Come fare la pasta sfoglia

La pasta sfoglia è una delle ricette di base per eccellenza che vengono utilizzate all’interno della cucina, insieme alla pasta frolla e alla pasta choux. Si tratta di un ingrediente fondamentale per numerosissime ricette, sia dolci che salate, che portano a realizzare molto di ciò che può essere gustato all’interno della cucina italiana. Tuttavia, la pasta sfoglia è di derivazione francese, e gli stessi hanno iniziato ad utilizzarla all’interno della loro cucina fin dal 1700, quando si è sviluppata attraverso un metodo è una preparazione specifica di cui ci si serve ancora oggi. È Importante sottolineare che realizzare la pasta sfoglia non è semplice, e per questo motivo molte persone preferiscono acquistarla direttamente per realizzare cibi dolci e salati. Tuttavia, se si vuole avere la soddisfazione di realizzare la pasta sfoglia, anche se con un procedimento che richiede manualità ed esperienza, sarà possibile realizzare il proprio ingrediente sperato. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito di come fare la pasta sfoglia, a proposito di ingredienti, preparazione, tempi di cottura e tanto altro ancora.

Come fare la pasta sfoglia: ingredienti da utilizzare

Al fine di realizzare la pasta sfoglia, per prima cosa c’è bisogno di considerare quali siano gli ingredienti da utilizzare per realizzare questa stessa ricetta, che si trova alla base della maggior parte dei piatti che vogliono essere realizzati all’interno della cucina italiana, sia dolci che salati. Il costo degli ingredienti è piuttosto basso, dal momento che gli stessi possono essere reperiti tranquillamente all’interno della propria abitazione, ma bisogna avere una certa manualità e una grande dose di esperienza per utilizzare al meglio questi stessi e realizzare l’ingrediente sperato. 

A questo punto, si possono prendere in considerazione gli ingredienti per una sola porzione di pasta sfoglia, che risulta essere pari a circa 450 kcal. Gli ingredienti riguardano sia quelli che servono a realizzare il pastello, sia quelli che occorrono per la realizzazione del panetto, e sono i seguenti:

Per il pastello:

  • Farina 00 175 g
  • Acqua a temperatura ambiente 100 g
  • Sale fino 5 g

Per il panetto:

  • Burro non troppo freddo e ancora plastico 250 g
  • Farina 00 150 g

Come preparare la pasta sfoglia

A questo punto, si può considerare tutto il processo di preparazione che porta a comprendere come fare la pasta sfoglia. La preparazione inizia attraverso la realizzazione del cosiddetto pastello. Al fine di ottenere questo stesso, bisognerà servirsi di una piccola brocca, all’interno della quale sciogliere il sale in acqua e mescolare con un cucchiaino. Dopo aver sciolto il sale, si potrà aggiungere la farina 00, all’interno di una planetaria, e poi unire l’acqua con il sale precedentemente sciolto. Una volta azionata la planetaria, bisognerà far lavorare la stessa per qualche minuto, al fine di ottenere un composto liscio, che potrà essere roteato con le mani all’interno della ciotola. 

Dopo aver modellato e ripulito il composto, bisognerà assicurarsi che il pastello non si attacchi alle mani, e poi dovrà essere trasferito in una piccola ciotola bassa e schiacciato, poi coperto con una pellicola a contatto e lasciato riposare a temperatura ambiente. Per realizzare il panetto, invece, bisognerà servirsi della stessa ciotola usata precedentemente, all’interno della quale versare la farina 00 e il burro tagliato a cubetti. Ancora una volta bisognerà azionare la planetaria per qualche minuto, finché il burro non avrà assorbito completamente la farina. È importante non lavorare troppo il composto, per evitare che il burro si scaldi troppo e acquisisca grumi; dopo aver lavorato il composto, questo dovrà essere trasferito su un piano infarinato, schiacciato e modellato in una forma quadrata, poi inserito all’interno di una pirofila infarinata e coperta con pellicola a contatto. Bisognerà, poi, far asciugare il composto a temperatura ambiente o in frigorifero, in base alla sua morbidezza. 

Una volta aspettato il tempo necessario affinché il panetto si riposi, bisognerà portarlo su un piano di lavoro, con un mattarello e poca farina da utilizzare per stendere il panetto, che dovrà essere modellato in modo da ottenere un quadrato di circa 20 cm per lato. Successivamente, si potrà spostare il pastello sul piano di lavoro e stenderlo fino a ottenere un quadrato più grande del primo, di circa 28 cm per lato. Il panetto dovrà essere posizionato al centro del pastello, in modo da creare un rombo che dovrà essere rinchiuso con i lembi di pasta che convergono verso il centro. A questo punto, bisognerà fare riposare il composto ottenuto e iniziare a realizzare le pieghe.

Come fare le pieghe nella pasta sfoglia

Una delle componenti fondamentali della pasta sfoglia è rappresentata dalle pieghe, che risultano essere uno degli ultimi processi di preparazione dell’ingrediente. Per realizzare le pieghe bisognerà dapprima stendere la pasta e spolverizzare il piano con un po’ di farina. E’ importante rendere gli angoli della pasta dritti quanto più possibile, e per questo motivo ci si dovrà servire delle mani e del mattarello. Innanzitutto bisognerà girare di 90° la pasta, poi appiattirla con il mattarello. La piega sarà realizzata portando una delle due estremità verso il centro, e spingendola di qualche centimetro oltre; successivamente, bisognerà fare la stessa cosa con la parte opposta, ripiegandola a mo’ di libro. 

E ancora, guardando verso le pieghe, il panetto dovrà essere steso ancora una volta, anche se leggermente, con il mattarello, per poi trasferire il panetto su un vassoio e effettuare una leggera pressione sulla sfoglia, per poi ricoprire la stessa con pellicola sigillante. Dopo aver fatto asciugare la pasta in frigorifero per circa 30 minuti, il panetto dovrà essere riposizionato sul piano di lavoro, steso nuovamente con un mattarello ma solo nel verso delle pieghe e ricominciare con le stesse, con lo stesso metodo utilizzato precedentemente. In questo modo, ripetendo lo stesso procedimento più volte, si otterranno le varie pieghe della pasta sfoglia, facendo, di volta in volta, asciugare la pasta per poi stenderla sul piano di lavoro. È importante, in ogni occasione, far asciugare la pasta sfoglia per circa 30 minuti all’interno del frigorifero, dunque il tempo di preparazione è particolarmente elevato, e richiede alcune ore per far sì che la pasta sfoglia sia completata. Una volta terminata la preparazione, bisognerà far asciugare definitivamente la pasta per 60 minuti prima di iniziare a utilizzarla.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.