Come fare la besciamella

La besciamella è una delle salse che risulta essere maggiormente utilizzate all’interno della cucina italiana, data la sua grande versatilità e, soprattutto, grazie alla semplicità con cui può essere realizzata e utilizzata all’interno di ricette particolarmente importanti e molto amate all’interno della cultura culinaria italiana, come lasagne, pasta al forno, cannelloni e tante altre di uguale livello e bontà. Si tratta di una salsa che ha una storia molto particolare, e che porta sia italiani che francesi a rivendicarne la paternità: i francesi sostengono di averla inventata per primi, mentre gli italiani ribattono dicendo che l’invenzione sia da attribuire a Caterina de’ Medici che poi ha importato, proprio in Francia, la sua ricetta con il nome di salsa colla. Il nome besciamella deriva dal cortigiano Louis de Bechamel, che diede per la prima volta questo stesso nome alla preziosa salsa che divenne molto celebre all’interno della cultura popolare e culinaria, per quanto l’italiano Pellegrino Artusi, all’interno del suo ricettario, avesse deciso di darle un altro nome, Balsamella, ormai caduto particolarmente in disuso. 

Al di là della storia della besciamella, risulta essere opportuno comprendere come questa stessa possa essere realizzata, al fine di comprendere quanta sia la facilità nel realizzare una ricetta di questo tipo e, soprattutto, come conservare e utilizzare la besciamella all’interno dei propri piatti. Stando alle nozioni finora citate, ecco come fare la besciamella passaggio per passaggio.

Come fare la besciamella: ingredienti per un litro

A questo punto, si possono considerare gli ingredienti per capire come fare la besciamella. Gli ingredienti che seguono sono finalizzati alla realizzazione di un litro di besciamella, che contiene circa 368 kcal per porzione. Il procedimento è molto semplice proprio in virtù della scarsa quantità di ingredienti presenti all’interno della ricetta della stessa, come dimostrato dalla lista che segue:

  • Burro 100 g
  • Farina 00 100 g
  • Sale fino 1 pizzico
  • Noce moscata da grattugiare q.b.
  • Latte intero 1 l

Come preparare la besciamella

Il procedimento più importante per la realizzazione della besciamella risulta essere proprio quello relativo alla fase di preparazione, dopo aver selezionato gli ingredienti efficaci alla realizzazione di questa preziosa salsa per la cucina italiana. Al fine di realizzare la besciamella, prima di tutto bisognerà mettere a scaldare il latte all’interno di un pentolino, facendo attenzione al fatto che il latte sia fresco e, soprattutto, intero. Successivamente, in una ciotola a parte, bisognerà far sciogliere i 100 g di burro a fuoco basso, per poi spegnere il fuoco e aggiungere i 100 grammi di farina tutta in una volta.

Con una frusta bisognerà mescolare continuamente, per evitare la formazione di grumi e poi rimettere il composto su fuoco lento e continuare a mescolare fino a doratura del composto stesso. A questo punto, dopo aver ottenuto un risultato che in Francia viene chiamato come roux, bisognerà aromatizzare il latte servendosi della noce moscata e del pizzico di sale, per poi versare il latte sul composto precedentemente preparato. A questo punto, tutti i composti andranno uniti tra di loro e bisognerà, successivamente, mescolare energicamente con una frusta. 

La cottura sarà di circa 5 o 6 minuti, a fuoco lento, fino a quando la salsa non si sarà addensata e inizierà a bollire. A questo punto, tutto dipende dal tipo di besciamella che si vuole ottenere: se si vuole ottenere una salsa particolarmente liquida, bisognerà diminuire la dose di burro e farina, mentre se si vuole ottenere una besciamella maggiormente, bisognerà aumentare semplicemente le dosi da inserire all’interno del composto. Una volta ottenuta la salsa in questione, questa potrà essere utilizzata all’interno di piatti di grandissimo valore culinario all’interno della cultura italiana, come pasta al forno, cannelloni, lasagne e tanti altri. Non solo, dal momento che la besciamella può essere anche un ottimo condimento per insaporire piatti di carne, verdure lessate, pesce, soufflé e non solo.

Come conservare la besciamella

Nel caso in cui la besciamella ottenuta non venga utilizzata completamente per la realizzazione delle proprie ricette, risulta essere fondamentale conservarla nel migliore dei modi, in modo da poterla riutilizzare successivamente dati i suoi lunghi tempi di conservazione. Per capire come conservare la besciamella, bisognerà innanzitutto versare la stessa all’interno di una ciotola, per poi ricoprirla con una pellicola trasparente a contatto, in modo da non far creare la pellicina in superficie. Una volta che la besciamella si è raffreddata, può essere conservata all’interno del frigorifero, chiusa chiaramente all’interno di un contenitore ermetico, per circa due o tre giorni. 

Chiaramente, la besciamella conservata o essere riutilizzata attraverso una breve lavorazione, servendosi di fruste o di sbattitore elettrico e, se necessario, aggiungendo un po’ di latte per renderla più fluida. Oltretutto, la besciamella può essere congelata, attraverso lo stesso procedimento, per circa un mese.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.