Come riciclare le bottiglie di plastica

Le bottiglie di plastica sono uno dei principali oggetti che vanno ad aumentare il volume dei rifiuti e contribuiscono in maniera sostanziale all’inquinamento, soprattutto del mare e delle spiagge. E’ opportuno quindi escogitare delle modalità creative per poter riutilizzare tali bottiglie di plastiche, una volta che il contenuto al loro interno è finito.

Per lavorare le bottiglie di plastica occorrono alcuni strumenti, molto semplici da reperire: un cutter, un paio di forbici, dello scotch, dello spago. Poi ovviamente per le decorazioni si possono aggiungere colori a tempera, carta colorata, colla, applicazioni varie.

Le bottiglie di plastica possono essere tagliate a metà della loro lunghezza e fungere da portaombrelli per l’auto, anziché riporre l’ombrello sotto i sedili, senza mai poi riuscire a riprenderlo con scioltezza. Oppure le bottiglie possono diventare dei porta vasi, anche da appendere al soffitto o al muro, tramite due fori laterali nei quali far passare lo spago. Le bottiglie possono essere tagliate sul fondo, il quale attaccato l’uno all’altro in serie, lungo un cordino, può diventare parte di una tenda interamente realizzata con materiale di riciclo.

Un’idea molto utile è anche quella di tagliare il collo delle bottiglie ed utilizzarne ognuno per riporre un paio di scarpe o sandali o ciabatte, all’interno di uno stesso ripostiglio. Il fatto che possano essere messe in verticale, fa sì che le scarpe occupino così molto meno spazio.

Un bottiglia invece tagliato all’altezza del collo e conservatane la parte alta, può essere molto utile per creare delle formine tonde quando dobbiamo sfornare biscotti. Ovviamente una bottiglia è anche un imbuto utile per passare l’olio oppure altro tipo di liquido, da un contenitore ad un altro.

Senza invece scartare nessuna parte della bottiglia ma semplicemente tagliandola in due, si possono ottenere dei simpatici portapenne. Occorre unire le due parti tramite l’applicazione di una cerniera lampo che possa richiudere la fessura creata. Poi ovviamente la superficie della bottiglia può essere pitturata e decorata a piacimento.

In giardino, basta inserire il tubo nell’acqua all’interno del collo di una bottiglia, dopo averla forata in più punti. In questo modo, l’acqua dall’interno schizzerà fuori, come se si stesse utilizzando un erogatore, andando a coprire direttamente distanze più ampie.

Il fondo delle bottiglie può essere un simpatico e utile contenitore per rossetti, pennelli, penne, anelli. Tagliando una bottiglia si sa che le parti in cui è stata effettuata l’incisione poi risultano taglienti. Ma è passando quelle parti direttamente sulla piastra del ferro caldo, che si può risolvere il problema. La plastica infatti, a contatto con il calore, si ammorbidisce e si ha la possibilità di avere così i contorni del taglio arrotondati e non più pericolosi.

Ecco un video originale per riusare in modo creativo a riusare e quindi riciclare le bottiglie in plastica.

Riciclo creativo

Dunque tante sono le possibilità per riciclare in maniera originale e creativa le tante bottiglie di plastica che utilizziamo quotidianamente.

isacco corradi

Isacco Corradi fin dal 2005 si occupa per passione di internet, trasforma questa attività in lavoro nel 2009. Presidente per 10 anni della cooperativa Alpsolution, Sindaco del Comune di Lavarone dal 2015 al 2020, Vicepresidente Fondazione Museo Storico, Consigliere della Magnifica Comunità di Valle, Consigliere della Fondazione Forte Belvedere. Scrive articoli in ottimizzati e per diletto parla di tutto un pò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.