Come organizzare un aperitivo in spiaggia

“Andiamo a fare ape?”, una domanda che tutti abbiamo pronunciato almeno una volta nella vita. L’aperitivo ci ha davvero conquistati, diventando sempre più ricercato, gustoso e delle volte addirittura gourmet. Se un tempo l’aperitivo più richiesto si componeva di un ottimo calice di vino o di un buon drink accompagnati da qualche stuzzichino oggi non è più così. Per il cliente l’aperitivo è divenuto il momento di relax per antonomasia e desidera, quindi, essere piacevolmente sorpreso da tavole imbandite e ricche di sapori, profumi e colori invitanti. Non è un caso che sui social lo scatto di un aperitivo in spiaggia raccolga più interazioni di un pranzo al ristorante. È un momento di relax, ma anche di condivisione, incontri, pettegolezzi, risate, ecc. Ed è forse la spiaggia lo scenario ideale in cui consumare un aperitivo cullati dal suono delle onde e accarezzati dal vento. In Italia le spiagge sono luoghi vissuti e meravigliosi e il sogno di un baretto in spiaggia è nel cuore di molti barman. Ma se si volesse organizzare un aperitivo vista mare in autonomia per stupire qualcuno?

Di seguito alcune dritte per non lasciare nulla al caso e vivere un’esperienza all’insegna del cibo e del divertimento.

Cosa non può mancare in un perfetto aperitivo in spiaggia

Prima di cimentarsi nell’organizzazione di un perfetto aperitivo in spiaggia è bene riflettere sulle caratteristiche della location. Se è vero che le spiagge sono luoghi suggestivi qualcuno potrebbe non trovare particolarmente comodo trascorrere del tempo seduti sulla sabbia. La prima cosa da fare è dar libero sfogo alla propria creatività e munirsi di grandi teli o leggere tovaglie colorate da picnic e magari di qualche comodo cuscino per rendere l’atmosfera confortevole. 

Bisogna poi pensare a tutto l’occorrente necessario per consumare l’aperitivo: piatti, posate, bicchieri, tovaglioli, ecc. Per un aperitivo rispettoso dell’ambiente è preferibile scegliere prodotti compostabili perché durante il processo di smaltimento riducono le emissioni di anidride carbonica rispetto alla plastica monouso e conferiti nell’organico diventano un ottimo fertilizzante naturale. Un’idea spiritosa può essere usare in alternativa alle comunissime cannucce in plastica cannucce in bamboo o formati di pasta lunga bucata.

La scelta del cibo

Cosa conta di più in un aperitivo? Ovviamente il cibo. Una volta creata la giusta atmosfera, il cibo non può deludere le aspettative. Non ci si deve far prendere dall’ansia, dare un tocco gourmet ad un aperitivo pressoché tradizionale non è difficile come sembra. Ecco alcune idee facili e velocissime da mettere in pratica per portare a tavola qualcosa di veramente gustoso.

In un aperitivo che si rispetti i salumi non possono mancare e uno dei preferiti dagli italiani è sicuramente la profumatissima mortadella. Come si prepara la mousse di mortadella per crostini e antipasti? Basta inserire i cubetti di mortadella in un mixer e ottenere una purea, nulla di più semplice. Sempre a proposito di salumi un must dell’aperitivo e di qualsiasi momento di condivisione è il tramezzino, il panino triangolare che ci ha fatto compagnia da bambini a ogni compleanno dell’amichetto di scuola. Il tramezzino, onnipresente, è forse la proposta più versatile, si può condire con solo verdure e formaggi o con prosciutto crudo, prosciutto cotto, salame, salmone, tonno, ecc. Un’idea simpatica potrebbe essere preparare dei muffin salati da presentare in pirottini per dolci, magari personalizzati con il nome di ogni commensale. I muffin non necessitano di molti ingredienti: uova, latte, farina, olio di semi, prosciutto crudo e formaggio grattugiato. Interessante anche includere nell’aperitivo sfiziose polpettine, leggerissime, per tutti i gusti: salmone e ricotta, formaggio spalmabile e noci o spinaci e ricotta. Un’altra ricetta da provare assolutamente e dall’aspetto che ben si presta ad uno scatto social è la torta caprese salata, ricoperta di buonissima mozzarella e deliziosi pomodorini rossi.

Insomma le opzioni sono davvero tantissime, bisogna solo far proprio qualche spunto, attivare la fantasia e mettersi ai fornelli.

La scelta delle bibite

Un aperitivo che si rispetti non può non comprendere differenti tipi di bibite. Se è vero che un buon vino o un prosecco sono tra le scelte più gettonate se si pensa ad un aperitivo in spiaggia vista mare è anche vero che non tutti bevono bevande alcoliche. Non si può, quindi, dimenticare di aggiungere una scorta di bevande analcoliche o pensare a un drink rinfrescante dal gusto fruttato. Anche una birra artigianale, magari offerta da produttori locali, potrebbe essere una scelta interessante.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.