Pulizia e manutenzione delle persiane: consigli utili per ottimi risultati

Che siano in legno, in alluminio o in pvc, le persiane di casa necessitano di una pulizia accurata e di una meticolosa manutenzione. Nel caso in cui si abbia a che fare con persiane in legno che nel corso del tempo non sono state sottoposte a una manutenzione adeguata, comunque, può essere preferibile puntare direttamente sulla loro sostituzione: si può richiedere qui un preventivo. In effetti, le persiane non ben mantenute non sono più funzionali e non performano come sarebbe auspicabile; lo stesso dicasi, ovviamente, per gli infissi che non sono stati installati in maniera corretta. Ne possono derivare varie conseguenze, tra cui la formazione di muffe: e a quel punto ci si deve ingegnare per scoprire come eliminare la muffa dalle pareti.

Come si puliscono le persiane in legno

Le persiane in legno hanno il pregio di valorizzare dal punto di vista estetico qualunque edificio, ma d’altro canto sono le più delicate e, in quanto tali, richiedono una manutenzione molto attenta: in caso contrario, possono vedere compromesse le proprie prestazioni. Come si puliscono, dunque? Prima di tutto rimuovendo la polvere: per svolgere questa operazione ci si può avvalere di un pennello a setole morbide. Una volta che lo sporco in superficie è stato rimosso, si può usare un prodotto ad hoc per il legno, da applicare con l’aiuto di un panno in microfibra.

Come prolungare la vita delle persiane

Non va dimenticato che le persiane in legno, per poter durare a lungo nel tempo, almeno una volta all’anno devono essere sottoposte a un trattamento specifico. È bene in primis carteggiare la superficie, per poi applicare una vernice lucidante: con questa semplice accortezza, le persiane ritroveranno lo splendore di un tempo.

Le persiane in pvc

Le persiane in pvc hanno il pregio di essere molto resistenti: proprio per questo motivo possono essere sottoposte anche a trattamenti meno delicati, vale a dire più aggressivi. Insomma, non ci sono controindicazioni nell’impiego del vapore o di uno sgrassatore. Anche in questo caso, comunque, il punto di partenza consiste nello spolverare le superfici; dopodiché si può usare un po’ di sapone neutro in abbinamento con acqua calda. A volte potrebbe succedere che questo accorgimento non sia sufficiente, in quanto lo sporco è molto resistente: si può ricorrere, allora, a un prodotto sgrassatore. Dopo averlo nebulizzato, lo si lascia agire per qualche minuto e infine lo si risciacqua. Basta un panno morbido per asciugare il tutto.

Il vapore per pulire le persiane

Nel caso in cui si abbia a disposizione un apparecchio a vapore, non c’è bisogno di seguire tutti i passaggi elencati fino a questo momento, ma si può procedere subito con questo strumento. Dopo che tutta la sporcizia sarà stata sciolta dal vapore, basterà adoperare un panno di cotone per rimuoverla.

Le persiane in alluminio

Come ci si deve comportare, invece, con le persiane in alluminio? Il passo iniziale consiste nel passare un panno morbido o le setole di una scopa fra le fessure; se si ha a disposizione un piumino, meglio ancora, perché sarà più semplice infilarlo tra gli anfratti. Dopodiché arriva il momento del lavaggio vero e proprio: in un secchio riempito con acqua si versa un po’ di detersivo sgrassante, come quello che si usa per lavare i piatti. Quindi si bagna una spugna con questa soluzione e la si passa sulle fessure, senza dimenticare le guarnizioni e gli angoli. Per asciugare, è sufficiente un panno in microfibra.

Quali precauzioni tenere a mente

Le persiane rimangono a contatto con l’esterno, e per questo è inevitabile che finiscano per accumulare un bel po’ di sporco e di polvere: tutto finisce tra le fessure, e se non si è diligenti e meticolosi non è facile rimuovere i residui. Il consiglio è quello di dedicarsi a questo lavoro non meno di una volta al mese. Come è facile intuire, le persiane bianche richiedono più attenzione, se non altro perché lo sporco risalta più facilmente e prima. Chi vive in città, poi, potrebbe aver bisogno di una manutenzione più frequente, dal momento che lo smog finisce per annerire gli infissi. In ogni caso, non bisogna mai dimenticare di eliminare tutta la polvere in eccesso.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.