Come fare la pizza

La pizza è probabilmente il simbolo della cucina italiana per eccellenza. Questo piatto tipico partenopeo ha conquistato il mondo, venendo esportata ed emulata pressoché ovunque. Tutti conoscono e amano la pizza e tutti almeno una volta nella vita l’hanno provata. Il suo gusto intenso e avvolgente infatti la rendono un pasto perfetto da consumare sia a pranzo che a cena e preferibilmente in compagnia! Di seguito il metodo per preparare l’impasto della pizza e il procedimento di cottura per renderla gustosa, leggera e soprattutto digeribile. Per chi vuole una pizza ancora più leggere, può seguire la nostra ricetta su come fare la pizza senza lievito.

Come fare la pizza: ingredienti da utilizzare

Gli ingredienti da utilizzare per preparare la pizza sono pochi e semplici, e forse è questo quello che rende questo piatto così magico. Il processo di preparazione della pizza si divide in tre fasi: la realizzazione dell’impasto, il condimento e la cottura. Ogni passaggio va eseguito con estrema cura se si vuole ottenere una pizza dal gusto intenso e dall’impasto soffice. Per quanto riguarda l’occorrente per ottenere l’impasto per quattro/cinque pizze abbiamo bisogno di:

  • 300 gr di farina 0 (da aggiungere ulteriormente per le pieghe e la stesura)
  • 200 gr di farina 
  • 400 gr di acqua
  • 3 gr di lievito
  • 1 cucchiaio di olio extravergine
  • 11 gr di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero

Come fare il condimento classico per la pizza

La pizza conosce ormai centinaia di varianti, molte delle quali però non risultano fedeli al classico gusto della pizza e se ne allontanano. Il fatto che la pizza sia diventata ormai una pietanza “di dominio pubblico” ha fatto sì che molti inventassero nuove varietà. Questo è anche dovuto alla particolare predisposizione della pizza a presentarsi in diverse forme e gusti, il che ha portato a piacevoli scoperte, mentre altre volte ha deluso i puristi della pizza made in Italy. La pizza classica, che tutti conoscono, è la Margherita e questi sono gli ingredienti del condimento per realizzarla: 

  • 400 gr di pomodori pelati
  • all’incirca 300 gr di mozzarella sgocciolata 
  • basilico fresco
  • olio extravergine
  • sale

Come fare la pizza: preparazione da seguire

Dopo aver visto gli ingredienti necessari alla realizzazione di impasto e condimento è fondamentale esporre nel dettaglio i passaggi della preparazione. Dopo aver realizzato l’impasto con gli ingredienti sopra indicati occorre dividerlo in diversi panetti. Da ciascun panetto dovrà ottenersi una pizza del diametro di 25cm circa. Ognuno di essi dovrà essere lavorato avendo le mani coperte di farina e alla fine dovranno assumere una forma arrotondata. Anche il piano sul quale si lavora dovrà essere infarinato, il tutto per evitare che l’impasto si attacchi. Dopo aver realizzato i panetti questi vanno lasciati riposare per 40 minuti circa a temperatura ambiente coperti da una pellicola. Successivamente si arriva alla fase più delicata del processo: la stesura.

Come stendere la pizza

Come accennato poc’anzi la stesura della pizza è un passaggio fondamentale ed è anche quello più delicato. Chi non ha mani esperte potrebbe trovare difficoltà in questa fase, data la particolare consistenza dell’impasto. Partendo dal centro del panetto bisognerà cominciare a picchiettare con i polpastrelli, procedendo man mano a stendere l’impasto. Questo particolare movimento di dita andrà fatto fino a quando la pizza non raggiungerà la forma di un cerchio del diametro di circa 25 centimetri. Una volta ottenuta la forma toccherà prestare attenzione ai bordi. Nel caso in cui si volesse realizzare il famoso “cornicione” occorre far sì che i bordi siano più alti rispetto al resto della pizza. Nel caso invece in cui si volesse tendere verso una pizza che definiremmo “alla romana”, si può tranquillamente schiacciare anche i bordi.

La cottura della piazza

Dopo aver steso la pizza, aver aggiunto il pomodoro e tutti gli altri ingredienti di condimento, si passa alla cottura. Una cottura attenta e precisa nei tempi farà la differenza e sarà fondamentale per l’ottenimento di un cornicione leggermente bruciacchiato, tipico della pizza napoletana. La pizza va inserita in un forno a legna, dove rimarrà per due minuti circa. Due minuti durante i quali dovrà essere attentamente girata sui diversi lati per consentirne la cottura totale. Sarà importante in fase di cottura controllare che il fondo non stia bruciando, in modo tale da ottenere una pizza quanto più “pulita” e leggera possibile.  

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.