Come fare a capire quale Moment scegliere

Quando hai il mal di testa l’unica cosa che desideri è che passi il più in fretta possibile. Tra tutti i farmaci disponibili e da banco, il Moment è uno dei più utilizzati. Ma quale Moment scegliere dato che ne esistono diversi in commercio? È quello che vedremo, per capire quale sia il farmaco con il principio attivo più adeguato a seconda del tipo di dolore, e la posologia corretta.

Cos’è il Moment e come agisce

A seconda del tipo di dolore, ma anche dell’intensità e del momento del mese in cui si presenta, è bene preferire un Moment rispetto ad altri. Per quanto riguarda il Moment in generale, il suo principio attivo si chiama Ibuprofene. Si tratta di un farmaco che rientra nella cosiddetta famiglia dei FANS (acronimo di Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei).

Le sue proprietà sono proprio antidolorifiche e allo stesso tempo antinfiammatorie e tra i vantaggi di questo preparato c’è l’assunzione anche a stomaco vuoto, grazie alla buona tolleranza gastrica.
Poiché si assume per dolori di diversa natura (come ad esempio nevralgie, mal di denti, dolori legati al ciclo mestruale) è bene sapere che ne esistono diverse versioni più consigliate a seconda dello stato.

Moment Act per i dolori intensi e diffusi

Il secondo preparato di cui vogliamo parlarti è il Moment Act, particolarmente valido in caso di mal di testa diffuso o dolore ai denti. Il principio attivo n questo caso è l’ibuprofene a 400 mg., ed è consigliato anche quando il mal di testa è resistente alla confezione con preparato di 200 mg. o è associato a stati febbrili o dolori alle ossa. Per quanto riguarda la posologia l’assunzione ideale è di 2 e al massimo 3 compresse al giorno, disponibili anche nel formato molle.

Moment Act compì per adulti

Qualora il mal di testa fosse forte ma non si presentasse come una pulsazione localizzata da un lato, potrebbe essere utile il Moment Act compì, che contiene come principio attivo il Ketoprofene 25 mg.
Tale sostanza rientra sempre nei farmaci FANS, ma non deve essere assunto al di sotto dei 12 anni. Ha proprietà antipiretiche e antinfiammatorie, oltre che calmante del dolore. È utile anche in caso di artrite o traumi, ed ha la particolarità di essere preparato in capsule molli, più facilmente ingeribili. Anche in questo caso la posologia raccomanda di non eccedere le 3 compresse al giorno.

Momendol per la cervicale

La cervicale è un tipo di dolore davvero invalidante, che parte dal collo e coinvolge anche il capo. Il Moment in generale, essendo antidolorifico, è efficace, ma per un’azione mirata è consigliabile assumere il farmaco specifico Momendol, il cui principio attivo è il Naprossene sodico 220 mg.
Anch’esso rientra nella categoria dei FANS ed ha le stesse proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie, ma è pensato per i dolori che si presentano da un lato della testa e che derivano propri dalla cervicale. In questi casi tipicamente fai fatica a girare il collo. Puoi assumerlo anche se il dolore si propaga da un dente e interessa una parte della testa, ma anche in caso di dolore ai muscoli di moderata intensità.
In questo caso la posologia raccomanda l’assunzione ogni 12 ore, meglio se dopo aver mangiato.
Tutto questi farmaci sono da banco, quindi non è necessaria la ricetta, ma se il dolore persiste per più di una settimana, è bene che tu sospenda il trattamento e ti rivolga al tuo medico.

Moment rosa per il mal di testa da ciclo

Le donne sanno benissimo quanto possa essere debilitante il mal di testa associato al ciclo.
In questi casi è consigliabile assumere il Moment rosa, il cui principio attivo è l’ibuprofene 200 mg.
La cosa positiva è che si può prendere a stomaco vuoto quando compare il dolore.
Il farmaco è studiato per contrastare il dolore che non dipende né da traumi o da cervicale, ma dallo squilibrio ormonale collegato al ciclo.
La confezione si presenta in bustine da sciogliere in acqua e da assumere 2 e massimo 3 volte al giorno.

Moment Act rosa

Lo stesso farmaco è disponibile anche nella preparazione da 400 mg., ed è pensato per i dolori da ciclo molto forti e improvvisi.
Agisce in pochi minuti e si presenta sotto forma di sale sodico. Come per il preparato di cui ti abbiamo parlato prima, anche questo si presenta in bustine da sciogliere in acqua, per un massimo di tre al giorno. Anche in questo caso il farmaco può essere acquistato in farmacia senza ricetta medica.

Momenxsin

Ti capita mai di avere una congestione nasale? I sintomi per riconoscerla sono il gonfiore che può arrivare all’edema del setto nasale, causato da un’infiammazione. Tipicamente ti capita di avere molto muco, freddo oltretutto, e dolore.
Il dolore è causato a sua volta dalla compressione a livello delle cavità nasali nelle quali passa poca aria.
In questi fastidiosi e dolorosi casi, è utile assumere il Momenxsin, il cui principio attivo è la pseudoefedrina cloridrato, che agisce proprio decongestionando il naso. In dettaglio, il principio attivo di quest’ultimo farmaco di cui ti parliamo è sempre l’ibuprofene 200 mg., insieme alla pseudoefedrina cloridrato 30 mg.
La confezione si presenta sotto forma di compresse in quantità di 12, che andrebbero assunte per avere i maggiori benefici ogni 6 ore.
Essendo rivestite, sono tollerate a livello gastrico, e infatti in caso di sintomi molto forti puoi anche aumentare la dose a 2 compresse, sempre rispettando la pausa di 6 ore tra un’assunzione e l’altra.
Questo farmaco non va dato ai bambini e comunque al di sotto dei 15 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.