Come eliminare i pidocchi e uova definitivamente con rimedi naturali

I pidocchi sono una vera e propria piaga da cui non sono spesso si fatica ad uscire. Sono degli animaletti che invadono la testa di adulti e bambini. Se c’è un’infestazione spesso, anche se non trasmettono delle specifiche malattie, sono molto fastidiosi e vanno eliminati senza pensarci troppo.

L’infestazione di pidocchi nei capelli, detta pediculosi, è frequente in tutti i paesi sia quelli sottosviluppati che quelli invece moderni. Infatti la presenza di pidocchi non dipende dall’igiene personale né tantomeno da la pulizia dei luoghi che si frequentano.

Generalmente, può capitare che c’è la presenza di questi animaletti che va a diventare infestante in pochissimo tempo. Molto spesso si diffondono nelle comunità infantili e generalmente, è bene verificare subito quale può essere la soluzione senza preoccuparsi troppo della causa.

Cosa sono i pidocchi e come riconoscerli

Riconoscere i pidocchi è facile perché si tratta di piccoli animaletti con che hanno la grandezza di un seme di sesamo, hanno sei zampe e dei piedi che hanno la forma di uncino.

Ecco perché si attaccano al capello e dispongono anche 5-6 uova al giorno, che vengono chiamate lendini di pidocchio. Si attaccano la base del capello, nelle zone più calde del cuoio capelluto, anche perché vivono bene a 37 gradi di temperatura e quindi cercano di creare l’ambiente ideale per sopravvivere.

La presenza di pidocchi inizia a manifestarsi con un prurito costante nelle zone in cui si stanno insediando. Generalmente questo fenomeno della pediculosi si manifesta soprattutto da chi ha i capelli più lunghi e per i bambini più piccoli che magari hanno interazioni sociale particolari. Sono molti frequenti ad esempio le infestazioni che si ottengono a scuola. La trasmissione avviene per contatto in quanto i pidocchi non saltano.

I sintomi di una pediculosi

La pediculosi ha una serie di sintomi ben chiari. Innanzitutto, c’è da dire che nelle prime settimane è asintomatica poi successivamente iniziano a presentarsi degli arrossamenti ed un prurito assordante al cuoio capelluto.

L’irritazione è dovuta al fatto che l’animaletto va in contatto con la pelle per insediarsi e queste irritazioni solitamente arrivano quando le feci del pidocchio o la saliva arrivano sul cuoio capelluto. Anche la presenza di uova di pidocchi non determina l’infestazione vera e propria però è bene eliminarla in modo tale da non creare eventuali precedenti.

Per parlare di infestazione l’insetto deve essere trovato vivo sul cuoio capelluto. Però a prescindere da questo, sia le uova che l’insetto vanno subito eliminati.

I rimedi naturali per eliminare i pidocchi e le uova

Per eliminare i pidocchi e le uova ci sono una serie di rimedi naturali che possono essere utilizzati. Infatti, i prodotti chimici molto spesso sono tossici e quindi bisogna evitarli.

Se si ha a che fare con un’infestazione piccola per eliminare i pidocchi basterà utilizzare molto balsamo, lavare i capelli e con un pettine a punta a denti fitti. Insomma, bisogna fare l’attività di wet combing. In pratica sì pettinano i capelli bagnati e si fanno stanziare freddi per circa 15 minuti.

Esistono anche dei prodotti che possono essere utili in tal senso e sono di tipo naturale. Tra questi vi sono ad esempio la lozione a base di aceto di vino bianco che deve essere suddivisa con l’acqua e utilizzata direttamente sulla chioma. Anche la maionese può essere utile in tal senso, purché venga lasciata agire insieme all’aceto.

Tre altri tipologie di prodotti naturali che possono essere utilizzati per allontanare pidocchi e uova, vi è l’infuso di aglio, quello di eucalipto, di rosmarino che per loro proprietà naturali riescono a avere un potere pulente e disinfettante molto forte. Nel momento in cui si è avuto questo tipo di problema si può anche utilizzare il tea tree oil che ha una forte azione antisettica.

E’ opportuno infine, prevedere sempre un lavaggio di fermagli, spazzole e pettini nonché di prevedere una pulizia e una disinfezione extra nella propria casa nel periodo in cui c’è stato questo contagio.

I pidocchi il dramma delle mamme

È uno dei “drammi” che le mamme si trovano da affrontare periodicamente: i pidocchi. Soprattutto con l’inizio della scuola, sembra quasi che non ci si possa esimere dall’affrontare una situazione del genere. Ma come eliminare i pidocchi e uova definitivamente? In questa guida parleremo principalmente di come farlo con rimedi naturali, perfetti sia per i bambini più delicati, che per le donne in gravidanza.

Prima di tutto, però, cerchiamo di capire come prevenire i pidocchi e, soprattutto riconoscerli!

Pediculosi del capo: come riconoscerla?

