Come organizzare un matrimonio? Definire il budget e le tempistiche vi aiuterà a tenere tutto sotto controllo

Finalmente avete deciso di sposarvi ma non sapete nulla su come organizzare un matrimonio. È vero, può sembrare ci siano mille cose da fare ma per quanto sia complicato ce la si può fare.

Il segreto sta nella pianificazione e nelle scadenze, da segnare su una lista insieme alle voci principali, e nel lavoro di squadra sia in coppia che con amici e parenti.

Pianificare matrimonio

Organizzare un matrimonio non è una passeggiata ma seguire le linee guida matrimonio vi aiuterà a rispettare le tempistiche senza troppi problemi.

Come prima cosa, dovrete stilare la famosa lista di cose da fare: vi servirà per tenere sotto controllo le parti relative all’organizzazione, dalle voci principali a quelle secondarie. È possibile che alcune cose potrebbero non andare esattamente come previsto, e in quel caso una pianificazione accurata vi farà rientrare in carreggiata in breve tempo.

Le prime voci di cui occuparsi sono:

  • burocrazia relativa al luogo in cui celebrare il rito (comune o chiesa);
  • data di nozze, da fissare subito;
  • budget a disposizione.

    La tempistica ideale per l’organizzazione matrimonio prevede almeno 12 mesi di anticipo ma dipende dal tipo di esigenze. In ogni caso seguite sempre la programmazione per rispettare il planning matrimonio.

Come organizzare un matrimonio perfetto

Tranquille, sapere come si organizza un matrimonio se non lo avete mai fatto può sembrare difficile.
Per questo è importante rivolgersi a un professionista: i wedding planner sono aiuti preziosi in fase di organizzazione perché vi aiutano con i fornitori e con la gestione del budget.

Ecco una checklist che riassume come organizzare un matrimonio perfetto:

  • 12/10 mesi prima prenotare la location, il catering, fotografo e musicisti
  • 7/9 mesi prima abito in atelier e avvio delle pratiche burocratiche per la chiesa o il comune in cui vi sposerete
  • 4/6 mesi prima viaggio di nozze, partecipazioni
  • 2/3 mesi prima bomboniere, acconciatura, accessori, trucco

    Non sempre i tempi saranno rispettati, mettete in conto gli imprevisti e non fatevi prendere dal panico nel caso in cui dovessero presentarsi.
    La perfezione non esiste ma esiste la buona gestione di tempo e risorse: il segreto sta nel saper affrontare insieme (al vostro partner in primis, poi la famiglia e gli amici) le difficoltà.

Come organizzare un matrimonio in poco tempo

Un anno è sufficiente per organizzare il matrimonio, ma capita di avere pochi mesi a disposizione per una serie di motivi che portano a una vera e propria corsa contro il tempo. Se succede, non disperate; fatevi dare una mano dalle persone a voi vicine e seguite la lista delle priorità che, come una bussola in alto mare, saprà condurvi al sicuro nel porto.

Come organizzare il matrimonio in 6 mesi

Primo step: spuntare le priorità tra le quali rientrano la burocrazia relativa al rito, in comune oppure in chiesa, dove potete chiedere al parroco di anticipare il corso prematrimoniale.

Fissate subito la data e non dimenticate che, nel caso in cui non ce ne fossero di utili nel vostro comune, potete sposarvi anche in un’altra città o regione.

Subito dopo viene la location: per avere più possibilità e riuscire a ottenere ciò che desiderate, ampliate il raggio d’azione alle città limitrofe o a tutta la regione. In caso non trovaste nulla che vi soddisfa uscite dai confini regionali; potreste spendere qualcosa in più per eventuali spostamenti ma vale la pena, se l’offerta è interessante.
Altro tempo nella ricerca si risparmia contattando location con servizio catering già compreso, e cancellando dalla lista le voci minori per dare importanza a quelle principali, che sono:

  • fedi;
  • partecipazioni (da recapitare online);
  • bouquet e fiori in generale (da delegare ad amici o parenti).

Come organizzare il matrimonio in 3 mesi

Difficile, vero, ma non impossibile.

Partite anche in questo caso dalle pratiche urgenti per il rito, poi passate a catering e location ma ragionate sulla possibilità di allestire il ricevimento a casa vostra o di amici o parenti, se avete a disposizione spazi esterni accoglienti.

Per il catering, tenete presente che è più semplice organizzare una cena rispetto a un pranzo (oltre che più economico) ed esistono formule come i brunch, gli aperitivi e il picnic sul prato, originali e divertenti.

Occupatevi delle fedi e dei fiori, scegliendo quelli di stagione per accorciare la trafila con il fornitore. Partecipazioni, inviti e addobbi invece si possono acquistare online o potete realizzarli da soli, se avete una buona manualità e un pizzico di fantasia. Se non c’è tempo per la lista nozze aprite una lista viaggio in agenzia, così gli ospiti potranno regalarvi la luna di miele.

Qualche consiglio utile:

  1. Fate attenzione alla scelta della data delle nozze, evitando di sovrapporla a festività, vacanze o eventi
  2. Delegate, delegate e delegate: fare tutto da soli è impossibile, condividere idee (ma anche ansie e preoccupazioni) con il partner, amici e parenti vi aiuterà a prendere decisioni più razionali.
  3. Infine, chiedete conferme scritte una settimana prima del gran giorno, per tutelarvi in caso di inadempienze da parte dei fornitori.

Come organizzare un matrimonio low cost

Un matrimonio economico è possibile, partendo dalla scelta della data e ricordando che nel fine settimana e in alta stagione i prezzi lievitano; meglio scegliere un giorno infrasettimanale e un periodo di bassa stagione (da ottobre a marzo).

Ovviamente le chiese piccole sono più economiche. Chiesa piccola, però, non significa rinunciare a una location suggestiva: tante chiesette di paese, nonostante le modeste dimensioni, sono dei veri e propri gioiellini.

Per quanto riguarda il ricevimento, il risparmio si concretizza nel momento in cui scegliete per il menu prodotti locali e di stagione, che tengono alto lo standard qualitativo senza gravare in maniera pesante sul portafogli. Le formule meno costose sono le cene, oppure l’aperitivo di benvenuto al posto dei buffet.

I fiori sono importanti e si risparmia scegliendo quelli di stagione; se proprio volete qualcosa di particolare limitatevi al bouquet e ricordate che le piante costano meno delle composizioni floreali.

Ed ecco quella che per molte spose alla ricerca di risparmio potrebbe sembrare un tasto dolente: l’abito. La buona notizia è che non è necessario scegliere l’ultimo arrivo in atelier, piuttosto tenete presente un modello preciso e cercatelo in outlet o su internet, dove il prezzo è più accessibile. Lo sposo sarà più agevolato scegliendo un abito da riutilizzare in altre occasioni.

Le bomboniere e le partecipazioni si possono acquistare su internet, dove costano meno per via del contatto diretto con il fornitore. Il costo sale in base alla confezione e alla carta usata.

Il viaggio di nozze si può fare ovunque, evitando le mete più gettonate nel periodo di alta stagione, e potete farvelo regalare dagli invitati.

Per riuscire a ottimizzare al meglio il budget che avete a disposizione affidatevi a un wedding planner; il contatto diretto con i fornitori e la sua esperienza saranno decisivi per capire dove destinare le varie spese.

È un servizio in più ma grazie a lui/lei risparmierete sul tempo (e sullo stress!)

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 5 / 5. Punteggio articolo: 1

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.