Come fare il latte condensato

Quella del latte condensato rappresenta una ricetta particolarmente amata da numerose persone, dal momento che porta inevitabilmente a ricordi di infanzia in cui questo stesso veniva utilizzato in sostituzione di altre tipologie di alimento. Non solo, dal momento che il latte condensato può essere rappresentato senza troppi sforzi, attraverso una ricetta semplice e veloce, che può essere realizzata attraverso una spesa minima e per soddisfare ogni possibile esigenza. Che si voglia avere un alimento da portare con sé semplicemente o da utilizzare al posto di marmellata da spalmare, il latte condensato può rappresentare la soluzione in tante occasione. Ecco, dunque, tutto ciò che c’è da sapere a proposito di come fare il latte condensato, considerando sia gli ingredienti da utilizzare, sia la preparazione di cui servirsi. 

Come fare il latte condensato: gli ingredienti da utilizzare

Prima cosa che c’è da sapere, a proposito di come fare il latte condensato, riguarda naturalmente gli ingredienti da utilizzare per la realizzazione della ricetta stessa. Gli ingredienti sono semplicissimi da trovare in ogni abitazione e, per questo motivo, il costo della ricetta risulta essere particolarmente basso. Nello specifico, ecco quali sono gli ingredienti di cui servirsi per realizzare il latte condensato, considerando una porzione di circa 350 grammi:

  • 200 ml Latte
  • 200 g Zucchero a velo
  • 50 g Burro

La preparazione del latte condensato

Se gli ingredienti di cui servirsi per capire come fare il latte condensato sono semplici da trovare in ogni abitazione e rendono la ricetta molto economica, non bisogna sottovalutare ogni fase della preparazione del latte condensato, per quanto sia più che semplice ottenerlo in poche e semplici fasi da seguire in modo minuzioso. 

Per prima cosa, bisogna far sciogliere lo zucchero a velo all’interno di un pentolino, insieme a burro e latte: per ottenere questo risultato, basterà semplicemente portare il latte a ebollizione, attendendo circa 12 minuti e mescolando gli elementi. A questo punto, gli ingredienti dovrebbero iniziare ad addensarsi tra di loro, portando all’ottenimento di una prima forma di latte condensato. E’ importante fare attenzione che la crema non presenti grumi e sia ben densa. 

A questo punto, il latte ottenuto dovrà essere inserito all’interno di barattolini per ottenere la sua caratteristica forma, che gli permette di essere anche semplicemente trasportabile. I barattoli dovranno essere inseriti all’interno di una pentola d’acqua e lasciati a bollire per 20 minuti. Successivamente, dovranno essere estratti mediante l’utilizzo di una pinza, e asciugati con un panno: all’interno di questi stessi potrà essere versato il latte condensato ancora bollente e aspettare che si raffreddi. Se questa procedura non porta ai risultati sperati, si potrà ripetere l’esperimento e aspettare ancora 10 minuti prima di far raffreddare i barattoli. 

Latte condensato: a che cosa serve e come conservarlo?

Una volta ottenuto il latte condensato, questo stesso può essere conservato per almeno 2 mesi, se tenuto sottovuoto all’interno di una dispensa. In alternativa, è consigliabile tenerlo per qualche giorno all’interno di un frigorifero, anche se non andrà congelato per evitare problematiche alimentari. 

Il latte condensato può essere utilizzato per successive ricette o in sostituzione di altri alimenti: può essere utilizzato al posto della marmellata se spalmato su fette biscottate o pane; è l’ingrediente di molti dessert di tradizione orientale, nonché la base del dulce de leche argentino e del medovik russo. Infine, il latte condensato può essere utilizzato anche per guarnire dolci e altre ricette. 

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.