Come eliminare la muffa definitivamente in casa

La muffa è terribile, siamo onesti. Molto spesso non c’è soluzione che tenga per eliminarla e per di più si espande ovunque in casa, dai muri interni fino alle scarpe chiuse nel mobile. Debellarla non è certo cosa semplice, però ci sono alcune accortezze che possono migliorare la situazione di molto.

Come si forma la muffa?

Prima di parlare dei rimedi per eliminare la muffa definitivamente, cerchiamo di capire quali sono le sue cause e come prevenirla. In genere, la muffa si forma a causa dell’umidità della casa, per due principali motivi:

  1. scarso o nullo isolamento termico delle pareti
  2. errate abitudini di riscaldamento e/o di ventilazione

Nel primo caso, parliamo di problema strutturale, più difficile da risolvere se non con una ristrutturazione degli ambienti interessati. La spesa è notevole, ma non è detto che la soluzione si risolva: basti pensare ad una casa costruita a piano terra senza le dovute camere d’aria. Nel secondo caso, invece, vanno cambiate le abitudini che provocano la muffa come ad esempio:

  • mettere i panni bagnati ad asciugare in casa (anche sui termosifoni)
  • troppa acqua nei vasi delle piante
  • riscaldamento eccessivo senza ricambio d’aria
  • cucinare senza aprire le imposte
  • farsi la doccia e non aprire le imposte dopo

Tali comportamenti sono assolutamente da evitare.

Ci sono però dei casi diversi che possono provocare la presenza di muffa in casa, come ad esempio una infiltrazione d’acqua dal soffitto o dal bagno: se non tempestivamente risolte, queste situazioni possono portare non solo alla proliferazione dei funghi della muffa, ma anche ad un cedimento – di varia entità – strutturale.

Come eliminare la muffa dalle pareti

Prima che attacchi tessuti o altro, la muffa tende a formarsi sulle pareti. In genere, la soluzione migliore per eliminarla è la candeggina. C’è chi consiglia di utilizzarla pura per una maggior efficacia e chi consiglia di diluirla con acqua all’interno di uno spruzzino, in parti uguali. Qualunque soluzione scegliate, ricordate che siete davanti ad un prodotto molto tossico, e che quindi dovrete usare guanti e mascherina adatti soprattutto se la zona da trattare è molto estesa.

Bestseller No. 1
Ariasana Smuffer Antimuffa Professionale, Antimuffa spray adatto contro funghi, alghe e sporco, Anti muffa bagno, cantina e cucina ecc., per interni ed esterni, 1x250ml
  • Funziona ovunque – Questo dissolvimuffa può essere usato sia in casa che all’esterno, in bagni, docce, cantine, cucine, terrazze, su pavimenti, fughe, piastrelle e altro.
  • Contro le muffe – L’ anti muffa muri combatte funghi e batteri e offre una protezione a lungo termine dai microorganismi, liberando la tua casa da muffe pericolose.
  • Spray o schiuma – Facile da usare, l’ antimuffa doccia ha una composizione sia spray che schiumosa, per adattarsi alle necessità di ogni tipo d’intervento.
  • Agisce in fretta – Il fungicida spray inizia a sciogliere muffa e funghi in pochi minuti. L’anti muffa armadio pulisce facilmente e lascia una piacevole profumazione.
  • Confezione – Ariasana Smuffer Antimuffa Professionale, antimuffa per muro, piastrelle, cucine, bagni, esterni e interni, fungicida pronto all’uso, funzioni spray o schiuma, 1x250ml
Bestseller No. 2
Camp RIMUOVI MUFFA, Antimuffa igienizzante professionale, Elimina rapidamente muffe, funghi, muschi e alghe
  • Agisce efficacemente su pareti, giunti, fughe e interstizi di pavimenti e rivestimenti sia interni che esterni
  • Elimina istanteneamente muffe, alghe, funghi, muschi e licheni
  • Spray pronto all'uso e facile da usare
  • Guanti e spruzzino inclusi nella confezione

Procedete in questo modo:

  • in uno spruzzino di plastica, mettete due bicchieri di candeggina pura
  • spruzzate sulla zona interessata (se molto estesa, fate un pezzo per volta)
  • aiutatevi con una spugnetta a stendere la candeggina sulle pareti
  • risciacquate la zona con una pezzuola pulita bagnata
  • fate arieggiare molto bene la stanza

Considerate che una tale pulizia andrà fatta in una giornata di sole, in modo che le pareti trattate asciughino prima. Valutate anche la possibilità di utilizzare un deumidificatore, da accendere di tanto in tanto nell’arco della giornata o un paio d’ore prima di andare a letto se la stanza con muffa è la camera da letto. 

Se la muffa è persistente, ma siete certi non si tratti né di un problema strutturale, né di una cattiva abitudine degli abitanti, allora potrete optare anche per l’utilizzo di pittura antimuffa: in commercio ve ne sono alcune molto efficaci, di ultima generazione.

Se cercate un approfondimento con la spiegazione di altri metodi per eliminare la muffa, leggete anche questo post.

Come eliminare la muffa da mobili, tessuti e scarpe

L’eliminazione della muffa su cose diverse dalla pareti è più complicata, poiché la candeggina non è proponibile essendo un prodotto molto aggressivo. Ma una soluzione c’è sempre, vediamola assieme:

  • eliminare la muffa dai mobili: prima di provare ogni rimedio, vi consigliamo sempre di testare in un punto nascosto l’efficacia e l’eventuale danno che può provocare. La muffa dai mobili può essere eliminata lavando la superficie con un acqua e sapone di Marsiglia, lasciando poi asciugare al sole il mobile. In alternativa, se la muffa è più resistente potete preparare una soluzione da stendere sulla zona a base di aceto e olio di lino, in parti uguali, con l’aggiunta di olio essenziale di cedro e canfora
  • eliminare la muffa dai tessuti: anche qui la situazione è da vagliare, soprattutto quando si tratta di capi delicati. La soluzione migliore è portare il capo in lavanderia. Se volete provare da voi, ecco come fare a seconda del tipo di tessuto:
  1. capi in lana: versate in un bicchiere d’acqua qualche goccia di ammoniacaTamponate la zona interessata. Lavate come d’abitudine.
  2. capi in cotone: lasciate in ammollo il capo in una soluzione di acqua, aceto e alcol oppure in acqua e perborato. Poi lavate come d’abitudine
  3. capi sintetici e non: provate con il latte caldo e poi lavate come d’abitudine
  • eliminare la muffa dalle scarpe: se si tratta di scarpe di tela o stoffa, provate con il latte caldo oppure con un semplice lavaggio in lavatrice a 30 gradiSe si tratta di scarpe di pelle, passate un panno inumidito con l’aceto e poi passate la normale crema lucidante.

E per la muffa della doccia? Lì ci sono solo due alternative: prevenzione ed eliminazione. Nel primo caso, basterà utilizzare su silicone già pulito un prodotto specifico per doccia, che permette all’acqua di “scivolare” sulla superficie e di asciugarsi in fretta. L’eliminazione del silicone è quasi sempre possibile, ma è importante chiedere prima al vostro idraulico di fiducia.

(fonte foto: pixabay.it)

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.