Come fare per avere il passaporto

Il passaporto è quel documento necessario per viaggiare al di fuori dell’Unione Europea. Sul sito del Ministero degli Affari Esteri è possibile avere tutte le informazioni necessarie, anche per sapere se nel paese in cui stiamo per andare è necessario avere il passaporto. Inoltre occorre sottolineare che ogni paese richiede una eventuale validità residua. Quindi bisogna fare attenzione, alcuni paesi richiedono anche diversi mesi, tipo 6, di validità residua del passaporto. Ciò significa che non basta che il documento sia ancora valido ma che abbia anche queste tempistiche rispettate.

I passaporti sono di diversi tipi:

  • Lettura ottica: emessi e rinnovati fino al 2005;
  • Lettura ottica con foto digitale: emessi a partire dal 2005;
  • Elettronici: emessi a partire dal 26 ottobre 2006, dotati di un microchip che contiene la registrazione dei dati del titolare del documento;

In Italia viene rilasciato al momento il passaporto elettronico. Esso è un libretto in carta con 48 pagine ed un microchip inserito nella copertina, con la firma digitalizzata del titolare sulla seconda pagina. Il rilascio del passaporto è effettuato tramite le questure.

Per ottenere un passaporto, occorre fare apposita domanda presso la questura, oppure l’ufficio passaporti del commissariato di Polizia oppure presso una stazione dei Carabinieri. Questi uffici devono trovarsi nel luogo relativo alla propria residenza o domicilio o dimora.

Presso il sito della Polizia di Stato, la richiesta del passaporto può essere anche online, in modo tale da evitare le code e le attese presso gli stessi uffici. Si possono scegliere la data, l’ora e il luogo per consegnare la domanda.

Dal 2014 non si paga più la tassa annuale di 40.29 euro che si applicava con marca da bollo. Tutti i passaporti ora sono validi fino alla data di scadenza riportata nel documento stesso.

Per fare un passaporto, i documenti richiesti sono i seguenti:

  • Modulo stampato e compilato della richiesta;
  • Documento di riconoscimento valido;
  • 2 foto tessere identiche tra loro e recenti;
  • La ricevuta di pagamento di 42,50 euro effettuato tramite bollettino al Ministero dell’Economia e delle Finanze con causale ”Importo per il rilascio del passaporto elettronico”;
  • Una marca da bollo di 73,50 euro che si acquista presso una tabaccheria;

Le tempistiche per la consegna del passaporto dipendono dalla rapidità di ciascun ufficio e dalla lista di attesa. In genere comunque si tratta di pochissimi giorni. Se però si è fatta la richiesta per la consegna a domicilio allora i tempi sono di qualche giorno in più.

Per quanto riguarda i minori, essi non possono essere più compresi nel passaporto dei genitori. Tutti i minori devono avere un passaporto individuale, il quale scade ogni tre anni per quanto riguarda i bambini fino a 3 anni, ogni 5 anni dai 3 ai 18 anni di età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.