Come fare la panna cotta

Amatissimo budino di origine italiana, la panna cotta è uno squisito dolce ottenuto a partire da pochi ingredienti di immediata reperibilità. Si suppone che le origini della panna cotta affondino le radici nel piemontese. Più precisamente all’alba del XX Secolo. Oggi gustata in tutta Italia e Oltralpe, la panna cotta riesce a mettere d’accordo tutti, a prescindere dai gusti e dall’età dei commensali. È possibile servire questo amatissimo dessert con le guarnizioni che si preferiscono: dai frutti di bosco al caramello, fino ad arrivare al cioccolato. In questa guida, scopriremo come fare la panna cotta.

Come fare la panna cotta, ingredienti

Come già precedentemente accennato, gli ingredienti per la panna cotta sono pochi, semplici e di reperibilità immediata. Questa ricetta prevede un totale di 350 kcal per porzione e comprende:

–        Panna fresca liquida 500 ml

–        Baccello di vaniglia 1

–        Gelatina in fogli 8 g

–        Zucchero 80 g

La preparazione

Di seguito, scopriremo come fare la panna cotta nel pratico. Innanzitutto, dobbiamo mettere a mollo i fogli di gelatina in una vaschetta riempita di acqua fredda. La gelatina dovrà restare a mollo per circa quindici minuti. Dopodiché, andiamo ad incidere il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza, per poi estrarre i semini raschiando con la punta di un coltello. Adesso, non dovremo fare altro che mettere la panna liquida in un pentolino, per poi versare lo zucchero. Continuiamo aromatizzando con i semi di vaniglia, per poi inserire anche il baccello. Scaldiamo a fuoco basso il composto, avendo cura di non farlo bollire. Ora, spegniamo il fuoco ed estraiamo il baccello con una pinza da cucina.

Come fare la panna cotta, ultimi step

Siamo già giunti ad un buon punto della nostra guida su come fare la panna cotta. Dopo aver seguito tutti i passaggi sopracitati, infatti, dovremo procedere scolando la gelatina senza strizzare eccessivamente. Continuiamo mescolando con un cucchiaio di legno o una frusta a mano, fino a ché la gelatina non si sarà completamente sciolta. Dovremo assicurarci del fatto che la nostra panna cotta non presenti grumi. Dopodiché, andremo a prendere 4 stampini da 150 ml in cui verseremo il dessert servendoci di un mestolo.

Dopo aver riempito gli stampini, mettiamo la panna cotta in frigorifero, in modo che questa rassodi per almeno 5 ore. Dopodiché, andiamo a curare l’estetica immergendo ciascuno stampo per qualche istante in acqua bollente. A questo punto, procediamo sformando la panna cotta immediatamente su ciascun piatto da portata. Adesso, potremo servire la nostra panna cotta al naturale, con del buon caramello o dello squisito cioccolato fuso. Ancora, consigliamo di servire il dessert con un genuino dressing alla frutta fresca. È possibile conservare la panna cotta in frigorifero per circa 4 giorni; purché sia ben coperta con della pellicola o sia riposta in un contenitore a chiusura ermetica. È anche possibile congelare la panna cotta, per servirla quando meglio si preferisce. 

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.