Loading...

Come Fare online Logo Come Fare online

Purezza, colore e taglio: come incidono sulla valutazione

Da Redazione

Maggio 10, 2023

Purezza, colore e taglio: come incidono sulla valutazione

I diamanti sono le pietre preziose più diffuse in assoluto, e non a caso si fa riferimento al diamante come la gemma maggiormente popolare.

Essi si vengono a formare in natura nel corso di miliardi di anni, e possono essere trovati attraverso ricerche ben specifiche e con delle squadre di scavatori in grado di servirsi di strumenti all’avanguardia. Nonostante ciò, rimuovere i diamanti dalle miniere può risultare un’operazione complessa e talvolta rischiosa; ecco perché anche quelli trattati, denominati diamanti sintetici, stanno proliferando.

La compravendita di queste pietre preziose è parecchio attuale poiché si tratta di oggetti facilmente trasportabili, e che esteticamente risultano affascinanti per caratteristiche come la durezza e la brillantezza; inoltre, sono indistruttibili per natura.

Ma quando viene effettuata la valutazione di un diamante, delle famose 4C non contano soltanto i carati, bensì vengono presi in considerazione fattori come la purezza, il colore e il taglio: di seguito un approfondimento.

Indice

Purezza

Per ottenere una valutazione dettagliata di un diamante, si va incontro alla purezza di quest’ultimo. Siccome si tratta di una caratteristica che incide sull’estetica di una gemma, il valore può salire così come scendere in base ad essa.

Qualora quest’ultima risulti essere di basso grado, il diamante presenta una luminosità quasi ostruita, apparendo perlopiù opaco.

Ciò è da osservare grazie ad appositi strumenti che soltanto i professionisti sono in grado di utilizzare al fine di fornire una valutazione diamanti online, oppure in apposite sedi. Infatti, tale parametro va studiato ingrandendo di 10 volte il diamante in questione, così da decretarne la trasparenza e la conseguente rarità. Qualora la pietra dovesse avere un grado di purezza elevato al massimo, verrà siglata “FL” – “Flawless”, ovvero esente da difetti (inclusioni e imperfezioni esterne) tali da contrastare la luminosità.

Colore

Il colore influisce notevolmente sulla valutazione finale di un diamante. I colori delle gemme sono ordinati secondo una scala stabilita dal GIA (Gemological Institute of America), contestualmente dalla lettera D, che indica un diamante incolore, fino alla lettera Z, ossia colorita e giallognola. Quest’ultima categoria indica dei diamanti parecchio diffusi e popolari, che presentano proprio delle sfumature di giallo; le più costose, al contrario, sono quelle che rientrano nel bianco, seppur con diverse sfaccettature e tonalità.

La lettera D, ovvero il diamante perfettamente incolore, presuppone che la gemma in questione sia molto rara e quindi dal prezzo elevato. Infine, i diamanti neri sono quelli di minor valore in assoluto.

Da segnalare che quando un diamante viene indicato con la lettera E, significa che è un bianco eccezionale, mentre la lettera F sta per bianco extra +, la G soltanto bianco extra; scendendo di valore troviamo la H, ossia quando è presente soltanto il bianco. A concludere, prima di partire con la M fino alla Z per indicare i vari colori, ci sono le lettere I e J per indicare un bianco leggermente colorito; K e L stanno per un bianco colorito.

Taglio

Il taglio è un’operazione davvero delicata, ed è l’unica che viene condotta artificialmente dalla mano dell’uomo, in particolari di artigiani professionisti o gemmologi. Quest’ultimi, servendosi di formule matematiche ben precise, devono tagliare il diamante così bene da permettere alla gemma di riflettere la luce interna in maniera sfaccettata, come se ci si trovasse di fronte uno specchio.

La luminosità, come detto, è fondamentale nella valutazione di un diamante, e dunque bisogna fare molta attenzione; infatti, anche se è presente un alto grado di purezza, un taglio errato renderebbe opaca la pietra preziosa. Infine, il taglio fa anche riferimento ad una forma ben specifica: tonda, quadrata, ovale, smeraldo, a cuore, Princess, e così via.

Un diamante tondo riesce a riflettere perfettamente tutta la sua luce interna.

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Redazione Avatar

Redazione

La redazione di comefare.com è composta da un gruppo di giornalisti professionisti amanti delle guide evergreen e degli approfondimenti.