Come fare la focaccia

Come tutti sanno esiste la merenda dolce e la merenda salata. Migliaia sono gli snack dolci che possono essere preparati per uno spuntino pomeridiano, ma quali sono invece le merende salate? La prima e più squisita merenda salata che salta all’occhio è di sicuro la focaccia. La focaccia si presenta con la sua consistenza morbida e gustosa, con svariate possibilità di farcitura (qualsiasi tipo di salume ad esempio) e con una sapidità tale da renderla perfetta per gli amanti dei gusti rustici. Insieme alla pizza è uno dei piatti preferiti sia dai grandi che dai piccini e soprattutto con un po’ di manualità e pazienza si possono preparare entrambe a casa. Gli ingredienti essenziali sono davvero pochi e facili da reperire e la sua preparazione non è affatto tra le più complicate.

Gli ingredienti della focaccia

Gli ingredienti, come già anticipato sono davvero pochi e di seguito vengono riportati quelli essenziali per la preparazione dell’impasto.

  • Farina 00 500 g 
  • Acqua a temperatura ambiente 300 g 
  • Olio extravergine d’oliva 20 g 
  • Sale fino 5 g 
  • Lievito di birra fresco 4 g

E’ necessario ora riportare quelli che invece sono i componenti necessari per un suo condimento. In tal senso gli ingredienti sono i seguenti.

  • Fiocchi di sale q.b.
  • Rosmarino q.b. 
  • Olio extravergine d’oliva 30 g 
  • Acqua 15 g

Si segnala infine la necessità di utilizzare possibilmente l’olio extravergine di oliva per ungere sia il piano di lavoro che la teglia e l’impasto.

Preparazione della focaccia

La preparazione della focaccia morbida consta di molteplici semplici passaggi da seguire e rispettare con attenzione. La cura dei particolari è fondamentale per ottenere un risultato che sia davvero soddisfacente. L’attenzione da prestare infatti alla cottura o alla formazione dell’impasto ci permetterà di ottenere la morbidezza che contraddistingue questo alimento. Se dunque i vari passaggi saranno seguiti in maniera fedele a quanto di seguito riportato, la focaccia che ne verrà fuori sarà una gioia per il palato.

Preparazione dell’impasto per la focaccia

Per prima cosa occorre preparare l’impasto della focaccia, per farlo bisogna versare il lievito previamente sbriciolato nell’acqua e mescolare il tutto fino al completo scioglimento. Successivamente va versata la farina all’interno di un’apposita ciotola dotata di gancio. Si unisce la farina con l’acqua e si comincia poi ad impastare, avendo cura di aggiungere il sale e l’olio a filo. Quando l’impasto sarà ben liscio lo si rovescerà su un piano da lavoro opportunamente oleato in precedenza. 

Importante sarà a questo punto lavorare bene l’impasto e lasciarlo a riposo in una ciotola coperta con pellicola, dopo avergli dato una forma sferica. Dopo aver fatto tutto ciò si potrà lasciare lievitare l’impasto per due ore circa, al termine delle quali sarà possibile rovesciarlo su una teglia che va però prima unta con l’olio extravergine di oliva. L’impasto va poi steso su tutta la teglia. La stessa va poi chiusa con una pellicola e va messa all’interno del forno spento, ma con la luce accesa. La temperatura ideale che dovrà avere il forno in questa situazione è una temperatura compresa tra i 25 e i 30 gradi. Mentre si lascia l’impasto lievitare in forno per circa un’ora ci si appresta a creare una salamoia, attraverso una miscela di acqua e olio. 

Trascorsa l’ora in questione è possibile praticare con le dita alcuni buchi ( i famosi buchi della focaccia) che andranno poi riempiti con la salamoia e i fiocchi di sale, come il resto della superficie dell’impasto. Fatto ciò ci si avvia verso la fase finale della preparazione della focaccia. Si condisce il tutto con il rosmarino e si cuocerà l’impasto in un forno ventilato preriscaldato a 200 gradi per 40 minuti. Infine, una volta sfornata la focaccia morbida, si potrà procedere a servirla ancora calda.

Conservazione della focaccia

La focaccia morbida ha un periodo di conservazione che oscilla tra 1 e 2 giorni, oltre ai quali si potrà conservarla in un sacchetto di plastica, ovviamente chiuso. Non è impensabile il fatto di congelarla, ma nel caso in cui si procedesse in questa direzione, sarà poi necessario lasciarla prima scongelare, per poi riscaldarla nuovamente in forno.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.