Come far passare il mal di testa

“Caro, ho mal di testa!”: se volete evitare di sentirvi ripetere sempre questa frase prima di possibili incontri amorosi, leggete i nostri consigli, magari troverete la soluzione alla cefalea della vostra dolce metà..e alla vostra vita di coppia :-)..

A parte gli scherzi, chi ne soffre sa quanto sia fastidioso un mal di testa. A volte, quasi invalidante, con un dolore insistente e continuo che non dà tregua. Di mal di testa ce ne sono di diversi tipi: leggero e continuo, forte e martellante, con fastidio alla luce. A volte a causarlo sono stress e stanchezza, in altri casi, cervicale, problemi agli occhi o persino un dente del giudizio non uscito totalmente. Come fare in questi casi per evitare che il mal di testa peggiori? Innanzitutto, bisogna imparare a riconoscere il proprio mal di testa: si tratterà di emicrania o di cefalea? Di emicrania per esempio soffre il 18% delle donne ed il 6% degli uomini. L ’attacco di emicrania è  un intenso dolore, di solito unilaterale e pulsante. L’emicrania è spesso resistente ai comuni analgesici, e spesso si rivela invalidante, provocando assieme altri disturbi, come nausea, vomito e fastidio per la luce e i suoni.

La cefalea invece è di due tipi: tensiva e a grappolo. La prima è la più comune, è causata dalla contrazione dei muscoli di collo e spalle ed è quella più comunemente conosciuta come “cerchio alla testa”. Causata spesso da posture scorrette, colpisce più le donne che gli uomini di solito.

La cefalea a grappolo è una mal di testa molto doloroso. L’espressione “a grappolo” significa che le crisi si susseguono a  intervalli brevi e si raggruppano in determinati periodi del giorno e dell’anno. La crisi di cefalea a grappolo è un dolore violento, persistente, monolaterale, localizzato di solito attorno all’occhio e allo zigomo, e di tipo trafittivo e lancinante. Insomma, fa davvero mollo male.

Istruzioni e consigli per combattere il mal di testa

  • Se si soffre spesso di mal di testa forti e insistenti, il primo consiglio è rivolgersi al proprio medico per la cura adatta.
  • Su internet ci sono siti tematici e seri che offrono indicazioni, contatti e approfondimenti utili sul mal di testa e come combatterlo, come www.chemalditesta.it e www.miscoppialatesta.it.
  • Se si viene colti da attacchi di mal di testa in aereo, magari durante gli atterraggi, si può trattare di cefalea da aereo. In questo caso i consigli da seguire prima della partenza sono bere tanta acqua, evitare alcolici dal giorno prima della partenza (sono vasocostrittori e facilitano la comparsa del mal di testa), mangiare cibi digeribili.
  • Se il dolore è pulsante, peggiosa dopo anche uno sforzo lieve ed è diffuso a tutta la testa può trattarsi di cefalea da ipertensione, soprattutto se si hanno più di 50 anni. Importante è misurarsi la pressione per controllare i valori e consultare il medico per le terapie del caso.
  • Per un mal di testa lieve inoltre, si sono anche rimedi semplici che si possono sperimentare: il profumo della lavanda per esempio, in olio essenziale, attenua il dolore. Si può posizionare qualche goccia sui polsi, dietro le orecchi e sulle tempie, per avere sollievo. Con qualche goccia di mentolo, sempre attorno alle tempie, si avrà anche un effetto rinfrescante.
  • Mettere un asciugamano in acqua ghiacciata, strizzarlo e posizionarlo attorno agli occhi allevia gli attacchi di emicrania, creando una vasocostrizione del microcircolo.
  • Il rimedio della nonna per eccellenza è bere una tazzina di caffè senza zucchero con spremuto dentro mezzo limone. Ad alcuni giova anche solo bere un caffè concentrato.
  • La vitamina C secondo gli esperti, in dosi elevate allevia il mal di testa da stanchezza. Sembra sia un effetto provato, come ha evidenziato anche un articolo a riguardo il mensile Donna Moderna. La ricetta consigliata dal magazine nell’articolo a firma di Cinzia Testa: mangiare un kiwi affettato e cosparso con limone e zucchero. Un rimedio così gustoso che vale la pensa sperimentare per ogni tipo di cefalea
  • Se si è in un ambiente chiuso e fumoso, può alleviare una mal di testa uscire all’aperto e prendere una boccata d’aria fresca.
  • Anche l’essenza in olio essenziale di basilico sembra funzioni contro il mal di testa.
  • Si può ricorrere anche a un massaggio per far passare il mal di testa. Per esempio, mettendo l’indice di ciascuna mano sulle tempie e muovere in senso antiorario. Si può effettuare il massaggio abbinando degli oli essenziali, come la lavanda appunto o il basilico, per unire al massaggio il beneficio delle essenze.
  • Ad alcuni inoltre può capitare di soffrire da mal di testa da week end, ovvero una cefalea che appare nel fine settimana, quando si dorme di più. Se lo stacco dalla frenesia della settimana e il riposo è molto brusco,  e le ore di sonno aumentano di molto, il calo di tensione provoca il cosiddetto mal di testa del week-end.Per prevenirlo, cercare di non variare troppo il proprio bioritmo tra settimana lavorativa e giorni di riposto e cercare di condurre uno stile di vita più equilibrato e rilassato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.