Come organizzare un trasloco: i passaggi indispensabili

Capita a tutti prima o poi nella vita, e ora è giunto il momento per te: devi affrontare il tuo primo trasloco serio e non hai idea di dove iniziare e come non dimenticare nulla di essenziale di cui poi ti pentiresti. Un trasloco è già difficile di per sé, sia a livello emotivo perché nella casa che stai lasciando avrai creato numerosi ricordi con amici e parenti, sia a livello pratico, infatti sono molte le cose a cui pensare a da organizzare.

Per darti una mano e renderti tutto più semplice, abbiamo creato una guida, breve ma completa, di tutti i passaggi da non dimenticare quando si organizza un trasloco.

Fare decluttering

Che tu abbia già sentito questo termine o meno, il decluttering è indispensabile nel momento in cui devi cambiare casa per non ritrovarti anche nella tua nuova dimora con un’infinità di oggetti inutili e un armadio già stracolmo.

Fare decluttering consiste semplicemente nell’eliminare tutto ciò che non ti serve più, tenendo solamente le cose che davvero utilizzi e hanno uno scopo. Per evitare di buttare via vestiti ancora in buone condizioni, puoi informarti sulle associazioni che accettano oggetti e vestiario e donarli a chi ne ha più bisogno, regalare quel vestito all’amica che te lo invidiava o ricavare qualche soldo vendendo alcune cose su internet.

Imballaggio e catalogazione

Una volta che ti sei liberato da tutte le cose che non usavi più ti sentirai più leggero e potrai imballare e catalogare tutto ciò che invece devi portare nella nuova casa. Inizia a riempire gli scatoloni, stando attento a non inserire oggetti che ti serviranno nei giorni immediatamente precedenti a quello del trasloco.

Per non fare confusione, è assolutamente indispensabile armarsi di indelebile e scrivere su ogni scatolone cosa contiene, in modo da trovare tutto ciò che ti serve facilmente appena sarai arrivato a casa. Altri strumenti che saranno i tuoi migliori amici in questo passaggio sono forbici, nastro adesivo e un panno per spolverare.

Se non sai dove trovare tutti gli scatoloni che ti servono perché non hai mai traslocato oppure eri troppo piccolo e ci avevano pensato i tuoi genitori, prova a chiedere nelle grosse catene di supermercati o nei negozi di arredamento più conosciuti perché spesso li mettono a disposizione delle persone che ne hanno bisogno piuttosto che buttarli.

Il trasporto della tua macchina

Vale per le macchine come per i motorini, ma anche per il camper che hai comprato e che ti accompagna fedelmente in ogni vacanza. Se non hai intenzione di guidare per un tragitto infinito per mancanza di voglia, o se in famiglia avete più auto e volete viaggiare insieme, devi pensare a come far arrivare la tua macchina dal punto A al punto B.

La soluzione più affidabile e veloce al giorno d’oggi è un servizio come quello offerto da Trasportami.com, che prevede il trasporto del tuo mezzo da parte di trasportatori qualificati e in completa sicurezza, basta prenotare e non dovrai nemmeno pensare ad eventuali documenti necessari per il trasferimento perché ti assistono in tutto e per tutto.

Pensa ai primi giorni

Di certo avrai preso dei giorni di ferie appositamente per il trasloco, in modo da togliere tutto dagli scatoloni e avere il tempo di mettere ogni cosa al proprio posto, facendo le pulizie nel frattempo.

Tuttavia, devi ricordarti che almeno il giorno stesso del trasloco la sera sarai probabilmente esausto e non avrai ancora finito di spacchettare tutto, quindi dovrai preparare in anticipo alcune cose che ti serviranno. Scegli uno zaino o un trolley piccolo e riempilo con i vestiti per il giorno dopo, biancheria compresa, ma anche con tutto il necessario per il bagno, come spazzolino, dentifricio e deodorante.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.