Come giocare a sette e mezzo

Finalmente le feste sono arrivate! Il bello di tali ricorrenze è l’atmosfera che si crea nelle case delle famiglie: i pranzi, le chiacchierate, le risate… e le nottate trascorse a giocare. A proposito di giochi, oggi vi spiego come giocare a sette mezzo, popolare gioco di carte italiano considerato gioco d’azzardo… Quindi giocate per divertirvi e non per buttare via soldi!

Tra una tombolata e l’altra, ecco le regole per giocare a sette e mezzo

Istruzioni su come giocare a sette e mezzo

LE CARTE

  • un mazzo di 40 carte, tipo napoletane

oppure

  • un mazzo di 53 carte francesi (se utilizzerete queste ricordate di togliere gli otto, i nove e i dieci)

SCOPO DEL GIOCO

Lo scopo del gioco è quello di realizzare il punteggio più alto possibile, e con il minor numero di carte, senza mai superare il sette e mezzo. Il mazziere deve cercare di eguagliare o superare il punteggio del maggior numero possibile di giocatori senza sballare.

QUANTO VALGONO LE CARTE?

  • Le figure: mezzo punto
  • Le altre carte il loro valore nominale (esempio: l’asso vale 1; il due vale 2; ecc)
  • Il re di danari (o di quadri) – detto anche matta – può assumere, a piacere del giocatore che lo riceve, un valore intero oppure mezzo punto

COME SI GIOCA

1. Il mazziere, che può essere nominato a caso, distribuisce ad ogni giocatore una carta coperta

2. Inizia il giocatore che sta a destra del mazziere (a sinistra se il gioco si svolge in senso orario), che dopo aver visto la propria carta ha due possibilità:

  • può chiedere un’altra carta, pronunciando la parola “carta”: in questo caso, il mazziere gli darà un’altra carta, ma questa volta sarà scoperta. A questo punto il giocatore può decidere se stare oppure chiedere un’altra carta… Se la somma supera il valore del sette e mezzo significa che ha sballato e dovrà pagare subito
  • può decidere di fermarsi, pronunciando la parola “sto”: in questo caso il turno passa al giocatore successivo

3. Chi ottiene un sette e mezzo deve dirlo all’istante, mostrando le carte a tutti i giocatori

4. Il turno del mazziere – le regole sono le medesime, l’unica differenza sta durante la distribuzione delle carte in quanto quella del mazziere dovrà risultare scoperta in modo che sia visibile a tutti: quando il mazziere “sta” oppure sballa, si conclude la mano e ogni giocatore dovrà scoprire le proprie carte. Dopodiché si sommano i valori di tutte le carte e si confrontano i vari punteggi con quello del mazziere:

  • vince chi ha il punteggio più alto,
  • riscuote chi supera il mazziere in termini di punti,
  • paga chi sballa

Infine, se il sette e mezzo viene realizzato solo con due carte, viene definito sette e mezzo reale o sette e mezzo legittimo: chi realizza tale punteggio riceverà dal mazziere una somma pari al doppio della posta. In più, nella partita successiva sarà lui il mazziere. Se il sette e mezzo reale (o legittimo) viene realizzato da più giocatori? Il mazziere sarà il giocatore seduto alla destra del mazziere in corso.

Buon divertimento!

Un buon modo per passare il tempo se ci si annoia senza usare pc smartphone o internet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.