Fai da te

Come fare il detersivo enzimatico

Sempre più persone cercano di rispettare l’ambiente stando attenti ai loro acquisti.
Quando si parla di detersivi si nota subito come i prodotti ecologici hanno un prezzo nettamente superiore a quelli chimici e per riuscire a portare avanti la nostra etica, senza pesare troppo sul portafoglio, esistono molte semplici ricette per produrre ciò che ci serve in autonomia.

Fra tutte le ricette dei detersivi fai da te vogliamo parlare del detersivo enzimatico, come funziona e come si prepara questo detersivo naturale, biodegradabile e non tossico.

Gli enzimi e i batteri sono adatti a pulire macchie di olio, grasso, erba, sangue, ecc.. su praticamente ogni superficie, compresi i tessuti, la macchia creata da materiale organico viene dissolta eliminandone anche gli odori con una funzione antibatterica.

Come si creano gli enzimi? Il modo più veloce per crearne in gran quantità è utilizzare del lievito che dopo aver fermentato per almeno qualche settimana ci darà tutti gli enzimi di cui abbiamo bisogno.

Procedimento per fare un detersivo enzimatico

In una bottiglia pulita aggiungete in ordine:

  • Scorze di limone o arancia fresche
  • 5 cucchiai di zucchero
  • Almeno 3 gr di lievito secco attivo
  • 1 litro di acqua tiepida

Dopo aver unito tutti gli ingredienti bisogna tenere il nostro composto in un luogo caldo in modo che avvenga la fermentazione. Il lievito si nutre di zucchero, che si trasforma in alcool e anidride carbonica, per questo, nel corso delle 2 settimane, per almeno 3 volte al giorno la nostra bottiglia va agitata energicamente, aperta e richiusa per permettere al gas di uscire.

Trascorse le 2 settimane il nostro detersivo sarà pronto, si può decidere di lasciarlo fermentare fino a un massimo di 3 mesi per aumentarne l’efficacia.

Per concludere l’operazione si filtra la miscela che avrà assunto un colore opaco chiudendola in un contenitore ermetico.

Ora che il detersivo enzimatico è pronto vediamo dove vi sarà utile:

  • In lavatrice, una piccola quantità per aumentare l’efficacia del detersivo.
  • Puro su incrostazioni, calcare e macchie di grasso
  • Diluito in percentuale 1 a 10 in acqua per tappeti, materassi o tende
  • Diluito in percentuale 1 a 20 in acqua per pavimenti e superfici

Se su superfici della cucina avete bisogno di uno smacchiatore ancora più potente potete aggiungere al vostro detersivo enzimatico dell’aceto, resterete sorpresi dalla sua efficacia e l’ambiente ve ne sarà grato.

Speriamo vi sia piaciuto il post se interessati al fai da te per i prodotti casalinghi potete leggere la nostra rubrica apposita.

Se la procedura è troppo complessa potete sempre acqustarlo:

[amazon bestseller=”detersivo enzimatico” items=”2″]

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle e dai un voto!

Risultato 0 / 5. Punteggio articolo: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.