Come fare mascherine antivirus

La realtà del coronavirus ha cambiato il modo di intendere e interpretare la vita in ogni suo ambito e significato. I diversi cambiamenti che ci sono stati dal punto di vista economico, lavorativo e sociale si accompagnano, necessariamente, a nuove abitudini, che risultano essere dominanti nel processo della propria quotidianità. Tra queste, di sicuro, le abitudini fondamentali sono quelle che portano al cercare di non creare assembramenti e, soprattutto, ad utilizzare la mascherina.

Prima la mascherina riusciva ad essere una realtà particolarmente lontana rispetto al contesto di quotidianità, con il coronavirus è diventata quanto mai comune, e, in un primo momento della pandemia, quando il contesto era dominato da maggior caos, era molto difficile riuscire a trovare mascherine accessibili a tutti, a causa di prezzi spropositati e di occasioni di sciacallaggio di qualsiasi tipo. In quel momento moltissime persone hanno capito che bisognava affidarsi al faidate, riuscendo a realizzare mascherine chirurgiche e di stoffa direttamente servendosi di ciò che avevano a disposizione.

Anche se ci si ritrova, in una seconda fase del coronavirus, con mascherine dal prezzo calmierato e spesso disponibili, un intensificarsi dei casi potrebbe portare ad una nuova esigenza di fabbricare mascherine antivirus, per riuscire a rispettare le norme sanitarie e, soprattutto, per proteggersi. Ecco, dunque, come fare mascherine antivirus.

Come fare mascherine antivirus chirurgiche

A questo punto, si può considerare quale sia il procedimento che porta alla realizzazione di una mascherina chirurgica. Per capire come fare mascherine antivirus chirurgiche, per prima cosa bisogna comprendere quali siano i materiali di cui servirsi per realizzare una maschera, all’occorrenza anche lavabile è riutilizzabile.

È opportuno sottolineare che le mascherine chirurgiche non hanno un potere decisivo nel contrastare il virus, ma se vengono utilizzate da tutti, riescono a schermare la possibilità di droplet, ovvero di quella emissione di goccioline di saliva che risultano essere le principali responsabili della trasmissione del coronavirus.

Per questo motivo, è opportuno avere sempre con sé una mascherina, non soltanto per adeguarsi alle norme sanitarie vigenti, ma anche e soprattutto per proteggere se stessi e gli altri. Al fine di realizzare una mascherina chirurgica, gli strumenti da utilizzare sono i seguenti:

  • Due pezzi di stoffa in cotone della grandezza di 20×19 cm;
  • Forbici;
  • Metro da sarta;
  • Squadre;
  • Macchina da cucire;
  • Ago e filo;
  • Elastici;
  • Cartamodello da cui intagliare la mascherina sui tessuti.

Al fine di comprendere come realizzare una mascherina antivirus, il primo passo è quello di prendere il primo pezzo di stoffa, e all’interno dello stesso inserire gli elastici ai lati, nel bordo di 19 cm. I due elastici dovranno essere posizionati in modo da trovarsi ad un centimetro e mezzo di distanza tra loro, in modo da creare la distanza minima per l’inserimento dell’elastico e la copertura delle orecchie.

Successivamente, bisognerà semplicemente sovrapporre il secondo pezzo di stoffa al primo, ripetendo lo stesso procedimento realizzato precedentemente. A questo punto, servendosi di una macchina per cucire, potranno essere fissate le due superfici, applicando alle stesse gli elastici posizionati in precedenza. 

Per questo motivo, è consigliato ripassare gli elastici più volte sulla stessa superficie, per evitare che questi stessi si stacchino prima di essere cuciti. A questo punto, dopo aver effettuato il procedimento principale, la mascherina dovrà essere risvoltata, tagliando il tessuto in eccesso nei quattro angoli. I tessuti dovranno essere ben stirati, in modo da rendere il procedimento globale molto più semplice da realizzare.

Prendendo, in questo modo, le misure con degli spilli, e avendo una mascherina ben stirata, sarà molto più semplice compiere tutti i passaggi che portano alla realizzazione di una mascherina antivirus. Le misure prese con gli spilli serviranno, naturalmente, anche a creare le classiche pieghe interne, in modo che la mascherina si adatti perfettamente alla forma del proprio naso e, soprattutto, al mento.

La mascherina, in effetti, deve riuscire a contenere perfettamente naso e bocca, al fine di assicurare una copertura decisiva per evitare il diffondersi del virus. Per questo motivo, la maschera antivirus realizzata deve saper garantire ottima copertura per il proprio naso, facendo attenzione a renderla aderente per lo stesso; chiaramente, trattandosi di una maschera realizzata con stoffa, le pieghe ottimali per il naso potranno essere realizzate direttamente con la macchina per cucire.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.