Non è molto difficile riuscire a riconoscere i pidocchi, anche se per essere sicuri occorre una lente di ingrandimento per verificare che effettivamente si sia davanti a dei parassiti.

Come sono i pidocchi, dunque? Del tutto simili alla forfora come dimensioni e colore, li si può riconoscere innanzitutto perché camminano sui capelli. Nei primi giorni di vita questi parassiti sono molto piccoli (non vanno oltre 1 mm in genere) e di colore chiaro, quasi bianco. Così come le uova, che sono poi la “parte” più difficile da debellare. Nell’arco di circa 10 giorni, invece, i pidocchi tendono a crescere e a scurirsi, raggiungendo anche le dimensioni di 3-4 mm.

Ad ogni modo, ci sono dei segni inequivocabili che permettono di riconoscere la presenza di pidocchi sul capo:

  • prurito molto intenso del cuoio capelluto;
  • leggeri rigonfiamenti di colore rosso sulla testa, ma che possono estendersi anche a collo e spalle;
  • tali rigonfiamenti possono produrre liquido o presentare delle croste;
  • presenza di puntini bianchi (le uova) difficili da togliere sul cuoio capelluto.

Se notate uno o più di questi sintomi, allora state pur certi di avere i pidocchi.

Prevenire i pidocchi: si può?

Un tempo si pensava che la pediculosi fosse una causa della scarsa igiene, ma a quanto pare non è affatto così. Il “passaggio” dei pidocchi da una testa all’altra avviene solo ed esclusivamente per contatto, ecco perché i bambini, abituati a spingersi e a giocare tutti assieme, sono i bersagli più colpiti. Anche il contatto, per esempio fra i cappottini messi sull’appendiabiti a scuola, può essere causa di trasmissione.

La prevenzione dai pidocchi può essere attuata mediante rimedi naturali e non, visto che non si può evitare che i bambini siano a stretto contatto fra loro. Utilissime sono le capsule di aglio, un repellente naturale per i parassiti, ma che può essere un problema per via dell’età dei piccoli: quanti bambini sanno deglutire una pillola? Pochi, immagino!

Come piano B, possiamo invece realizzare una mistura di olii essenziali, mescolando in parti uguali lavanda, eucalipto, timo e bergamotto: fatto ciò, dovrete solo mettere ogni giorno qualche goccia di questo prodotto sulla fronte del bambino e sulla nuca, in prossimità dell’attaccatura dei capelli.

Inoltre, anche in farmacia vendono degli spray appositi perfetti per la prevenzione dei pidocchi.

Come eliminare i pidocchi con rimedi naturali

Se poi i pidocchi li avete già presi, allora bisogna correre ai ripari. Diciamo che non sempre i rimedi naturali per debellare i pidocchi sono efficaci come quelli chimici, soprattutto perché le uova, chiamate lendini, sono davvero coriacee.

Come per la prevenzione, anche per eliminare i pidocchi naturalmente bisogna usare gli olii essenziali. Considerate che prodotti quali il timo, l’organo, l’ylang-ylang, l’olio di neem, la noce di cocco e l’anice hanno proprietà anti- microbiche e insetticide perfette per la causa, anche perché i pidocchi, essendo degli insetti, non hanno polmoni, quindi sono più difficili da abbattere. Questi olii, usati puri o in miscela precisa, provocano invece una crisi respiratoria nei pidocchi eliminandoli tutti.

Perfetti sono da usare l’olio di neem puro e/o una miscela composta da anice, noce di cocco e ylang-ylang, ma in erboristeria ci sono anche prodotti già dosati e pronti da usare.

Una volta realizzata/comprata la mistura, mettetela sul cuoio capelluto e sulla lunghezza dei capelliAvvolgete il capo in una fascia anti-pidocchi specifica (ma andrà bene anche una cuffietta per la doccia) e lasciate in posa per un’ora. Risciacquate abbondantemente con uno shampoo per pidocchi. Poi, usate un pettinino di metallo per eliminare uova e pidocchi morti.

Altri rimedi naturali per eliminare i pidocchi, come l’aceto e la maionese, non hanno nessuna evidenza scientifica di riuscita, ma appartengono più che altro alla tradizione popolare.

Come eliminare le uova di pidocchio

I rimedi naturali, sebbene non dannosi, non riescono ad eliminare del tutto le temibili uova di pidocchio. Non resta, dunque, che fare affidamento sul pettinino di metallo specifico per parassiti, quello a denti stretti. Usatelo quotidianamente sui capelli infestati e attenzione alla pulizia: dopo ogni uso, il pettine dovrà essere pulito con molta cura, perché il rischio di contagio è davvero molto alto.

In rete ho però scovato anche un altro consiglio per eliminare con rimedi naturali le uova di pidocchio, ovvero quello di usare una piastra elettrica: quanto pare, l’alta temperatura della piastra uccide le uova. Usatela con molta cautela, poiché le uova si trovano proprio a ridosso del cuoio capelluto! Una volta stecchite le uova, ricorrete al pettine di metallo e procedete come al solito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.