Loading...

Come Fare online Logo Come Fare online

Come realizzare una piscina interrata: le fasi da seguire

Da Redazione

Giugno 08, 2023

Come realizzare una piscina interrata: le fasi da seguire

Una piscina interrata è sicuramente una delle migliori soluzioni che possano essere pensate per il contesto di un condominio o di una villa/abitazione privata, grazie alla grande eleganza che potrà essere garantita da uno strumento che permette di donare grande serenità e, soprattutto, un contesto di divertimento per se stessi, oltre che per amici e parenti.

Naturalmente, quando si tratta di realizzare una piscina interrata, le fasi e i processi da seguire sono più complessi rispetto a quanto previsto nel caso in cui si voglia predisporre l’acquisto di una piscina esterna, molto più economica e portatile.

Allo stesso tempo, però, per chi vuole aumentare il valore della propria abitazione e ottenere uno strumento validissimo sotto tutti i punti di vista, una piscina interrata rappresenterà sicuramente la scelta più valida. Detto questo, sarà necessario anche considerare tutto ciò che c’è da sapere a proposito delle fasi e dei passaggi da seguire per ottenere una piscina interrata.

Vale la pena sottolineare che, qualora il proprio obiettivo sia quello di portare a termine la propria realizzazione in modo sicuro, sarà necessario rivolgersi ad un professionista del settore, come avviene, ad esempio, per le piscine culligan. In questo modo, si eviterà qualsiasi tipo di problema relativo alla realizzazione di una piscina fai da te.

Preparare il terreno per costruire una piscina interrata

Prima caratteristica da prendere in esame, a proposito di come ottenere una piscina interrata, riguarda il terreno che dovrà essere predisposto per il proprio strumento. Il progetto in questione sarà da ottenere sulla base di una consulenza con esperti e professionisti del settore, che valuteranno tutti gli aspetti di affidabilità e sicurezza legati allo specifico punto in cui vuole essere realizzata la propria piscina. Detto questo, scavare il terreno richiederà una certa cura, soprattutto basandosi sulle effettive dimensioni di una piscina, a cui bisognerà aggiungere circa 50 centimetri per lato, affinché lo strumento abbia lo spazio per essere inserito ed edificato al meglio.

Prima di iniziare a scavare, però, sarà opportuno ottenere regolari permessi e autorizzazioni, circa la realizzazione di una piscina che prevede, naturalmente, interventi da parte di una ditta specializzata. Per questo motivo, si consiglia di recarsi nel municipio del proprio comune per ottenere maggiori informazioni a riguardo.

Creare la piscina interrata

Dopo aver realizzato lo spazio in cui la piscina interrata potrà essere contenuta, si può proseguire con la creazione della vera e propria piscina, per cui sarà necessario, anche in questo caso, guardare a specifiche componenti, circa la tipologia di fabbricazione prevista per una piscina. In primo luogo, infatti, potrebbe essere molto utile creare il perimetro utile per una piscina interrata, ponderato che quest’ultimo non dovrà riguardare soltanto i lati della piscina, ma anche tutti i segmenti di interruzione, relativi ad esempio al posizionamento delle scale, dei supporti o dei pioli per entrare e uscire dalla piscina.

Generalmente, inoltre, una piscina domestica non presenta una forma regolare come quelle olimpioniche, ma si adatta alle condizioni del terreno dove viene edificata. Successivamente, si potrà strutturare la piscina: che si tratti di un prefabbricato o di materiali che dovranno essere assemblati per l’occasione, basterà attendere l’intervento di un addetto ai lavori, che si occuperà dell’opera da realizzare. La realizzazione della piscina segue, poi, altre regole specifiche, relative a bordo, bocchette, nicchiette per l’illuminazione e rivestimento.

Riempire la piscina di acqua e cloro

L’ultimissimo passaggio da seguire, dopo aver strutturato la propria piscina interrata, riguarda l’acqua e il cloro che dovranno essere inseriti nella piscina per far sì che la stessa venga riempita.

Questa componente dovrà seguire i riferimenti normativi a proposito della qualità dell’acqua di una piscina, per evitare che si formino batteri, virus o microparticelle che potrebbero diffondersi e arrecare danno alla salute dei visitatori.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Redazione Avatar

Redazione

La redazione di comefare.com è composta da un gruppo di giornalisti professionisti amanti delle guide evergreen e degli approfondimenti.