Come effettuare una denuncia per diffamazione

La diffamazione è uno dei reati più consumati nella nostra società, visto che spesso la maleducazione o, peggio, l’ineducazione inducono ad un comportamento offensivo e lesivo della dignità umana. Da indagini statistiche risulta che circa il 70% dei cittadini italiani è stato almeno una volta vittima di diffamazione, con enorme proliferazione di processi penali. Ma come effettuare una vera denuncia per diffamazione? Vediamolo insieme.

Il modo tradizionale per proporre una corretta querela è quello di recarsi personalmente presso gli uffici della questura dei carabinieri e presentare una denuncia avverso la persona o l’ente calunniatore. In questo caso, al pubblico ufficiale, che si occuperà personalmente della redazione scritta della denuncia, si dovrà raccontare lo svolgimento preciso dei fatti (menzionare anche il nome dei testimoni presente è cosa importante), senza rilasciare alcun particolare, soprattutto perché una ritrattazione del contenuto del verbale sarebbe pregiudiziale per l’innesto di un eventuale processo.

Bisogna, però, rispettare dei termini: la denuncia può essere, infatti, espletata entro e non oltre i 90 giorni consecutivi alla data in cui il reato si è consumato anche se può essere ritirata in qualunque momento.

Una volta presentata querela, sarà compito del giudice di pace penale istruire la pratica esaminando la questione al fine di accertarne il fondamento. Solo dopo, questa fase, emetterà sentenza di condanna o meno. Se la sentenza riconosce il reato diffamatorio, il calunniatore dovrà risarcire i danni al diffamato, sempre che non sia stata contemplata anche una pena detentiva. In ogni caso, il consiglio è di farsi assistere da un buon avvocato penalista che valuti accuratamente fino a che punto sarà conveniente portare avanti il procedimento.

isacco corradi

Isacco Corradi fin dal 2005 si occupa per passione di internet, trasforma questa attività in lavoro nel 2009. Presidente per 10 anni della cooperativa Alpsolution, Sindaco del Comune di Lavarone dal 2015 al 2020, Vicepresidente Fondazione Museo Storico, Consigliere della Magnifica Comunità di Valle, Consigliere della Fondazione Forte Belvedere. Scrive articoli in ottimizzati e per diletto parla di tutto un pò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.