Come fare quando finisce un amore

Ci sono delle situazioni nel corso della vita che ci possono davvero mettere a dura prova. Di regola però, si dice sempre che le esperienze non soltanto fortificano e ci rendono migliori, ma ci fanno costantemente crescere. Ma spesso, quando certe situazioni si presentano inaspettate ci appaiono delle volte quasi più grandi di noi ed impossibili da superare. Quando ci troviamo di fronte un problema oppure un evento triste, ci viene voglia di scappare via oppure metaforicamente di saltare la staccionata e correre dalla parte opposta, il più lontano possibile dal nostro problema. Ma in realtà, la cosa più matura da fare è rimanere fermi, riflettere attentamente e cercare una soluzione per risolvere il nostro dilemma.

Una delle cose che può farci soffrire di più ad esempio, è sicuramente la fine di una storia d’amore. Una storia per la quale magari abbiamo impiegato tutte le nostre emozioni più belle e i nostri sentimenti migliori, una storia che, all’inizio ci dava la sensazione di essere il motore pulsante della nostra vita. Se poi per qualche motivo questa storia dovesse bruscamente finire, senza una motivazione apparentemente logica, tutte le nostre certezze potrebbero crollare in un momento.

In questa guida non vi darò dei consigli che avranno un risvolto “assoluto” in quanto, chi vi scrive non è una psicologa, ma soprattutto, ogni esperienza è estremamente soggettiva. Tramite questo articolo voglio darvi dei piccoli consigli da mettere in atto per convincersi che, a prescindere dal dolore, dovete riprendere in mano la vostra vita nel miglior tempo e modo possibile, in quanto, dovete avere sempre presente l’importanza della vostra persona e del vostro essere prima di qualsiasi altra cosa o persona.

Come fare quindi quando finisce un amore?

Innanzitutto iniziamo a parlare di cosa NON fare:

1.       Non chiudevi a casa a luci spente e con la musica depressiva a palla. Non isolatevi dal mondo esterno e non abbandonatevi alla sofferenza buttandovi a capofitto sul lavoro, la vita non è fatta solo di questo.

2.       Evitate di frequentare qualcuno di nuovo dopo pochi giorni dalla rottura. Semplicemente perché per cercare di dimenticare in fretta, consolarvi tra le braccia di qualcuno dopo poco tempo vi farà ottenere solo l’effetto contrario.

3.       Non ingozzatevi di qualunque schifezza. Ma cercate di mangiare esattamente come facevate prima. Maltrattare il vostro corpo e il vostro stomaco non servirà a rimettere le cose al loro posto.

4.       Non piangetevi addosso e non datevi tutte le colpe. Quando una storia finisce la responsabilità è totalmente paritaria, ricordatevelo sempre!

Cosa fare:

1.       Dedicate il vostro tempo libero interamente alla vostra persona e agli amici fidati. Uscite, andate al cinema, organizzate cene e tenete la vostra mente occupata in attività che comunque la stimolino e nello stesso tempo le donino serenità. Iscrivetevi in palestra e una volta a settimana dedicatevi anche allo shopping (ma mi raccomando, con moderazione!).

2.       Cercate di riflettere in maniera serena su ciò che non è andato bene, e trovate una soluzione concreta senza impazzire dietro i “perché” e i “ma andava tutto bene!”. Se la storia si è conclusa evidentemente non era tutto così solido come sembrava. Cercate di convivere con questa cosa in maniera positiva, senza sconfitte e vittimismi che vi provocheranno solo dell’altro dolore che non meritate.

3.       Usate sempre l’ironia, in qualunque caso. Imparate a sdrammatizzare su tutto quello che vi circonda e sorridete delle cose buffe della vita. Potrà sembrarvi forse una stupidaggine, ma vi assicuro che l’ironia ma soprattutto l’autoironia, in alcuni casi hanno veramente salvato delle vite, credetemi, parola di scout. 🙂

Buona fortuna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.