Codici a barre: cosa sono e i campi di applicazione

Che cos’è il codice a barre? Si tratta di un codice composto da differenti elementi grafici che viene applicato ai prodotti e che ha la funzione di restituire le informazioni relative ad essi. Di solito le informazioni si apprendono leggendo il codice a barre mediante un lettore specifico, in grado di decodificare sequenze di informazioni. In genere un codice a barre è formato da una sequenza di barre e spazi. La barra costituisce l’elemento verticale, quello più scuro. Lo spazio invece forma la parte chiara che separa le barre nere. È molto utile utilizzare il codice a barre, per tutte le informazioni che se ne possono ricavare. Dobbiamo specificare, comunque, che per essere valido ed accettato, per esempio nelle piattaforme online, bisogna che sia un codice sicuro ed affidabile. In genere i marketplace non accettano codici a barre generati automaticamente in maniera gratuita, perché non sono verificati.

I codici a barre per i marketplace

I codici a barre per i marketplace, come quelli che puoi acquistare su Codiceabarreitalia.it, sono univoci identificativi indicati con la sigla EAN o UPC per i prodotti. Stiamo parlando per esempio di Amazon, di eBay, che accettano questi codici univoci ed identificativi che sono registrati su database internazionali e possono essere quindi considerati sicuri e verificabili, visto che rispettano gli standard dei marketplace più noti.

Le politiche di Amazon, ma anche di altre piattaforme note per la vendita di prodotti online, sono molto rigide. Infatti, per esempio, se vuoi vendere su Amazon e devi fornire il tuo prodotto in stoccaggio perché poi l’e-commerce si occupi della spedizione, devi fornire anche il tuo codice a barre in stampa digitale.

In questo caso il codice ha una funzione molto importante, perché, se opportunamente registrato e valido, evita che i prodotti siano segnalati come contraffatti o non tracciabili.

Amazon tra l’altro applica delle verifiche periodiche sui codici. Ecco perché è importante essere in regola con i parametri stabiliti dal marketplace. Ma questo discorso che abbiamo fatto per Amazon vale anche per altri marketplace, come eBay o Google Shopping, che non accettano codici gratuiti generati automaticamente, perché, abbiamo specificato, non sono sicuri.

È molto importante essere in regola con questi criteri, perché, se dopo un controllo il tuo codice non risulta registrato, non avrai la possibilità di vendere i tuoi prodotti online.

I codici a barre per tutti

In particolare nella grande distribuzione, per vendere i prodotti, viene richiesto, anche come tutela del consumatore finale, il codice EAN-13. Questi ultimi di cui stiamo parlando sono molto importanti per pensare alla corretta identificazione dei prodotti, in modo che essi possano essere tracciabili.

Quindi per la grande distribuzione sicuramente c’è bisogno di un codice a barre che non sia generato in maniera automatica, ma che sia opportunamente verificato. È un discorso che è valido a livello generale. Facciamo un esempio per essere più chiari.

Prendiamo per esempio un prodotto molto venduto, come i libri. Anche in questo caso occorre avere a disposizione un codice di riferimento. Per quanto riguarda i libri nello specifico occorre il codice ISBN, che significa International Standard Book Numbers.

I codici a barre ISBN sono strutturati in modo da indicare i libri in campo editoriale. Si tratta di codici complessi a 13 cifre per gestire al meglio le rese librarie, per compilare le directory del settore, e sono molto utili perché evitano che, nell’inventario dei volumi, come per esempio in quelli dei magazzini editoriali e delle librerie, si debba ricorrere necessariamente a lunghe descrizioni bibliografiche.

Per tutti questi campi di applicazione è molto importante rivolgersi ad un servizio che rilasci codici a barre verificati e univoci, in modo da essere adeguati alle norme di riferimento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.