Come fare un tampone

Il Coronavirus ha cambiato la maggior parte delle abitudini e delle azioni che potevano essere svolte nell’ambito della propria quotidianità; ogni singolo gesto è determinato da un cambiamento sostanziale che si osserva dal punto di vista sociale, economico, normativo e sanitario. Tra i tanti cambiamenti, quello più importante che ha riguardato la maggior parte delle persone è rappresentato dal tampone.

Un tampone è una misura di controllo e di verifica dell’eventuale positività al Covid e, da quando il virus ha iniziato ad imperversare, le forme di tampone sono state molteplici e diversificate, in base alla specifica casistica da considerare. Se al giorno d’oggi i tamponi sono particolarmente diffusi, non tutti sanno come rapportarsi allo stesso: dunque, come fare un tampone? Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito. 

Come fare un tampone nasofaringeo

Rispondere all’interrogativo riguardante come fare un tampone non è assolutamente semplice se non si considera una naturale differenza che c’è tra tutte le tipologie di tampone che possono essere realizzate. Ovviamente, ognuna di queste stesse dipende dal caso specifico e dalla propria situazione sanitaria. La prima e più diffusa forma di tampone che può essere realizzata è il tampone nasofaringeo, in grado di rilevare il genoma (RNA) del virus SARS-Cov-2 e, dunque, l’eventuale infezione in atto. 

Il tampone in questione può essere realizzato attraverso due forme differenti, che servono a sopperire sia ai lunghi tempi di attesa che sono rappresentati dal lavoro delle ASL, sia in grado di offrire soluzioni differenti in base alla risposta che si vuole ottenere. Nel primo caso ci si servirà del test molecolare, realizzato sulla base di un iter che coinvolge il proprio medico di base o la ASL di riferimento.

Bisognerà, in effetti, offrire tutti i dati riguardanti la propria situazione e l’eventuale contatto con positivi, in modo da allertare anche tutti coloro che potrebbero essere stati coinvolti dal virus in questione. Dopo aver inviato la propria comunicazione bisognerà aspettare secondo i tempi tecnici predisposti dalle liste di attesa, prima di sottoporsi alla naturale procedura del tampone. A seguito della procedura bisognerà aspettare i naturali tempi tecnici e la comunicazione dell’organo competente.

In alternativa, una soluzione può essere rappresentata dai test antigenici rapidi, che si basano proprio sul meccanismo della rilevazione di antigeni che siano collegati al virus. Per questo motivo, i test sono molto meno costosi ed è semplice realizzarne uno, dal momento che richiede un tempo di attesa minimo ed è in grado di offrire risultati in poche ore. Chiaramente, l’attendibilità non è la stessa di un test molecolare ma, in ogni caso, le ultime creazioni in tal senso hanno saputo rispondere perfettamente a quella mancanza di sensibilità che avevano in origine, proponendosi come metodo importantissimo di tracciamento e analisi. 

Come fare il test sierologico

Un’altra forma di tracciamento e controllo è rappresentata dalla possibilità di effettuare un test sierologico, che verifica la possibile esposizione al Covid da parte di una persona analizzata. In altre parole, questo stesso non serve a sottolineare la possibilità di un’infezione in atto, ma la storia clinica di un paziente e la probabilità di aver contratto il Coronavirus pur non avendone manifestato i sintomi in maniera grave e palese. 

Il Ministero della Salute si è espresso in tal senso, spiegando: “la qualità e l’affidabilità di un test dipendono in particolare dalle due caratteristiche di specificità e sensibilità, e pertanto, sebbene non sussistano in relazione ad esse obblighi di legge, è fortemente raccomandato l’utilizzo di test del tipo CLIA e/o ELISA che abbiano una specificità non inferiore al 95% e una sensibilità non inferiore al 90%, al fine di ridurre il numero di risultati falsi positivi e falsi negativi. Al di sotto di queste soglie, l’affidabilità del risultato ottenuto non è adeguata alle finalità per cui i test vengono eseguiti”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.