Come ci si difende dal coronavirus?

Ne parlano tutti vi è anche paura e agitazione nelle grandi città, un allarmismo motivato dal non conoscenza di questo virus che ha infettato milioni di persone ed alcune di esse sono morte.

La difficoltà nell’individuazione è dovuta al fatto dei lunghi tempi di incubazione e che anche quando si manifesta assomiglia ad una semplice influenza.

Attacca l’apparato respiratorio, di conseguenza solitamente, tosse e mal di gola sono i primi sintomi. Attualmente non essendoci un vaccino viene curato come una bronchite.

In che modo la scienza combatte il coronavirus?

La comunità scientifica è stata rapida e veloce. Infatti è stato identificato il corredo genetico del virus e quindi ora è possibile identificare il virus,grazie a test rapidi per la diagnosi, fondamentali per riconoscere precocemente se il responsabile dei sintomi è proprio il coronavirus cinese e oppure uno dei già comuni virus, tra cui l’influenza.

Esiste una cura al coronavirus?

NO in questo momento non esiste, il virus viene combattuto con antibiotici generici, tuttavia stanno sviluppando il vaccino per il coronavirus.

I consigli dunque sono quelli per prevenite una normale influenza ed in particolare: pulizia ed igiene, lavare bene ciò che si mangia, maggiore attenzione nei viaggi e nei posti affollati.

Maggiori informazioni sono fornite direttamente dal ministero alla salute che ha creato una pagina ad hoc sull’argomento:

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/homeNuovoCoronavirus.jsp

In italia il virus è presente?

Leggendo il sito del ministero si legge in data 29 gennaio questo comunicato:

Comunicato n. 29
Data del comunicato 29 gennaio 2020

Al momento tutti i casi sospetti segnalati in Italia si sono rivelati negativi ai test per il coronavirus 2019-nCoV.

Quindi possiamo stare più tranquilli.

I consigli del ministero se rientrate in italia dalla cina

Se siete andati in cina e state tornando in italia ecco alcuni accorgimenti:

Al vostro ritorno in Italia
Se nelle due settimane successive al vostro ritorno
si dovessero presentare sintomi respiratori
(febbre,tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie),
a scopo precauzionale chiamare: 1500.

  • indossare una maschera chirurgica se si è in contatto con altre persone.
  • Usare fazzoletti usa e getta
  • Lavarsi bene le mani

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 3 / 5. Punteggio articolo: 1

Luigia Bruccoleri

Classe '89, laureata alla Facoltà di Scienze Motorie di Napoli, sportiva al 100% e tifosa del Calcio Napoli sin da piccola. Amo e seguo lo sport a 360°. Giocatrice di pallacanestro da ormai 19 anni, praticamente da sempre! Amo andare in bici, esplorare la natura, andare al cinema, ascoltare la buona musica. Appassionata dei motori, soprattutto delle due ruote, adoro la spensieratezza che si prova guidandole. Amo gli animali e ho un dolce cagnolino "ormai nonnino" di 17 anni e di nome Willy! Il mio motto è: "Crederci Sempre, arrendersi Mai".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.