Come aprire facilmente una noce di cocco

L’estate è vero, è passata da un pezzo, e con essa anche la voglia costante di dissetarci, magari con della gustosa frutta di stagione. Proprio in estate, uno dei frutti maggiormente apprezzati, reperibile anche durante le feste di paese o le fiere, o vendibile già pronto da gustare, è il cocco. Quante volte vi è capitato di fare la spesa e di vedere una bella noce di cocco nel reparto della frutta e verdura, ma di rinunciare sempre ad acquistarla per paura di non essere in grado di aprirla? E’ vero, a prima vista appare un lavoro non sempre semplice da compiere, a causa proprio del suo guscio per nulla semplice da aprire.

In questa guida, cercherò di farvi cambiare idea quando vedrete la prossima noce di cocco in un supermercato, poiché vi renderete conto da soli di quanto sia facile aprirla e mangiare il suo buonissimo frutto!

  • Innanzitutto, quando vi troverete di fronte a delle noci da cocco, probabilmente, al di là delle diverse dimensioni, una vi sembrerà uguale alle altre. In realtà, la noce che vi sembrerà più pesante, dovrebbe generalmente essere anche la più buona, in quanto ciò indicherà la presenza, al suo interno, di sufficiente acqua, sinonimo di maggiore freschezza del frutto stesso.
  • Una volta scelta ed acquistata la nostra noce di cocco (se siete in pochi a mangiarla è sempre consigliato prenderne una di dimensioni non eccessive; tuttavia, sarà sempre possibile conservarla in frigo una volta aperta, per qualche giorno), non ci resta che procedere con la sua apertura: in primo luogo, noteremo i classici tre cerchi di colore scuro, alla base di essa. Uno di questi cerchi, risulterà più morbido degli altri, e proprio su questo andremo ad agire, attraverso l’ausilio di un apribottiglie, forandolo e stando attenti a non far uscire l’acqua contenuta all’interno (se riuscite a forarne due, è anche meglio).
  • L’acqua, possiamo tranquillamente versarla in una ciotola e berla (al naturale o filtrata con l’uso di un colino), a seconda dei nostri personali gusti. L’importante è svuotare con cura il nostro cocco di tutto il liquido che contiene.
  • A questo punto, c’è chi preferisce direttamente agire, con l’ausilio di un martello, al fine di rompere la dura noce, eppure, ci sarebbe uno stratagemma molto più efficace, che renderà meno difficoltosa questa operazione: dopo aver pre-riscaldato il nostro forno a 200 gradi, inforniamo il cocco per circa 5 minuti. Non preoccupatevi della parte interna, poiché resterà fresca, senza subire danni. In tal modo, il materiale di cui è composta la nostra noce, sarà predisposto a frantumarsi facilmente (talvolta, si aprirà direttamente nel forno).
  • Dopo aver estratto il cocco dal forno, poniamolo su una superficie solida e diamo qualche martellata decisa. In questo modo, la nostra noce si frantumerà con grande semplicità.
  • E’ arrivato il momento di separare la polpa dal guscio, attraverso l’uso di un coltellino.
  • Dopo aver tagliato in piccoli pezzi il cocco, come meglio preferiamo, sciacquateli sotto l’acqua corrente in modo da rimuovere con sicurezza le eventuali schegge di corteccia e metteteli in frigo prima di poterli gustare freschi al punto giusto!

Foto: https://pixabay.com/it/photos/noce-di-cocco-noci-di-cocco-esotici-60395/

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.