Come fare una barchetta di carta

L’origami rappresenta una grandissima passione per tantissime persone, oltre che un’attività certamente stimolante. In effetti, mettere a punto delle piccole ma significative costruzioni non è certamente semplice ma, allo stesso tempo, mette a dura prova la pazienza di chi vuole ottenere un lavoretto che possa essere conservato o abbellito nel migliore dei modi. Tra le realizzazioni più semplici che possano essere oggetto di pratica, soprattutto per chi è agli inizi e vuole cimentarsi con l’arte dell’origami, c’è quella della barchetta di carta che – insieme a quella dell’aeroplanino – in tantissimi hanno realizzato quando erano bambini, stupendo i propri amici o imparando attraverso video e piccoli tutorial. Realizzare una barchetta di carta è facilissimo, avviene seguendo pochi e significativi passaggi e, soprattutto, porta ad un risultato finale molto gradevole dal punto di vista estetico. Ecco quali sono tutti i passaggi da considerare per realizzare una barchetta di carta. 

Tutti i passaggi da seguire per fare una barchetta di carta

Come si diceva precedentemente, fare una barchetta di carta è molto semplice, dal momento che sono pochi i passaggi da seguire e, soprattutto, non bisognerà servirsi di materiale che sia difficile da reperire. In linea del tutto generale, anche un foglio di carta può essere utile per la propria realizzazione, purchè abbia una forma che consente di realizzare la barchetta senza troppi intoppi. In generale, si consiglia di utilizzare un foglio A4 per avere la migliore forma possibile e il miglior bilanciamento tra parti, ma anche un normalissimo foglio di quaderno può essere efficace. Se si vuole ottenere una barchetta colorata o con fantasie particolari, la si può personalizzare prima di dare il via a tutti i passaggi da seguire.

Per prima cosa si dovrà piegare il foglio su se stesso in verticale, in modo che le due estremità combacino perfettamente: una volta fatto ciò, con una leggera pressione al centro, sarà possibile fissare le due parti e proseguire nella propria realizzazione. Successivamente, sarà il momento di piegare i due lembi laterali, facendo assumere loro forma triangolare, in modo che convergano entrambi verso il centro del foglio. Se la propria realizzazione è ben fatta, i due lembi devono combaciare per un lato, le loro punte dovranno toccarsi verso il centro del foglio, dopo aver realizzato i due triangoli laterali, dovrà rimanere un po’ di spazio in basso, che servirà ai procedimenti successivi. 

A questo punto, la parte rimanente del foglio che non è stata piegata dovrà essere ripiegata verso i due lati della barchetta, quasi a richiuderla: ci si accorgerà che un foglio potrà essere ripiegato su se stesso in avanti e l’altro all’indietro; semplicemente ripiegando tutto il foglio che sporge si realizzerà la base della propria barchetta. Con lo stesso procedimento, le parti che sporgono lateralmente dovranno essere ripiegate, ancora una volta con forma triangolare, verso l’interno, in modo da chiudere la barchetta anche lateralmente.

Come fare una barchetta di carta: ultimi procedimenti da seguire

A questo punto, ci si dovrebbe ritrovare di fronte a un qualcosa di molto simile a un grande triangolo isoscele, con diversi lembi piegati verso l’interno. Per completare la realizzazione della propria barchetta di carta bisognerà aprire la base della stessa – vuota – e piegarla, in modo da rendere il proprio triangolo un rombo. Fissando le parti, sarà il momento degli ultimissimi passaggi: ognuno dei lembi del rombo dovranno essere piegati verso l’alto, non completamente ma fino ad una certa altezza che permetta alla punta della propria barchetta di essere visibile. 

Fatto ciò da entrambe le parti, bisognerà riaprire la base e piegarla esattamente come nel passaggio precedente; infine, basterà tirare i due lembi laterali non usando troppa forza – altrimenti la propria barchetta si spezzerà – e la propria realizzazione sarà completata.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.