Come fare un massaggio a gambe affaticate

L’estate porta spesso una sensazione di gonfiore e pesantezza alle gambe, in particolar modo alle donne.

Colpa del caldo, che esercita un’azione vasodilatatrice dei capillari, ma spesso anche della moda (gonne strette, scarpe con il tacco alto) che contribuisce a rendere ancora più difficoltosa la circolazione degli arti inferiori, già complessa di per sé.

Per prevenire questi gonfiori valgono sempre le solite regole: utilizzare tacchi larghi di circa tre centimetri di altezza, riservando lo stiletto solo per le serate speciali, dire no a vestiti e calzamaglie troppo stretti, praticare una moderata attività fisica, bere molta acqua e condurre una dieta povera di sale.

Ma a fine giornata, un bel massaggio rigenerante alle gambe può aiutare a scaricare lo stress della giornata. Potete farlo anche da sole, magari utilizzando dell’olio per massaggi profumato o dell’olio di mandorle dolci: oltre ad avere un profumo rigenerante, nutrirà la pelle affaticata da caldo e sudore.

Istruzioni  per fare un massaggio alle gambe

  • Toglietevi scarpe, calze o collant e  stendetevi sul letto o sul divano. Cercate di rilassarvi e di lasciarvi alle spalle i pensieri della giornata.
  • Iniziate con degli esercizi di torsione del piede, rigirandolo verso l’interno e verso l’esterno con movimenti circolari, proprio come ci consigliavano alle lezioni di nuoto durante la fase di riscaldamento.
  • Continuate piegando il piede in avanti e indietro, come spingendo i pedali dell’auto.
  • A questo punto passate all’olio: spargetevelo sulle mani e sfregatele, serve a riscaldarlo.
  • Iniziate a massaggiare partire dalla punta del piede, con movimenti circolari ascendenti. E’ importante procedere sempre dal basso verso l’alto perché aiuta il sangue a risalire verso il cuore. Procedete lentamente, ma non risparmiate forza e vigore.
  • Una volta raggiunti i polpacci, abbandonate il movimento rotatorio e cominciate a muovere le mani come impastando. Con i pollici, stimolate la zona sotto il ginocchio, procedendo sempre dal basso verso l’alto.
  • Riprendete il movimento rotatorio salendo lungo tutta la coscia. Se necessario, utilizzate altro olio.
  • Ogni tanto, alternate il movimento con dei pizzicotti, soprattutto sulle cosce (senza esagerare!): oltre a essere gradevole, è anche stimolante per la circolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.