Come fare i grissini

I grissini rappresentano uno degli alimenti che risultano essere più amati in occasione di aperitivi, brunch o altre opportunità di ritrovo. Si tratta di stuzzichini che hanno origine all’interno della cultura culinaria torinese, dal momento che si dice siano stati inventati nella prima metà del 1600, e si compongono come filoncini di pasta di pane croccanti e allungati. Si tratta, non a caso, di uno dei prodotti italiani più conosciuti all’estero dal punto di vista gastronomico, anche in virtù del fatto che una preparazione dei grissini, per quanto non sia effettivamente semplicissima, non risulta essere impossibile per nessuno. Ma come si possono fare i grissini e quale processo di preparazione bisogna seguire per la realizzazione di questi stuzzichini? Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito di come fare i grissini, relativamente a ingredienti di cui servirsi, processo di preparazione da seguire e tanto altro ancora. 

Ingredienti per preparare i grissini

In primo luogo, bisogna considerare quali siano gli ingredienti di cui servirsi per la preparazione dei grissini. Gli ingredienti in questione, assolutamente reperibili, sono considerati sulla base di una preparazione di 40 grissini, e si tratta dei seguenti:

INGREDIENTI PER CIRCA 40 GRISSINI 

Acqua 280 ml 

Lievito di birra fresco 15 g 

Sale fino 8 g 

Olio extravergine d’oliva 50 g 

Malto d’orzo 1 cucchiaino 

Semola 1 cucchiaio 

Farina 00 500 g 

PER SPENNELLARE 

Olio extravergine d’oliva q.b.

Come fare i grissini: preparazione da seguire

A questo punto, dopo aver considerato gli ingredienti di cui servirsi per la realizzazione di circa 40 grissini, si può procedere con la fase di preparazione. Per prima cosa, bisognerà utilizzare poca acqua tiepida dai 280 ml di cui ci si dovrà servire, per sciogliere lievito di birra e malto all’interno della stessa. Intanto, in un altro contenitore, la restante acqua tiepida dovrà essere utilizzata per sciogliere il sale. In una planetaria bisognerà inserire farina setacciata e composto di acqua lievito e malto, per poi azionare il gancio a foglia e aggiungere, man mano, olio con acqua e sale. 

Bisognerà impastare fino a ottenere un composto elastico, da trasferire poi su una spianatoia spolverizzata con farina di semola di grano duro; l’impasto dovrà essere sagomato in modo da ottenere la forma di un rettangolo, da spennellare con olio extravergine di oliva. Una volta lievitato, l’impasto dovrà raggiungere il doppio del volume iniziale. Solo al termine di questo processo di circa un’ora, con un coltello a lama liscia bisognerà tagliare l’impasto realizzando delle strisce dello spessore massimo di 1 cm, per poi afferrare le stesse per le due estremità e porle all’interno di una teglia che servirà a infornarle. I grissini dovranno essere posti in modo da essere ben distanziati tra di loro, adagiati su carta da forno e cotti a 200 gradi per circa 20 minuti, quando inizieranno a dorarsi. Non bisognerà preoccuparsi della forma dei grissini, per quanto questi stessi possano non essere regolari, dal momento che la loro caratteristica principale risiede proprio in questo punto un consiglio da prendere in considerazione soltanto facoltativamente è quello di spennellare i grissini con olio extravergine di oliva prima di infornarli. I grissini possono essere conservati a temperatura ambiente o riposte all’interno di un sacchetto di carta per circa 3 giorni.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.