Siete alla ricerca di un rubinetto per lavabo? Scoprite come sceglierlo!

Dovete acquistare un rubinetto per il bagno ma avete difficoltà a sceglierne uno nell’affollato mercato odierno? Ecco alcuni consigli su a che cosa fare attenzione nella scelta, in modo da essere il più possibile soddisfatti della propria decisione.

Non badate a spese

Si tratta di uno degli oggetti più utilizzati in casa, sul rubinetto per lavabo non é quindi il caso di lesinare. Scegliete tra marchi comprovati.

Un rubinetto di qualità si riconosce dalla qualità della cartuccia, responsabile del flusso e della miscelazione dell’acqua. È possibile scegliere tra due opzioni: una più economica in plastica o più costosa, in ceramica. In questo caso, è consigliabile puntare sulla qualità e pagare un po’ di piú, poiché le cartucce in ceramica possono durare diversi anni.

Il tipo di montaggio

Nei miscelatori da incasso per lavabo, il corpo del miscelatore è celato dentro la parete. Questo tipo di installazione è il più impegnativo, ma consente di risparmiare spazio ed è esteticamente piú piacevole. C’è poi la categoria del montaggio in appoggio, ossia quando il miscelatore é montato sul piano o sul lavabo. Il vantaggio è che questo tipo di rubinetto non é collegato direttamente alle condutture dell’acqua, non importa quindi dove si trovino gli attacchi. Una sottocategoria del montaggio in appoggio è quello a più fori. Anche in questo caso, il rubinetto si trova sul lavabo, ma le manopole o la leva si trovano separate da esso, sono quindi necessari più fori. Altri rubinetti, infine, possono essere a parete.

Il tipo di comando

Anche questo fattore è importante. Il comando a manopole puó essere di design e retrò, ma si rischia di far scorrere molta acqua prima di raggiungere la temperatura giusta. Un’altra opzione é il rubinetto a leva, che rende più rapida la regolazione della temperatura. Un altro tipo di rubinetto è quello termostatico, il più costoso di tutti, l’investimento vi ripagherà tuttavia nel tempo, sotto forma di risparmio d’acqua. Sono in grado di miscelare l’acqua all’istante, cosí da evitarne sprechi inutili. Inoltre, è possibile impostare una temperatura costante, in modo da non dover cercare di nuovo la temperatura perfetta ad ogni utilizzo.

Materiale e finiture

I miscelatori per lavabo sono solitamente realizzati in ottone o in acciaio inox. Tuttavia, l’ultimo strato è solitamente una sorta di finitura colorata. Bianco, nero, cromato, oro… In commercio si trovano persino rubinetti nei colori dell’arcobaleno. Vi piacciono il rosso o il verde? È possibile scegliere tra varianti lucide o opache. Preferite un miscelatore monocolore o multicolore? Ma attenzione a non lasciarvi trasportare da una tonalità che non si adatta al vostro bagno. Anche il resto degli interni deve essere tenuto in considerazione.

Aspetto

Oggi sul mercato si trovano rubinetti di varie dimensioni, stili e forme. Idealmente, dovrebbero appartenere alla stessa serie degli altri rubinetti del bagno. Un bagno dominato da forme rettilinee si addice a un miscelatore con bordi anch’essi rettilinei. Sceglietene quindi uno di forma squadrata. Al contrario, per lavabi rotondi, scegliete rubinetti anch’essi arrotondati.

Abbinatelo al lavabo

Scegliete il miscelatore in funzione del lavabo, perché se se ne acquista uno con la bocca di erogazione vicina alla parete e il lavabo è al contrario lontano da essa, potrebbe non essere una soluzione pratica. Allo stesso modo, la combinazione di un miscelatore troppo alto e di un lavabo poco profondo non funziona.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.