Come imparare l’inglese velocemente

Per essere competitivi nel non certo facile mondo del lavoro odierno, è fondamentale sapere l’inglese. Anche se, con l’esplosione dell’economia dei Paesi orientali, padroneggiare il cinese mandarino è un punto in più in curriculum, senza l’inglese non si va da nessuna parte.

Purtroppo, come ben sa chi ha qualche capello bianco in testa, la consapevolezza della sua importanza per il mondo del lavoro è una questione relativamente recente. Fino a 15/20 anni fa, nel corso dei primi anni di permanenza sui banchi di scuola lo si studiava poco e male.

Alla luce di ciò, tantissime persone si trovano davanti alla necessità di impararlo, spesso quasi da zero, in maniera rapida. Come muoversi al proposito? Nelle prossime righe di questo articolo, abbiamo raccolto alcuni consigli utili sul tema.

Annota (e impara) ogni giorno qualche vocabolo

I vocaboli sono la base di qualsiasi lingua. Dai termini storici fino ai neologismi, rappresentano un patrimonio che definire prezioso è poco. Ecco perché, se si ha intenzione di padroneggiare una specifica lingua, nel nostro caso l’inglese, è bene conoscerne un numero possibilmente molto alto.

Un suggerimento utile in questi frangenti – consiglio tanto semplice quanto efficace – prevede il fatto di annotare quotidianamente, su un quaderno ad hoc, i nuovi vocaboli che si imparano. La fonte della nuova conoscenza può essere un articolo di giornale, ma anche un post pubblicato sulla pagina social del proprio brand del cuore. Quello che conta è darsi un numero di parole quotidiano – p.e. 5/6 – e impararne il significato.

Come già detto, è bene concentrarsi sia sui termini che fanno parte della lingua inglese da tempo immemore, sia sui neologismi e sulle espressioni idiomatiche (queste ultime sono fondamentali per la vita di qualsiasi lingua).

Frequenta un corso online

Frequentare un corso di inglese è senza dubbio un’ottima idea per imparare la lingua velocemente. Quando si parla dei percorsi in aula, però, molto spesso si chiamano in causa alcuni contro non indifferenti. Tra questi rientra il fatto che, di frequente, può risultare difficile non perdersi in chiacchiere con i compagni di corso, con tutte le conseguenze del caso riguardanti l’apprendimento della lingua.

Ecco perché, già da prima dello scoppio dell’emergenza sanitaria che ci ha costretto a cambiare radicalmente le nostre abitudini e a concentrarci sulle modalità di fruizione online dei contenuti, vanno di moda i corsi sul web. Facciamo altresì presente che, non dovendo mettersi in macchina o sui mezzi per raggiungere la sede della scuola, è molto più semplice trovare tempo per corsi e lezioni.

Un altro vantaggio di questa modalità di apprendimento riguarda la possibilità di accedere a tantissimo materiale per studiare in autonomia, per non parlare di quanto si progredisce avendo il docente totalmente a propria disposizione.

Il potere dei social

Quali sono i siti che visitiamo di più? I social, Facebook in particolare. Settare il profilo in inglese è un ottimo modo per fare propri alcuni termini della lingua in questione.

La forza della passione

Il web è una vera e propria miniera per chi vuole apprendere oggi. Nel caso dell’inglese, si passa dai film alle serie in lingua originale fino ai canali YouTube. La scelta non manca! Quello che conta, è orientarsi su contenuti che appassionano (da questo punto di vista non è possibile dare consigli, in quanto ognuno sa cosa ama).

Se si opta per contenuti video divulgati sui social – ma anche per post testuali – una buona idea per praticare la lingua scritta è quella di interagire con il resto della community con commenti e domande. Grazie alla già citata passione, sarà molto più semplice farsi entrare in testa i costrutti sintattici e i vari vocaboli che caratterizzano una delle lingue più parlate al mondo ancora oggi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.