Come smettere di fumare

Smettere di fumare. Ecco una serie di consigli da parte di chi ha smesso per davvero. Fumare fa male, rende più brutta la pelle, favorisce lo sviluppo di diverse malattie, che, se non portano a manifestazioni cancerogene, tumore ai polmoni, possono creare comunque gravi disturbi. Fateci caso: se conoscete qualcuno che ha in età avanzata problemi respiratori, molto spesso purtroppo scoprirete che fumava. Così anche la tosse, problemi ai bronchi e polmoni di varia natura: fumare causa tutta una serie di disturbi che possono essere evitati senza pregiudicare lo stile di vita. Fumare rende gli abiti e i capelli impregnati di odore di fumo di sigaretta, e non è vero che aiuta il relax e la concentrazione. Ma soprattutto, la cosa che non è vera, è la convinzione che smettere di fumare sia difficile. Ecco alcuni consigli per smettere. Sarete più belli più sani e risparmierete un sacco di soldi. Che aspettate?

Guida per smettere di fumare

  • Dovete essere motivati. Insomma, dovete aver deciso che volete smettere. Se non è così, non andate nemmeno avanti a leggere, sarebbe inutile. La motivazione è tutto. Che non significa però viverla come un giuramento col sangue, significa solo che magari da mesi state pensando che la schiavitù dal fumo vi dà fastidio, che vi piacerebbe in futuro non avere sembra le sigarette di torno. Che è seccante dover uscire sotto gli acquazzoni o in tarda notte a cercare un cavolo di distributore aperto per la vostra dose quotidiana di nicotina.Insomma se sentite una vocina dentro di voi che vi dice che forse potreste provare a smettere.
  • Comunicate al vostro medico di fiducia la vostra decisione. Saprà darvi utili indicazioni (e vi farà i complimenti! Che fanno sempre sentire meglio!). Il medico saprà orientarvi su iniziative istituzionali de, ministero, assessorati, asl, messe in atto per sconfiggere la dipendenza da fumo di sigaretta. Chiedetegli informazioni.
  • Il momento giusto #1: certo non vi consiglio di smettere quando siete particolarmente sotto stress. Ma nemmeno di continuare a procrastinare  aspettando il fatidico momento giusto. Se aspettate che la vostra vita sia perfetta e che nessuna nube si profili all’orizzonte del vostro periodo di astinenza, allora forse è meglio che lasciate perdere. La vita non è perfetta e gli imprevisti accadono. Smettete in un periodo relativamente di calma ma non aspettatevi condizioni perfette e non interpretate ogni evento non programmato come scusa per riprendere a fare boccate di veleno. Smettete di fumare quando vi va. Punto. Io personalmente ho smesso in un periodo tutt’altro che tranquillo e sapete che vi dico? Da una parte meglio, perché poi, quando le cose si appianano, la strada è come se fosse in discesa. Inoltre, iniziare un’impresa come lo smettere di fumare, vi fa sentire anche più forti e aumenta l’autostima. Cose non da poco se si è in un periodo non al top.
  • Il momento giusto # 2: Approfittate di momenti in cui siete costretti a non fumare per lunghi periodi per dire no alla nicotina. Può essere una malattia, mal di gola, influenza, che vi costringono a non fumare per diversi giorni (noi non continuerete poi), oppure un volo o un lungo viaggio in luoghi dove non si può fumare. Arrivare in una situazione differente con una routine diversa dalla vostra può farvi accettare di buon grado la buona nuova abitudine, sarà più facile visto che non avrete più riti precisi legati alla sniffata di fumo.
  • Cancellate le false credenze: smettere di fumare non vi farà diventare obesi. Metterete probabilmente su qualche chilo, perché il metabolismo un po’ rallenta, ma poi tenderete a riperdere i chili presi quando il corpo si riassesterà sui nuovi parametri. Certo, basta non abbuffarvi quando smettete di fumare. In quel caso è il cibo che vi fa ingrassare, il fumo non c’entra nulla. Non è vero nemmeno che il fumo rilassa. In realtà è un eccitante e accelera la frequenza cardiaca.
