Protesi per capelli: come individuare la soluzione migliore

Nel momento in cui si hanno problemi di vario tipo al cuoio capelluto, ecco che si può intervenire in vari modi. Una delle soluzioni migliori e più efficaci è rappresentate dalle protesi per capelli. Come individuare, però, il modello di protesi che più riesce ad adeguarsi alle proprie esigenze e caratteristiche dal punto di vista fisico?

Non è facile trovare un impianto capillare maschile adatto, dal momento che sono numerosi i fattori che possono condizionare tale scelta. Ad esempio, lo stile di vita, ma anche le modalità d’uso possono influenzare e non poco la decisione, senza dimenticare le caratteristiche della protesi e così via. Importante, però, prestare la massima attenzione a chi ci si affida per acquistare la protesi capelli, mettendo sempre al primo posto sicurezza, qualità e certificazioni.

Una via non chirurgica per curare l’alopecia

Si parla di protesi di capelli a contatto per indicare dei trattamenti non chirurgici che permettono di curare l’alopecia, non solamente per gli uomini, ma anche per le donne. Per la loro installazione non hanno bisogno di alcun tipo di operazione, dal momento che non sono affatto autotrapianti. Infatti, le protesi per capelli vengono fissate alla cute usando degli adesivi e collanti ben specifici. Questi ultimi offrono la possibilità di garantire un alto livello di invisibilità, stabilità e traspirabilità.

Varie tipologie di protesi per capelli

Al giorno d’oggi, la ricerca ha permesso di realizzare dei modelli sempre più all’avanguardia ed efficaci. Al contempo, l’evolversi della tecnologia ha portato ad aumentare il livello di resistenza e anche la comodità. Lo studio dei vari materiali ha permesso di sviluppare delle tipologie di protesi sempre più leggere e anche invisibili.

Un altro aspetto che fa la differenza è rappresentato dalla densità più corretta per i capelli. È un aspetto che deve essere sempre legato e proporzionato sia all’età della persona che deve usare la protesi, ma che non deve essere differenziata in maniera eccessiva rispetto alla situazione da cui si parte.

È abbastanza facile intuire come un infoltimento darà un risultato naturale se non è troppo folto. Nel caso in cui il paziente dovesse avere dei capelli particolarmente fini e nella sua vita non ha mai avuto una chioma folta, è chiaro che bisogna scegliere delle protesi che siano dotate di una densità più bassa. In questo modo, tra l’altro, si riesce a mescolare al meglio la protesi con i capelli rimasti. In questo senso, ecco che il sistema di infoltimento diventerà impercettibile.

Di conseguenza, non c’è una protesi per capelli che risulta migliore rispetto alle altre. A fare la differenza, come detto, sono diversi aspetti, tra cui i materiali usati in fase di costruzione e il tipo di lavorazione usata. Ogni paziente, però, deve individuare la protesi che abbia le caratteristiche che riescono a soddisfare alla perfezione tutte le sue necessità, anche dal punto di vista estetico.

Le principali tipologie di protesi per capelli

In commercio, come si può facilmente intuire, ci sono numerose tipologie di protesi, anche se sono sostanzialmente due i fattori che le diversificano. Si tratta della base e del sistema di impianto dei capelli. Dal punto di vista della base, ci sono diversi modelli che vengono messi a disposizione, ma tre sono quelle maggiormente diffuse, ovvero Lace, Skin e Monofilamento. In relazione al sistema usato si parla di capelli iniettati o annodati, ma solo in riferimento a quelle protesi che hanno una base poly. Solamente in questo caso si potrà decidere se iniettare i capelli oppure annodarli.

In commercio si trovano protesi capelli frontali, quando la componente da rendere naturale è proprio quella frontale, mentre altre volte si parla di protesi per capelli parziali, che rappresentano una soluzione perfetta per la cura di varie patologie, tra cui perdite a chiazze e alopecia.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.