Come creare la stanza di riposo ideale per tutta la famiglia

In una casa in cui più generazioni convivono in più camere da letto, non ci saranno due stanze uguali, né ci saranno due identiche esigenze di sonno.

Bambini, genitori e nonni hanno bisogno di camerette che soddisfino le esigenze di ogni fase per garantire un buon riposo notturno a tutti.

La realtà è che dormiamo sempre meno. La media globale delle ore di sonno è scesa da otto a sei negli ultimi 50 anni.

Il miglioramento della qualità del sonno debba essere una priorità per tutti e che vada coltivato e curato, soprattutto in famiglia, perché guardando le fasce d’età si apprezza che ci siano fattori di cui prendersi cura e migliorare affinché il riposo di tutti sia il migliore possibile, e quindi prendersi cura della salute e del benessere di tutti gli abitanti della casa.

Sebbene le raccomandazioni siano applicabili a tutti, indipendentemente dall’età, ci sono suggerimenti particolarmente importanti per ogni fascia di età.

Ad esempio, nel caso di bambini e adolescenti, è fondamentale limitare l’esposizione alla tecnologia nelle ore prima di andare a dormire per evitare problemi di sonno.; per gli adulti, una camera ordinata e un letto che soddisfi individualmente le esigenze di entrambi i coniugi per evitare disagi e conflitti;

Un letto per ogni età

La prima cosa, fondamentale ed essenziale per riposare è un letto e un buon materasso, ovviamente. Ma ogni membro della famiglia avrà bisogno di uno adatto a ogni situazione.

Scegliere il materasso giusto non è sempre una scelta facile da prendere. Visita il sito materassimigliori.com per avere consigli da tecnici del settore.

Per i bambini, se dormono in una culla, il materasso deve soddisfare tutti i requisiti di sicurezza per evitare incidenti. Il materasso deve essere rigido e con una buona ventilazione per facilitare la regolazione della temperatura e prevenire l’accumulo di cattivi odori.

Nel caso di bambini un po’ più grandicelli, è importante che abbiano abbastanza spazio per giocare liberamente nella loro camera da letto. In questi casi, letti pieghevoli, letti estraibili con vano contenitore o letti a castello che consentono un doppio uso dello spazio (al piano di sopra per dormire, al piano di sotto per giocare) possono essere una buona opzione.

Per le coppie che condividono un letto, è importante ricordare che per garantire il riposo individuale, ognuno deve avere il proprio cuscino, e si possono anche abbinare due materassi se si preferisce un materiale più morbido e uno più rigido che si adatti alla loro posizione di riposo.

Per quanto riguarda le persone anziane, le esigenze sono incentrate sulla scelta della solidità del materasso. Con l’avanzare dell’età il tono muscolare diminuisce e avremo bisogno di un materasso di media rigidità, non troppo morbido per favorire una postura scorretta, né troppo duro per causare dolore nei punti di appoggio.

Buona illuminazione di giorno, zero inquinamento luminoso di notte

Una delle chiavi per un buon riposo per tutti i membri della famiglia è adattare l’attività e i ritmi circadiani del nostro corpo ai cicli diurni e notturni.

Per questo, controllare correttamente la luce è la chiave per regolare noi stessi e in modo che i diversi ritmi e attività di ciascuno non interferiscano con gli altri.

All’interno della casa, un’illuminazione generale sufficiente per svolgere le attività quotidiane ci aiuterà a prenderci cura degli occhi di tutti gli abitanti della casa.

Nelle stanze condivise da due persone, ad esempio due fratelli o una coppia, un punto luce individuale è una buona idea per quando si svolgono attività diverse dalla lettura o dallo studio, ad esempio.

Di notte, però, dormire con la luce accesa o in una camera da letto con inquinamento luminoso produce un sonno più superficiale che riduce la qualità del riposo e finisce per incidere sulla qualità della vita.

Un caso particolare è quello dei bambini più piccoli, per i quali una luce di accompagnamento prima di coricarsi può fornire sicurezza e tranquillità che li aiuterà a rilassarsi e ad addormentarsi.

La temperatura giusta per tutti

Durante il sonno, è meglio avere il corpo in un intervallo di temperatura neutro, tra i 18 e i 21 gradi, che ci permetta di non avere troppo freddo o troppo caldo. Ma sappiamo tutti che una persona fredda e una persona calda hanno esigenze totalmente diverse anche se si trovano nello stesso ambiente termico.

Ecco perché è importante dotare la stanza di tutto ciò che ci mette a nostro agio, indipendentemente da chi la condividiamo.

Un buon tappeto aiuta a mitigare il freddo che può venire dal pavimento, oltre a fermare il rumore, che è anche qualcosa che ci aiuterà a riposare. E, naturalmente, scegliere il piumino giusto per tutti, dai bambini agli anziani, è un modo per garantire comfort e riposo. Se dormite in coppia, una buona idea è che ognuno di voi abbia il proprio piumino.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.