  • Cambiate! Secondo me un ottimo momento per abbandonare il vizio è quando la vostra vita sta cambiando. Quando state cambiando voi, o quando sentite voglia di voler cambiare qualcosa della vostra vita! Anzi, se vi sembra che tutto attorno a voi sembra uguale, smettere di fumare può essere l’inizio di una reazione a catena per cambiare tutto il resto!
  • Aiuti # 1 Confrontarsi con altri che stanno smettendo è utile. Su internet, bello e completo è il sito Smettere di fumare, che vi consiglio di visitare e frequentare se smettete.  Dentro ci sono regole, test, tante informazioni utili e, soprattutto, c’è un forum a cui chiedere aiuto e con cui confrontare la propria disintossicazione. Si possono condividere vittorie e sconfitte, nessuno giudica. Un valido aiuto.
  • Aiuti # 2 Ho trovato utilissimo, anzi, davvero risolutivo, il libro  “E’ facile smettere di fumare se sai come farlo” di Allen Carr. Svela i percorsi mentali che a volte rendono difficile una cosa in realtà non così impossibile: smettere di fumare. . Compratelo non ve ne pentirete. Potete leggerlo anche non subito, ma nel periodo in cui state smettendo. E’ molto utile. Libro per smettere di fumare
  • So che c’è anche un metodo, chiamato Easy Way, (lo trovate anche sul web, a ll’indirizzo http://www.easywayitalia.it) basato sul metodo di Allen Carr. in rete si trova su Youtube a puntate, io vi posto qui la prima nel video, provate.. IO però non l’ho visto, ho letto solo il libro, quindi non posso dare giudizi, ma mi sembra corretto segnalarlo visto che è basato sul libro.
  • Non partite pensando che state per fare chissà che impresa. Cominciare già così vi farà apparire tutto più difficile di quanto non sia.
  • Se avete nervosismo o sentite quella voglia irresistibile alla bocca dello stomaco di accenderne una per fare un tiro, non fissatevi a pensare al vostro “sacrificio” di dire no. Pensate che tutti questi fastidi sono sintomi che il vostro corpo si sta liberano dal veleno della nicotina, catrame & company.Poi provarle non sarà solo fastidioso, ma in un certo senso anche confortevole: vuol dire che vi state disintossicando davvero.
  • Non consiglio cerotti, gomme, finte sigarette ecc..secondo me non servono. Ma se vi fanno sentire più sicuri, allora usateli. Altro trucco: a me mi faceva sentire più tranquilla sapere che avevo delle sigarette in casa (nel caso non avessi saputo resistere..). Alla fine dopo un anno ho buttato il pacchetto, senza mai averne fumata una.
  • Potete anche rivolgervi a un bravo erborista o farmacista e farvi aiutare con i Fiori di Bach o con rimedi omeopatici.
  • Bevete tantissima acqua. La nicotina è idrosolubile. Bere tanto vi aiuterà a eliminarla dal corpo e a lenire il desiderio di fumare (se sentite la voglia, bevete dell’acqua e la “sete di fumo” si placherà.
  • Regalatevi qualcosa di piacevole con i soldi risparmiati dai pacchetti: una manicure, trattamenti per il viso (dopo alcune settimane la pelle diventa come radiosa), una cena, insomma, gratificatevi, ce la state facendo!
  • Cambiate per quanto possibile la vostra routine. All’inizio è utile per non sentire la mancanza di quelle sigarette che accompagnavano gesti rituali. E vi aiuterà anche a sentirvi diversi. Migliori. Magari cominciate a fare un po’ di sport (sentirete il fiato e la forma migliorare notevolmente). O yoga, per cominciare a “rivegliare” il vostro corpo dolcemente.
  • Frequentate ambienti dove è proibito fumare e godetevi la libertà di poterci stare dentro senza dover sempre uscire a respirare fumo!
  • Avvertite i vostri amici della vostra scelta e chiedere loro di supportarvi.
  • Non avvilitevi se riprendete. Tanti hanno smesso e ripreso più volte prima di smettere la volta definitiva. Se non è questa sarà la prossima!
  • Dopo 6 mesi potete cominciare a pensare che ne siete abbastanza fuori. Manon fate cadere la guardia.
  • In bocca al lupo! Nella prossima guida parleremo di come non ricominciare a fumare.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.