Come giocare a Cluedo – Istruzioni

Stupendo, meraviglio, accattivante… Pochi aggettivi per descrivere Cluedo, il gioco poliziesco amato da tutte le generazioni. Siete un gruppo di amici con la passione del mistero? Vi piacerebbe, almeno una volta nella vita, diventare dei bravi detective? Vi vedete di più nei panni del buffo detective belga, Hercule Poirot, nato dalla penna di Agatha Christie o nei panni del commissario Montalbano, siciliano DOC creato da Camilleri, uno dei più grandi scrittori contemporanei?

Come giocare a Cluedo? Ecco le istruzioni

Istruzioni sucome giocare a Cluedo

1. Ogni giocatore dovrà svolgere la propria indagine. Vincerà chi per primo svelerà:

  • il nome dell’assassino
  • l’arma utilizzata per commettere l’omicidio
  • il luogo in cui è stato commesso il delitto

Il Dottor Black è morto! Chi di voi riuscirà a smascherare il criminale?

2. Il gioco si compone dei seguenti elementi:

  • 1 Tabellone che rappresenta il luogo del delitto, ovvero il pianterreno di casa Tudor
  • 6 carte rappresentanti gli indiziati
  • 6 carte raffiguranti i tipi di arma
  • 9 carte raffiguranti le stanze di casa Tudor
  • 6 pedine colorate, raffiguranti i sospettati
  • 6 miniature corrispondenti alle armi sulle carte
  • 2 dadi
  • una busta per contenere l’ enigma
  • 1 block notes per annotare le osservazioni

3. Entriamo nel vivo del gioco:

  • Ognuno di voi dovrà tirare i dadi: chi otterrà il numero più elevato dovrà posizionare le pedine nelle corrispondenti caselle di partenza; le armi nelle camere dove sono state rinvenute dopo il delitto; quindi: il pugnale nel salotto; il candeliere nella sala da pranzo; la pistola nello studio; la chiave inglese nella cucina; la spranga di ferro nella veranda; la fune nella sala da ballo.
  • Sempre chi conduce la prima parte del gioco dovrà prendere le carte relative agli indiziati, alle armi, alle stanze e mescolarli in tre mazzi separati. Per ogni mazzo, poi, dovrà prendere una carta e posizionarla all’interno della busta in dotazione: la busta custodisce la soluzione del giallo! Posizionare la busta al centro del tabellone
  • E’ giunto il momento di scegliere le pedine
  • Dopo aver mischiato tutte le carte (sono rimaste 18), il giocatore-guida dovrà distribuirle in senso orario fra tutti i giocatori. Importante: le carte andranno distribuite coperte!
  • Una volta distribuite le carte, ogni giocatore può fare una prima analisi e cercare di capire il contenuto della busta posta al centro del tabellone. Naturalmente, le carte possedute da ogni giocatore escludono il contenuto della busta!
  • Inizia il gioco chi ha scelto la pedina che rappresenta Miss Scarlett… Se siete in tre, e nessuno ha scelto Miss Scarlett, dovrete lanciare un dado: chi otterrà il punteggio più alto inizierà la partita a Cluedo! Siete in quattro o in cinque? Allora, ci sarà il sorteggio esclusivamente fra chi ha ottenuto una carta in meno
  • Il giocatore, che inizia per primo, lancerà il dado e sposterà la sua pedina di un numero di caselle corrispondente. Il giocatore ha la facoltà di muoversi in senso orizzontale o verticale a suo piacimento. MAI: in diagonale; entrare nello spazio centrale della scala; transitare o terminare il movimento in una casella già occupata da un altro giocatore. Però più giocatori posso trovarsi nella stanza durante lo svolgimento della partita
  • 1° obiettivo: raggiungere una qualsiasi stanza. Nelle varie stanza si entra solo passando dalle porte o dai passaggi segreti. Se il lancio del dado è superiore ai passi necessari per raggiungere una porta, i movimenti in più non vengono considerati.
  • Raggiunto il 1° obiettivo, il giocatore può formulare un’ipotesi investigativa: chiamerà nella stanza interessata un personaggio e l’ipotetica arma del delitto (che si trovano entrambi sul tabellone)
  • A questo punto, la parola passa al primo giocatore sulla sinistra di colui che ha formulato l’ipotesi. Il giocatore alla sua sinistra guarderà le proprie carte e se, tra esse, ne ha almeno una (una stanza, un personaggio o un’arma) indicata dal “detective”, gliela mostra in modo tale che nessuno degli altri giocatori possa vederne il contenuto. Se questo giocatore è in possesso di due o più carte corrispondenti agli elementi dell’accusa, sceglie a proprio piacimento quale mostrare. Comunque sia è obbligatorio esibire soltanto una carta. Se, però, un giocatore non rispetta tale obbligo è escluso automaticamente dal gioco.
  • Se il giocatore, che si trova a sinistra dell’investigatore, non ha in mano le carte citate dal giocatore di turno, si limiterà a passare la mano al giocatore successivo… e così via! Ricordatevi che ogni giocatore può formulare una sola accusa durante il suo turno! Ma può, durante il turno successivo, rinunciare al tiro dei dadi e spendere una o più mani nella stessa stanza a formulare nuove ipotesi.
  • Terminato questo confronto, la mano passa al giocatore successivo procedendo in senso orario. Costui lancerà i dadi per stabilire il proprio movimento. Gli elementi spostati nel corso di una mano restano nella stanza in cui sono stati chiamati, fino ad eventuali chiamate successive.
  • Quando un giocatore anche in virtù del fatto che nessuno degli altri partecipanti ha contrastato la sua ipotesi mostrando una carta che lo smentisse, di avere raggiunto la soluzione finale, procede – quando è il suo turno – alla formulazione di una accusa formale. Questo avviene in termini esplicitando ACCUSA e non IPOTESI come si era sostenuto fino a quel momento. È importante evidenziare che, come nella formulazione di una ipotesi la pedina del giocatore interessato deve trovarsi nella stanza in cui ritiene sia stato commesso il delitto, anche nella formulazione di una accusa tale pedina deve trovarsi nella stessa indicata dalla soluzione.
  • Nello stesso turno di gioco è possibile formulare sia un’ipotesi che un’accusa anche se differenti per arma e colpevole. Ma ricordatevi che nel corso della partita, mentre non c’è limite al numero di ipotesi, un giocatore può formulare una sola accusa.
  • Il giocatore che procede con l’accusa ottiene la possibilità di aprire la busta in cui è contenuto l’enigma e controllarne il contenuto. Se la sua accusa trova conferma, mostra tali carte agli avversari e vince la partita. Se al contrario le sue conclusioni sono errate, ripone di nuovo le carte risolutive nella busta senza mostrarle a nessuno. Da questo momento non può più formulare accuse, ma resta in gioco per rispondere a tutte le ipotesi successivamente formulate dagli avversari.

Se ami il genere giallo o il poliziesco devi assolutamente buttarti nel mistero racchiuso in Cluedo!

Versioni di Cluedo ce ne sono molte, da Nerd come siamo noi vi consigliamo la versione di The Big Ban Theory

EUR 34,67

(Fonte – indagiocare.com)

isacco corradi

Isacco Corradi fin dal 2005 si occupa per passione di internet, trasforma questa attività in lavoro nel 2009. Presidente per 10 anni della cooperativa Alpsolution, Sindaco del Comune di Lavarone dal 2015 al 2020, Vicepresidente Fondazione Museo Storico, Consigliere della Magnifica Comunità di Valle, Consigliere della Fondazione Forte Belvedere. Scrive articoli in ottimizzati e per diletto parla di tutto un pò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.