune Regioni e diverse persone hanno notato che non riescono più a vedere in modo corretto le immagini sul televisore. Precisiamo che in questo caso non è necessario orientare nuovamente l’antenna, visto che i ripetitori non sono stati spostati. È invece cambiato il tipo di informazioni che sono inviate dai ripetitori stessi, per le quali è necessario avere a disposizione decoder di ultima generazione. Un decoder molto vecchio o un televisore che ha ormai qualche anno possono portare a non riuscire più a vedere i canali del digitale terrestre; non serve l’antennista ma un nuovo decoder, aggiornato allo standard oggi disponibile.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.