Come ottimizzare un sito web aziendale

Per un’impresa oggi è essenziale avere a disposizione un sito web di qualità. Uno dei primi passi che permettono di rendere utile un sito consiste nell’eseguire l’ottimizzazione SEO. In sostanza si tratta di tutte quelle tecniche che consentono alle pagine del sito di ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca. Svolgere questo compito comporta la necessità di conoscere gli algoritmi dei principali motori di ricerca, essenzialmente di Google. Si tratta di operazioni da svolgere a vari livelli, di alcune delle quali si possono occupare anche i principianti del settore, ma non è sempre così.

Perché cercare un consulente
Le tecniche SEO oggi utilizzate dalla gran parte dei siti internet, o almeno da quelli più importanti, sono complesse e in costante aggiornamento. Chi non ha grande dimestichezza in questo settore potrebbe commettere errori grossolani, che oltre a fargli perdere tempo possono anche risultare del tutto controproducenti per quanto riguarda il posizionamento sui motori di ricerca. All’atto pratico per fare SEO oggi è importante essere dentro alle problematiche di questo settore in costante movimento. Per questo motivo il modo migliore di occuparsi della SEO di un sito web aziendale consiste nel trovare dei bravi consulenti esterni, che siano in grado non solo di costruire un sito web di qualità, ma anche di gestirlo nel tempo e di tenere sotto controllo la SEO.

Cosa può fare il “principiante”
Mentre i consulenti si occuperanno dei contenuti delle singole pagine, così come di gestire le principali funzionalità di un sito, restano comunque alcuni compiti che l’azienda può svolgere “in proprio”, senza lasciarli ad altri. Si tratta di tutti quegli aggiornamenti che vanno svolti con una certa regolarità. Ad esempio per quanto riguarda i contatti interni all’azienda, i soggetti dell’organigramma presenti, con i rispettivi ruoli e numeri di telefono interni. Periodicamente è importante anche aprire la scheda di Google My Business per controllare e riempire tutti i campi presenti. Sono anche molti i contenuti presenti su qualsiasi sito web che necessitano di una certa conoscenza dell’argomento di cui trattano. Che sia la storia del fondatore dell’azienda o la descrizione dell’ultimo prodotto presentato al mercato, questi contenuti spesso non possono essere completati da un consulente, se non dopo aver ottenuto tutte le informazioni necessarie da qualcuno che effettivamente le possiede.

Di cosa si occupa il consulente esterno
Come abbiamo detto è importante rivolgersi a consulenti esterni, che si occuperanno della SEO per il sito della nostra azienda. Per farlo questi collaboratori si occuperanno dei testi, insieme a personale dell’azienda, ma non solo. Dovranno anche fare in modo che le pagine del sito aziendale abbiano una grafica in linea con quella del brand, che funzionino senza intoppi e che siano presenti argomenti facili da comprendere e completi. Oltre a questo si attiverà anche in ambiti leggermente diversi dal singolo sito. Molte società di consulenza si occupano anche di link building: in pratica pubblicano su altri siti pagine che parlano della singola azienda e dei suoi prodotti, le quali non hanno esplicite finalità di marketing. Esistono poi varie strategie che permettono di dare alla singola azienda maggiore autorevolezza nell’ambito in cui opera, utilizzando anche i social.

La pubblicità online
Il sito di una PMI svolge diversi compiti, tra cui anche quello di fare pubblicità, ma non è di fatto il principale. Per il marketing online si utilizzano di fatto altre tipologie di strumenti eterni, tra cui la presenza sui social, ma anche l’utilizzo di e-mail ai potenziali clienti o l’inserimento di messaggi pubblicitari in pagine di altri siti. Di fatto si agisce su più fronti, cosa per cui è importante utilizzare l’aiuto da parte di consulenti esterni, che collaboreranno però con soggetti interni all’azienda. Anche perché solo così si può avere costantemente il controllo della situazione, la conoscenza di tutte le promozioni, dei nuovi prodotti e via dicendo.

Il servizio clienti
Chi si occupa del sito dell’azienda in cui lavora si dovrà preoccupare anche del servizio clienti. Questa è spesso una delle principali funzioni oggi svolte dai siti delle PMI. Di fatto il cliente che ha qualche domanda dovrebbe trovarvi una risposta sul sito dell’azienda; solo in seconda battuta dovrebbe potersi rivolgere al servizio clienti telefonico, o via e-mail. Pubblicare delle FAQ di qualità, mettere a disposizione dei clienti manuali, driver o altri strumenti simili, sono tutte attività che è bene svolgere dall’interno, che consentono di rendere più utile il sito aziendale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.