Come fare la lavatrice

Avete appena iniziato a vivere da soli dopo aver abbandonato la casa con i vostri genitori? Nel caso in cui la risposta sia positiva, di sicuro uno dei problemi che vi riguarda è quello della lavatrice. Per quanto possa sembrare semplice, fare la lavatrice richiede una certa attenzione, dal momento che si deve guardare ad una serie di caratteristiche che devono essere rispettate e che riguardano la corretta gestione dei propri capi di abbigliamento. A partire dal tipo di ordine da rispettare quando si lavano i panni in lavatrice, fino a considerare temperatura, centrifuga e tanto altro ancora, bisogna badare ad una serie di aspetti che definiscono la propria attività. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito di come fare la lavatrice nel dettaglio.

Come selezionare i capi di abbigliamento per fare la lavatrice

La prima cosa che c’è da sapere, a proposito di come fare la lavatrice, è relativa alla differenziazione che avviene naturalmente quando si lavano i panni in lavatrice. Il proprio modus operandi può essere differente in base ai singoli casi e, per questo motivo, bisogna guardare ai capi di abbigliamento che vogliono essere inseriti in lavatrice, dal momento che utilizzare panni si diverso colore potrebbe rovinare gli stessi in modo irreversibile. Per questo motivo, tante persone fanno differenza tra capi bianchi e capi colorati, mentre altre si servono di fogli acchiappacolore per evitare che i propri capi di abbigliamento si rovinino, pur se inseriti tutti in lavatrice. 

Tuttavia, questo secondo metodo è particolarmente costoso e poco attento alla salute del proprio ambiente. Una soluzione ideale è rappresentata da una maggiore attenzione, che porta a differenziare capi bianchi, capi colorati e capi delicati. La suddivisione ideale sarebbe tra:

– Capi bianchi 

– Capi colorati con colore scuro (nero, grigio, blu, marrone)

– Capi colorati con colore chiaro (rosso, rosa, arancione)

– Capi delicati come lenzuola e asciugamani

Come fare la lavatrice: temperatura e gradi da utilizzare per ogni capo di abbigliamento

Un altro interrogativo piuttosto importante, a proposito di come fare la lavatrice, riguarda la temperatura a cui lavare i propri capi di abbigliamento. Si tratta di una questione piuttosto importante, dal momento che definisce la propria tipologia di lavatrice e, allo stesso tempo, anche la frequenza con cui questa stessa dovrà essere realizzata. Generalmente, la temperatura a cui lavare i propri capi di abbigliamento è definita dall’etichetta del vestito o panno in questione. 

Qualora non dovessero esserci degli indizi ben precisi che permettono di comprendere a che temperatura lavare i propri panni, ci si può attenere ad uno schema piuttosto preciso, che fa riferimento non soltanto al colore dei panni, ma anche alla delicatezza dei capi di abbigliamento. Generalmente, i tessuti resistenti come cotone, lino e canapa possono essere lavati a 90°, mentre i capi di cotone o misti più leggeri e di colore bianco dovranno essere lavati a temperatura di 60°; se si tratta, invece, di capi colorati e di cotone, la temperatura sarà di 40°, mentre per i capi più delicati si dovrà scendere addirittura a 30°. Lo stesso schema potrà essere utilizzato anche si lavano capi di abbigliamento che presentano tessuti sintetici, come nylon o misti di cotone. Per quel che riguarda la biancheria in lana o lana sintetica, invece, la temperatura massima e di 40°, mentre generalmente, per i capi di abbigliamento in lana lavabile in lavatrice, la temperatura consigliata è di 30°.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.