Come fare una raccomandata ?

La raccomandata rappresenta un documento particolarmente importante dal punto di vista burocratico, che permette di adempiere a obblighi specifici (come nel caso della comunicazione del cambio di residenza) e, soprattutto, in molti casi ad avere una conferma del proprio operato e della propria consegna. Si tratta, dunque, di una forma di documentazione che – per quanto abbia costi più elevati rispetto alla norma – spesso viene scelta per ragioni amministrative, e che permette di rendere il proprio lavoro molto più formale nelle proprie caratteristiche. Sulla base di queste considerazioni, vale la pena considerare tutto ciò che c’è da sapere a proposito di come fare una raccomandata: in primo luogo è opportuno capire quali e quanti tipi di raccomandata esistono e, in secundis, è bene prendere in esame anche le procedure che portano a realizzarne una nel dettaglio

Quanti tipi di raccomandate esistono?

La prima cosa che c’è da sapere, a proposito di come fare una raccomandata, è capire quanti tipi di raccomandata esistono e, soprattutto, quali siano questi stessi. In ogni caso, la raccomandata è un documento che ha dei costi superiori rispetto ad altri tipi di documentazione postale e, per realizzarne e ottenerne una, bisognerà rivolgersi a Poste Italiane, sia attraverso lo sportello di un ufficio postale, sia sul sito ufficiale delle Poste, che permetterà certamente di accelerare i tempi della propria realizzazione. Nel dettaglio, esistono quattro tipi di raccomandata:

  • Raccomandata semplice: si tratta della forma più comune di raccomandata che permette al mittente di avere una conferma della spedizione e al destinatario di lasciare una firma alla consegna;
  • Raccomandata da te: una forma più precisa di raccomandata semplice, che permette al mittente di spedire la documentazione da casa o previo appuntamento concordato con il postino;
  • Raccomandata 1: permette di effettuare una consegna veloce con due tentativi di consegna;
  • Raccomandata 1 con prova di consegna o Raccomandata A/R (con ricevuta di ritorno): la forma più utilizzata di raccomandata per spedizioni importanti o per materiale burocratico di rilievo. Questa stessa permette di avere non soltanto notifica di spedizione e garanzia di firma del destinatario, ma anche una documentazione ulteriore che sia in grado di testimoniare l’avvenuta consegna;

Come fare una raccomandata alle Poste

Chiarita l’importanza delle quattro tipologie di raccomandata, risulta essere chiaro considerare la Raccomandata A/R come la forma più importante di documentazione di cui ci si potrà servire per la propria attività: avere una garanzia di consegna dei propri prodotti e una documentazione ulteriore che possa testimoniarlo non è soltanto più sicuro per il proprio lavoro, ma anche maggiormente formale in termini prettamente burocratici. Ma come si può fare una raccomandata alla Poste?

Per prima cosa bisognerà recarsi presso lo sportello di un ufficio postale o operare attraverso il sito online delle Poste, in modo da risparmiare tempo e fila; servendosi del modello offerto dall’ufficio postale, bisognerà semplicemente inserire tutti i dati per compilare lo stesso, che siano relativi a destinatario, indirizzo, cap, città, provincia e numero civico; si dovrà poi fare lo stesso anche per il mittente e indicare, infine, se la spedizione avverrà via terra o via aerea, oltre che altre caratteristiche relative ad eventuali servizi aggiuntivi. 

Quanto costa fare una raccomandata?

Il costo di una raccomandata è certamente superiore rispetto a quello di altri documenti postali. Ovviamente, questo stesso dipende dal peso del materiale che dovrà essere trasportato. Nello specifico, la tabella di riferimento è la seguente:

  • fino a 20 g 5,40 euro;
  • oltre 20 g fino a 50 g 6,95 euro;
  • oltre 50 g fino a 100 g 7,45 euro;
  • oltre 100 g fino a 250 g 8,05 euro;
  • oltre 250 g fino a 350 g 9,00 euro;
  • oltre 350 g fino a 1000 g 11,05 euro;
  • oltre 1000 g fino a 2000 g 14,75 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.